Suggerimenti

I 15 migliori rimedi ecologici per l’infestazione da afidi

La peste degli afidi compare principalmente durante i mesi dell’anno che hanno temperature temperate e anche calde (tra 16 e 32 ºC circa). I parassiti degli afidi e, insieme alla piaga delle lumache e delle lumache , sono molto comuni soprattutto in primavera e in estate e possono causare in alcuni casi danni molto gravi.

Ma non preoccuparti, per combatterli ti diamo i 15 migliori rimedi ecologici per la peste degli afidi .

Le cause della comparsa di parassiti nel nostro frutteto o giardino sono dovute a diverse possibili ragioni: apporto eccessivo di materia organica, eccesso di azoto, uso di fertilizzanti sintetici, perché coltiviamo varietà non adatte al nostro clima e ambiente, seminiamo in periodo sbagliato dell’anno, non implementiamo la rotazione e l’associazione delle colture, ecc. Per prevenire i parassiti in futuro, rivedi tutte queste domande perché sono molto importanti. Qui puoi vedere manuali a riguardo e in questo altro link puoi vedere articoli su questi argomenti.

I 15 migliori rimedi ecologici per l’infestazione da afidi

1.- Ortica per gli afidi > L’ortica è una pianta che dovremmo avere sempre a portata di mano per le sue ottime proprietà benefiche, sia per combattere i parassiti nei frutteti e giardini che per la nostra salute. L’ortica rafforzerà le difese naturali della pianta contro l’infestazione da afidi, rendendola più resistente. Mettere in una casseruola 2 litri di acqua e quando inizia a bollire aggiungere 250 grammi di ortica fresca tagliata o 100 grammi se è asciutta, abbassare la fiamma e lasciar riposare per altri 5 minuti. Quindi lo togliamo dal fuoco e lo lasciamo riposare tra le 6 e le 8 ore. Quindi filtriamo e versiamo la soluzione in un flacone spray. Per una settimana spruzzeremo le piante due volte al giorno: prima cosa al mattino e nel tardo pomeriggio.

2.- Cipolla per la peste degli afidi > prendete 4 cipolle e, senza doverle sbucciare, tagliatele in 4 pezzi e schiacciatele con un mortaio o simili e mettetele in un secchio. Aggiungiamo 1,5 litri di acqua bollente e la faremo riposare per 24 ore in un luogo buio e fresco. Quindi filtriamo e applichiamo con uno spray sulle piante che hanno gli afidi. L’applicazione viene sempre effettuata nel tardo pomeriggio o nelle prime ore del mattino. Ripeti per un massimo di due settimane e poi prenditi una settimana di pausa nel caso in cui sia necessario applicare nuovamente questa soluzione. Per fortificare questa soluzione potete aggiungere anche 1 piccola testa d’aglio schiacciata.

3.- Ciuffo o calendule per gli afidi > in questo caso utilizzeremo le foglie e le radici delle calendule. Metti un chilo di foglie di ciuffo fresco in un secchio o in una ciotola, schiacciale un po’ e aggiungi sei litri di acqua bollente. Lasciare marinare per 6 ore in un luogo buio e fresco. Trasferire il contenuto in un contenitore spray da utilizzare. Applicare spruzzando bene le piante colpite dall’afide ogni due giorni nel tardo pomeriggio.

4.- Basilico per la peste degli afidi > Useremo 400 grammi di foglie di basilico fresco tritate che metteremo in una ciotola. Aggiungiamo 3 litri di acqua calda (non bollente). Copriamo parzialmente la ciotola e lasciamo marinare per 24 ore. Quindi filtriamo e diluiamo questa soluzione con un litro d’acqua. Si applica con uno spray due volte al giorno: al mattino presto e nel tardo pomeriggio. Ripeti per un massimo di 10 giorni consecutivi e poi riposa per 5 giorni prima di riapplicare. Se vuoi fortificare questa soluzione puoi aggiungere un cucchiaino di sapone neutro.

5.- Assenzio per afidi > Utilizzare 200 grammi di assenzio fresco o 50 g se è secco. Mettilo in un secchio e aggiungi 3 litri di acqua calda. Lasciare riposare 6 ore, quindi filtrare e applicare spruzzando le piante con il parassita una volta al giorno. Ripetere fino a una settimana. Puoi fortificare questa soluzione aggiungendo una testa d’aglio schiacciato e altri due litri d’acqua.

6.- Consolida per la peste degli afidi > Questa pianta ha un effetto repellente e funziona molto bene con gli afidi. Metti 300 grammi di foglie di consolida fresca in una ciotola e aggiungi 5 litri di acqua. Coprire la ciotola (ma non completamente) e marinare in un luogo buio e fresco per 48 ore. Quindi filtriamo e diluiamo con due litri d’acqua. Applicare due volte al giorno per un massimo di 10 giorni consecutivi e poi lasciare riposare per una settimana.

7.- L’acqua saponosa per la peste degli afidi > è un rimedio molto semplice che richiede pochissimi mezzi. Metti 3 litri di acqua in un contenitore con un flacone spray e aggiungi un cucchiaino da dessert di sapone neutro. Spruzzare le piante colpite dalla peste con questa soluzione due volte al giorno, evitando sempre le ore più calde e l’esposizione al sole. Ripetere per una settimana e poi riposare 4 giorni prima di riapplicare.

8.- Equiseto per gli afidi > Questa pianta è molto buona per migliorare il sistema di difesa naturale delle piante, quindi puoi usarla anche in combinazione con l’ortica. Lo utilizzeremo preferibilmente all’inizio della primavera per preparare le piante all’estate, ma ogni momento è buono per sfruttarne le proprietà. Quello che faremo è mettere 100 grammi di equiseto tagliato in una pentola e aggiungere 5 litri di acqua e coprire. Quando inizia a bollire, toglietela dal fuoco, coprite parzialmente il recipiente e lasciate riposare per 8 ore. Quindi filtriamo e applichiamo insieme all’acqua di irrigazione. Questa soluzione darà vigore alla pianta, sarà più sana e meno suscettibile ai danni degli afidi.

9.- Aglio per la peste degli afidi > Prendete 5 teste d’aglio (non è necessario sbucciarle) e schiacciatele con il mortaio. Aggiungere 5 litri di acqua bollente, coprire il recipiente e lasciar riposare per 12 ore. Quindi lo scoliamo e lo applichiamo a spruzzo, enfatizzando la parte inferiore delle foglie nel tardo pomeriggio. Ripeti per 4 giorni di fila, riposa 5 e ripeti di nuovo.

10.- Foglie di pomodoro per parassiti afidi > in questo caso utilizzeremo le foglie ei rametti della pianta di pomodoro per preparare una soluzione che ci aiuti ad eliminare gli afidi. Mettere in una ciotola circa 400 grammi di foglie e rami di pomodoro tagliato e aggiungere 6 litri di acqua bollente. Lasciare marinare per 24 ore, poi filtrare e applicarlo spruzzando come prima cosa durante la giornata e in tarda mattinata. Ripetere 7 giorni di fila e lasciare 4 giorni di riposo prima di riapplicare.

11.- Rue per la peste degli afidi > La ruta è un’altra delle piante che sono molto efficaci per i parassiti degli afidi. Ecco perché è una buona idea seminarlo in giardino e averlo a portata di mano per questi casi. Prendete 300 grammi di foglie di ruta fresca, schiacciatele un po’ e aggiungete 5 litri di acqua calda. Coprire parzialmente il contenitore e lasciarlo riposare per 10-12 ore in un luogo fresco e buio. Quindi lo filtriamo e lo usiamo spruzzando per prima cosa al mattino e alla fine della giornata per 6 giorni consecutivi. Per 5 giorni prima di riutilizzarlo se necessario.

12.- Acqua fredda per gli afidi > È forse la soluzione ecologica più semplice e basilare per eliminare l’infestazione da afidi: acqua molto, molto fredda. Raffreddare l’acqua in un congelatore o con ghiaccio in un dispositivo di raffreddamento. Basta spruzzare le foglie (soprattutto la parte inferiore, dove si nascondono), gli steli, i fiori, ecc. Ripetere tutte le volte necessarie. Evita di farlo nelle ore più calde perché perderebbe effetto e potrebbe causare ustioni alle piante, meglio farlo nel tardo pomeriggio.

13.- Diatomee per la peste degli afidi > Le diatomee sono alghe che si sono fossilizzate. Sono molto utili per i parassiti del giardino e del giardino. Diatoea è facile da trovare e può essere applicato diluito in acqua o in polvere. Usalo secondo le istruzioni per l’uso del produttore.

14.- Olio di neem o neem per i parassiti degli afidi > Questo olio è anche molto efficace, non solo per l’infestazione da afidi, ma anche per molti altri tipi di parassiti comuni nei frutteti e nei giardini. L’olio di neem o di neem è facilmente reperibile nei vivai e nei vivai. Seguire le indicazioni del produttore per la diluizione, l’applicazione e i periodi di riposo prima di riapplicare.

15.- Coccinelle o vaquitas per la peste degli afidi > gli afidi hanno predatori naturali e fauna ausiliaria, come nel caso delle coccinelle o delle vaquitas, saranno nostri alleati perché le coccinelle o le vaquitas si nutrono anche di altri insetti nocivi come sono le cocciniglie e la mosca bianca .

Mantieni sempre puliti gli utensili che utilizzi per la manutenzione del tuo giardino o giardino per evitare la proliferazione di parassiti e microrganismi dannosi che possono causare malattie delle piante. È importante ricordarsi di indossare occhiali e guanti come protezione durante la manipolazione e l’applicazione di rimedi organici contro i parassiti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *