Suggerimenti

Manutenzione dell’impianto di Aeonium Canary o Bejeque

Il genere Aeonium , della famiglia Crassulaceae , è composto da circa 75 specie di piante grasse originarie delle Isole Canarie (principalmente), Madeira, Africa orientale e Marocco. Alcune specie sono : Aeonium canariense, Aeonium glutinosum, Aeonium mascaense, Aeonium arboreum, Aeonium percarneum, Aeonium tabulaeforme, Aeonium undulatum, Aeonium spathulatum, Aeonium simsii, Aeonium virgineum.

È comunemente noto come Immortalità, Eonium Canarino o Bejeque. Come suggerisce il nome, questa pianta è originaria delle Isole Canarie.

Sono piante succulente con portamento eretto (generalmente non si ramificano) e rosette di foglie vistose (una palma di diametro) che possono raggiungere quasi un metro di altezza (in fiore). Le foglie sono carnose, morbide al tatto, di colore verde brillante e un po’ spatolate, e terminano con una punta chiara. I fiori sono piccoli e crescono sopra le foglie in grappoli bianchi o verdastri. Fioriscono in primavera e in parte dell’estate.

Possono essere utilizzati nei giardini rocciosi, sui bordi, in vaso o nei giardini di cactus e succulenti.

Sono piante a bassa manutenzione e facili da coltivare che possono vivere in esposizione in pieno sole o all’ombra. Non tollerano il gelo, quindi è preferibile che la temperatura non scenda sotto i 5-6°C.

È importante che il suolo sia ben drenato in quanto tende a svilupparsi in terreni poveri e sabbiosi.

Sono piante molto resistenti alla siccità . L’irrigazione sarà moderata in primavera e in estate (attendere che il terreno sia molto asciutto) e quasi nulla in inverno.

Apprezzerete un concime leggero , a fine inverno, a base di compost.

L’unica dimensione di cui hanno bisogno è la rimozione delle foglie appassite.

Sono ben resistenti ai soliti parassiti ma non alle malattie fungine che possono derivare da un’eccessiva irrigazione o dall’umidità.

Di solito vengono propagati da talee di foglie o semi seminati in primavera; è anche possibile farlo dalla progenie che la pianta può produrre, anche se non sempre lo fa.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *