Suggerimenti

Il terreno perfetto per coltivare ortaggi

Il terreno è uno dei fattori più importanti di cui bisogna tenere conto quando si prepara una coltura, ed è che un terreno di scarsa qualità o che non ha le caratteristiche adeguate per ogni coltura può gettarlo a terra. Quindi, dobbiamo sempre assicurarci che il terreno sia perfetto per ogni tipo di coltura, e in questo caso vorrei concentrarmi sugli ortaggi, che di solito sono i prodotti più coltivati ​​nei frutteti e nelle serre.

Tra le caratteristiche che deve avere il terreno per ortaggi ci sono che deve essere profondo, avere una struttura friabile, essere soffice e spugnoso, facile da lavorare, avere un buon drenaggio, avere una buona capacità di trattenere i nutrienti minerali o essere molto ricco di nutrienti minerali. Diamo un’occhiata a quelli più importanti nel dettaglio.

terreno profondo e soffice

Più profondo è il terreno, più spazio hanno le radici per allargarsi, consentendo alle colture di crescere più grandi. Assicurati che la profondità sia ampia e che non ci siano pietre, rocce o altri elementi a una certa profondità che possano ostacolare la crescita. Dovrebbe anche essere un terreno soffice, friabile e aerato, che otterrai aggiungendo sostanza organica e, se possibile, sabbia di fiume.

perfetto per l’acqua

Quando si tratta di acqua, ci sono diverse cose da tenere a mente. Innanzitutto, deve avere una buona capacità di trattenerlo, cosa che i terreni argillosi fanno molto bene poiché lo immagazzinano e non devi annaffiare così tanto.

I terreni sabbiosi, invece, sono molto asciutti e non trattengono bene l’acqua. Devi trovare un equilibrio tra l’uno e l’altro. Un buon drenaggio è anche essenziale in modo che l’acqua possa fluire come dovrebbe e che non rimanga troppo a lungo a marcire le radici.

nutrienti

Quando si tratta di nutrienti, ci sono anche diverse cose da tenere a mente, come i terreni argillosi che sono i migliori per trattenerli. In altri tipi di terreno, soprattutto sabbioso, l’acqua può dilavare azoto, zolfo, potassio o ferro, perdendo così tutte le sue proprietà e il terreno non viene nutrito correttamente. Fornisci letame, pacciame, compost o torba in modo che abbia più nutrienti.

È fondamentale che contenga nutrienti minerali, nello specifico questi 13: azoto, fosforo, potassio, calcio, zolfo, magnesio, ferro, zinco, manganese, boro, rame, cloro e molibdeno.

Il pH, molto importante

Il pH del terreno deve essere compreso tra 5,5 e 8 e se è al di fuori di questi valori è necessario correggerlo. Fortunatamente, l’80% dei terreni ha quel pH, quindi probabilmente non dovresti fare nulla, ma dovresti controllarlo per assicurarti che rientri in quei valori.

Se desideri leggere altri articoli simili a Il terreno perfetto per coltivare ortaggi, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.