Suggerimenti

Guida al riciclaggio: dove smaltire ogni rifiuto?

Tipi di contenitori

Contenitore giallo

Per depositare contenitori in plastica, tetrabrick e lattine. Destinato principalmente a lattine e contenitori in plastica: che si tratti di bottiglie, tetrabrick, barattoli, sacchetti, vaschette, coperchi per yogurt… Qui vengono depositati anche oggetti in alluminio. Nonostante il suo utilizzo sia abbastanza diffuso, circa il 25% dei rifiuti depositati in questo contenitore non è corretto.

Contenitore blu

Per depositare cartone e carta. Vecchi giornali, riviste già lette, quaderni (possono andare con anelli) o involucri come scatole devono essere depositati nel contenitore blu. Ricordati di piegare il più possibile il cartone in modo che occupi il minor spazio possibile e sfruttare il più possibile il contenitore. Non dobbiamo depositare carte sporche (come tovaglioli o fazzoletti)

Contenitore verde

Per depositare bottiglie, barattoli e vasetti di vetro (attenzione: i coperchi di questi contenitori devono andare nel contenitore giallo). È importante che il vetro depositato non si rompa ed evitare la sua rottura durante la caduta. In questo modo il vetro è più utilizzabile. Anche i flaconi di vetro dei medicinali (come gli sciroppi) non devono entrare in questo contenitore, poiché i resti delle sostanze devono essere trattati separatamente (Punti Sigre)

Contenitore grigio con coperchio arancione

Per depositare la stragrande maggioranza dei rifiuti. Conosciuto come “contenitore per rifiuti organici”. Qui si depositano rifiuti alimentari, carta e cartone sporchi, gomma, plastica che non sono contenitori, giocattoli e tante altre cose. Questi contenitori vengono controllati dagli ispettori per vedere se vengono riciclati nel modo corretto.

.

Punti puliti

Vai al punto pulito più vicino per depositare tutti i rifiuti domestici che non dovresti gettare nei contenitori gialli, verdi, blu o grigi. Ti aiutiamo a trovare il punto pulito più vicino a casa tua cliccando qui

Olio per veicoli usati : Ha bisogno di un trattamento speciale perché la sua capacità di contaminazione è molto elevata. Riciclato correttamente, può essere riutilizzato come combustibile.

Olio da cucina usato : un gesto comune è quello di scaricarlo nello scarico del lavandino. Non è una buona misura perché è molto difficile separarlo dall’acqua. Tuttavia, se adeguatamente riciclato, può essere utilizzato per creare biodiesel e saponi.

Batterie per auto e moto : I loro liquidi corrosivi rendono questi residui altamente inquinanti. Riciclato bene, possiamo ottenere piombo, nichel e cadmio.

Fluorescente : All’interno di ogni fluorescente c’è mercurio tossico. Da loro possiamo recuperare questo mercurio, alluminio e il suo vetro.

Farmaci : tendiamo ad accumulare farmaci di cui non abbiamo bisogno alla fine di un trattamento medico. Dobbiamo portarli ai punti SIGRE in farmacia. Puoi riciclare contenitori vuoti o avanzati, scatole di medicinali e medicinali che non ti servono o che sono scaduti.

Pile : sono altamente inquinanti e quindi esistono appositi luoghi per la loro raccolta. Alcuni dei materiali possono essere riciclati da essi, come il cadmio.

Vernici, solventi e altri prodotti chimici : Acquaragia, solventi, vernici, aerosol, insetticidi, deodoranti per ambienti, cartucce di inchiostro … hanno tossine che entrano nelle acque sotterranee, che sono contaminate.

Oggetti ingombranti: Tavoli in legno, divani, materassi, sedie per computer… Date le loro grandi dimensioni, devono essere depositati nei punti puliti per poter realizzare altri prodotti con i loro materiali.

Dispositivi elettronici o elettrici : come computer, dispositivi mobili, televisori, antenne televisive… possono avere componenti pericolosi. Negli impianti di trattamento dei rifiuti questi componenti possono essere isolati permettendo di ottenere materiali utili per fabbricare altri oggetti.

Macerie : Quando si eseguono piccoli lavori in casa (cambio piastrelle, servizi igienici, ecc…) i resti devono andare in contenitori adibiti a tale scopo. Ricorda che fino a 50/60 kg di questo tipo di rifiuti possono essere gettati giornalmente a persona.

Resti di potatura : Se vivi in ​​un ambiente rurale o hai un piccolo orto o frutteto, ti consigliamo, con i resti delle tue potature, terra, sabbia, fiori… di fare “compost” per concimare il terreno. In questo modo contribuirai al riciclaggio e le tue piante avranno più componenti e sostanze nutritive rispetto a un semplice fertilizzante.

Contenitori per indumenti e scarpe usati : alcune ONG hanno installato contenitori per depositare quegli indumenti che abbiamo superato o che non ci piacciono perché hanno superato la stagione. Questo abbigliamento servirà a soddisfare le esigenze delle persone più bisognose. In caso di indumenti in cattive condizioni, è meglio gettarli nel contenitore dei rifiuti organici.

Raccolta dei mobili : nelle grandi città, i comuni organizzano solitamente giornate di raccolta dei mobili. Per conoscere questo giorno, presta attenzione ai poster che di solito vengono inseriti mensilmente sul tuo portale.

.

E cosa ci faccio con…?

Unguenti e sciroppi sono anche medicinali : portali al punto SIGRE della tua farmacia più vicina.

Strumenti da ufficio come cucitrici metalliche o tagliacarte : devono essere depositati nel punto pulito, all’interno del contenitore metallico o nel contenitore dei rifiuti organici.

Le prese di lampadine a risparmio energetico, prolunghe, spine e ladri : vanno lasciate anche nel punto pulito più vicino, nel contenitore di plastica. Se utilizzi lampadine classiche a filamento: deposita quelle che si sono rotte nel contenitore dei rifiuti organici.

Smalti e lacche : cerca di svuotare il contenuto che potrebbe rimanere all’interno. Successivamente, se il barattolo è di plastica, mettilo nel contenitore giallo. Se è un contenitore di vetro, mettilo nel contenitore verde.

Le posate in acciaio inox : puoi gettarle nel contenitore dei rifiuti organici o portarle in un punto pulito per depositarle nel contenitore metallico.

Bastoncini di colla – dovrebbero andare nel cestino dei rifiuti organici.

CD e DVD : sono davvero difficili da riciclare quindi metteteli nel contenitore dei rifiuti organici.

Articoli in pelle ( borse, borsette, scarpe …): puoi depositarli nel contenitore dei rifiuti organici perché questo materiale è degradabile.

Spazzole e pettini per capelli : nel contenitore dei rifiuti organici.

I resti di prodotti cosmetici e igienici devono essere portati al punto pulito.

Raggi X : dovrebbero essere portati nel punto pulito.

Apparecchi come i frigoriferi : vengono depositati nel punto pulito, dove viene estratto da essi il CFC altamente inquinante.

Le lampade : se sono grandi devono andare al punto pulito, all’interno del contenitore per oggetti ingombranti. Se non è molto grande, possiamo lasciarlo alla prossima collezione di mobili. Ricordati di rimuovere sempre la lampadina dalla lampada prima di buttarla via.

Il cellulare : puoi lasciarlo quando cambi il tuo cellulare nel negozio dove comprerai il tuo nuovo terminale. In caso contrario, puoi portarlo al punto pulito (contenitore per dispositivi elettrici ed elettronici).

Un pallone da calcio in pelle : nel biologico (arancione).

Caschi e cuffie : si consiglia di consegnarli al punto pulito, all’interno del contenitore delle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Se ciò non fosse possibile, depositarli nel contenitore dei rifiuti organici.

Per pneumatici auto : l’officina dove viene effettuata la sostituzione è obbligata a conservare i vecchi pneumatici. Questo servizio viene addebitato per l’importo dei pneumatici nuovi.

Per le ginestre : si depositano anche nel contenitore arancione.

Per i giocattoli : quelli che contengono elementi elettronici devono essere depositati in un punto pulito. Se sono di peluche, come orsacchiotti o bambole, vengono messi nel contenitore arancione.

I ganci : se sono di plastica nel contenitore di plastica. Se è un altro materiale, nel contenitore arancione.

I tappi di una bottiglia di vino : al contenitore arancione.

.

E se hai ancora dubbi…

In caso di dubbi su dove depositare un rifiuto, è sempre meglio gettarlo nel contenitore dei rifiuti organici (contenitore arancione) per non intralciare l’attività di riciclaggio. Questi rifiuti sono normalmente smistati in discarica e possono essere riciclati direttamente a questo punto.

Se vuoi buttare via un prodotto che è contrassegnato dal simbolo del contenitore barrato, devi depositarlo nel punto pulito, all’interno del contenitore per apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Quando l’oggetto ha una componente in legno, è consigliabile riporlo nel contenitore organico perché, sebbene il legno possa essere riciclato, se contiene un piccolo pezzo di questo materiale non ne vale la pena perché il processo di separazione dal resto dei materiali è molto costoso.

Se nella tua località non hai punti puliti o contenitori che permettano la raccolta differenziata, devi richiederne l’installazione tramite il municipio del tuo comune.

Secondo la normativa in vigore da alcuni mesi, i negozi che vendono elettrodomestici hanno l’obbligo di ritirare gli elettrodomestici che andranno a sostituire per poterli riciclare.

Prima di acquistare il tuo nuovo elettrodomestico, informati su queste condizioni per il ritiro dei vecchi elettrodomestici. Sono inclusi anche piccoli elettrodomestici come frullatori, televisori, ecc.

.
.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *