Suggerimenti

Manutenzione dell’impianto Ferocactus stainesii o Biznaga de barrel

In Cactaceae è il genere Ferocactus formato da circa 30 specie di cactus del Messico e degli Stati Uniti sudoccidentali. Alcune specie del genere sono Ferocactus stainesii, Ferocactus robustus, Ferocactus latispinus, Ferocactus gracilis, Ferocactus glaucescens, Ferocactus peninsulae, Ferocactus alamosanus, Ferocactus flavovirens, Ferocactus histrix, Ferocactus wislizenii.

Riceve i nomi volgari di Biznaga de barrel o Ferocacto. Questa specie proviene dallo stato messicano di San Luis Potosi.

Si tratta di un cactus verde chiaro con un corpo globoso in gioventù che raggiunge un’altezza di 3 metri per 60 cm di diametro. Hanno costole appuntite e leggermente ondulate in numeri compresi tra 13 e 20. Le areole possono misurare fino a 1 cm e sono dapprima giallastre, poi grigiastre. Le spine sono striate e sono rosse nelle piante giovani (diventano poi grigie); le radiali sono lunghe fino a 2 cm e quelle centrali circa 4 cm. Questi ultimi sono gialli e sono accompagnati da peli lunghi da 2 a 3 cm. I fiori sono arancioni o viola e sono a forma di campana. Fioriscono in estate.

Sono utilizzati come esemplari singoli, nei giardini di gatti e succulenti, nei giardini rocciosi o in vaso.

Il Biznaga de barrel ha bisogno di molto sole, quindi l’esposizione sarà in pieno sole e il clima abbastanza caldo. È preferibile che la temperatura invernale non scenda sotto i 6 ºC.

sol può essere una miscela di 12 foglie morte e 12 sabbie silicee, anche se possono essere utilizzati anche prodotti di uso finale per cactus e crasses.

In estate, l’irrigazione può essere effettuata ogni 7-8 giorni, in primavera e in autunno ogni 15 giorni e in inverno dovrebbe essere evitata. È più sicuro aspettare che il terreno sia asciutto tra un’annaffiatura e l’altra.

Non hanno bisogno di fertilizzante speciale , ma possono ricevere un’applicazione di concime minerale di cactus a metà della primavera.

Non richiedono potatura .

Sono generalmente esenti da parassiti e malattie ; basta fare attenzione all’umidità in eccesso.

Di solito vengono propagati da semi seminati in primavera, ma si possono ottenere nuovi esemplari anche dalla progenie prodotta dalle piante adulte.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *