Suggerimenti

Le tue abitudini alimentari sono responsabili e sostenibili?

Qual è il costo ambientale nel nostro piatto? Come essere responsabili e seguire una dieta sana e sostenibile ?

Gli impatti negativi sul clima e in generale sul pianeta di ciò che mettiamo sulle nostre tavole sono da tempo oggetto di studio e in uno dei più recenti , il costo che paghiamo per inserire i prodotti di origine nella nostra dieta animale e suoi derivati.

Il bestiame è attività umana impatto maggiore è in ambiente , gravemente danneggiare esso (anche più di trasporto). È responsabile del degrado dei suoli, della perdita di biodiversità ed ecosistemi, della massiccia deforestazione, della migrazione delle comunità indigene, dell’inquinamento o dell’uso sproporzionato di acqua dolce, una risorsa naturale molto limitata.

Infatti, circa il 90% della deforestazione in Amazzonia è dovuto agli allevamenti intensivi, ed è per questo che la FAO da anni sottolinea l’importanza di eliminare, o quantomeno ridurre al minimo, il consumo di prodotti animali.

L’effetto serra è causato dalle emissioni di metano, anidride carbonica e protossido di azoto, tutti e tre legati al bestiame e che causano anche piogge acide, contaminazione del suolo e dell’acqua con ormoni, antibiotici, ecc. Sono un problema serio per il nostro ambiente perché lo degradano e mettono in pericolo le nostre vite al suo interno.

Le risorse naturali necessarie allo sviluppo della produzione zootecnica non sono affatto sostenibili: per ottenere 1 kg di carne possono essere necessari fino a 17 kg di cereali… con cui si potrebbe nutrire una famiglia di 5 membri per diversi giorni.

Se parliamo di fabbisogno idrico , per ottenere 1 kg di carne bovina possono essere necessari fino a 15.000 litri di acqua, 15.000 litri di acqua! Ricordiamo che l’acqua dolce è un bene molto prezioso e limitato, e in futuro saremo in guai seri se non impareremo a gestirla responsabilmente.

Per fare un altro esempio lampante, nello stesso spazio necessario per produrre 1 kg di carne potrebbero essere coltivati ​​160 kg di patate.

Il prezzo che tutti paghiamo per il consumo di prodotti animali è troppo alto, è necessario reagire per fermare questa forma irrazionale di consumo che sta esaurendo le risorse naturali del pianeta.

Quali alternative abbiamo? Se vogliamo essere responsabili, mangiare sano e seguire una dieta sostenibile, è molto semplice: eliminare i prodotti animali, o almeno ridurne al minimo il consumo, e scegliere frutta, verdura, semi, noci, ecc. produzione biologica. Non solo saremo più sani ed eviteremo le malattie, ma contribuiremo anche al miglioramento del nostro pianeta invece di promuoverne la progressiva distruzione.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *