Suggerimenti

Le funzioni dei fertilizzanti

Laggiù si è sempre detto che «noi siamo quello che mangiamo», e non è valido solo per noi e per il nostro cibo, ma ha anche molto senso quando si parla di piante, dal momento che le piante non potrebbero vivere se non non ottenere i nutrienti di cui hanno bisogno.

Il terreno in cui si trovano le piante è quello incaricato di fornire i nutrienti necessari, e questo a sua volta li riceve dai fertilizzanti. Pertanto, i fertilizzanti sono molto importanti per il corretto sviluppo di qualsiasi albero o pianta, quindi prendi nota delle funzioni dei fertilizzanti che spieghiamo in questo articolo di Green Ecology.

tipi di fertilizzanti

Di seguito spieghiamo quali tipi di fertilizzanti esistono e come vengono applicati:

  • Concimi solubili: sono preparati in modo da poter essere miscelati con acqua e applicati alle piante, sia con un tubo che con un irroratore. È il tipo di concime più indicato per piante che necessitano di concimazione fogliare e può essere applicato anche direttamente alle radici.
  • Concimi misti: se si utilizza uno di questi e lo si applica direttamente sulle foglie, le piante sono in grado di assorbire immediatamente quei nutrienti e iniziano a crescere man mano che vengono assorbiti dalle foglie e vanno direttamente nell’area di coltivazione per lo sviluppo.
  • Concimi granulari: si applicano direttamente al terreno ed è lì che bisogna mescolarlo per evitare di bruciare le radici della pianta, soprattutto quelle che sono ancora in fase di crescita. Questo tipo di concime viene solitamente applicato prima della semina o durante il periodo vegetativo poiché il contatto con le foglie provoca danni alle piante.

Quali sono le funzioni dei fertilizzanti

Qualsiasi fertilizzante che utilizzerai avrà tre elementi principali: azoto, fosforo e potassio, e per scegliere la giusta composizione devi sapere quale effetto avrà ciascuno di essi sulle tue piante, poiché non è lo stesso per tutti.

In sintesi:

  • Azoto – L’azoto agisce promuovendo le foglie verdi e la mancanza di questo elemento può far ingiallire le piante e far sembrare le foglie vecchie e consumate.
  • Fosforo: questo favorisce la proliferazione delle cellule sane ed è bene applicare un fertilizzante ricco di fosforo appena prima della fioritura.
  • Potassio: questo è fondamentale in quanto aiuta a mantenere sane le radici, quindi senza di esso la crescita è molto più lenta e più debole.

Se desideri leggere altri articoli simili a Le funzioni dei fertilizzanti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.