Suggerimenti

Monsanto ottiene il brevetto dei broccoli broccoli

A giugno, l’Ufficio europeo dei brevetti (EPO) di Monaco di Baviera ha concesso un brevetto sulla coltivazione convenzionale di broccoli.Seminis, azienda di proprietà della Monsanto , ha ricevuto il brevetto (EP 1597965) sui broccoli derivati ​​da allevamento convenzionale. Le piante, che dovrebbero facilitare la raccolta, derivano da incroci e selezioni tradizionali. Il brevetto copre le piante, i semi e la “testa di broccoli tagliata”. Riguarda anche un’ pluralità di piante di broccolo…. cresciuto in un campo di broccoli. ‘Il Parlamento europeo e il parlamento tedesco sono stati entrambi molto critici nei confronti di questo tipo di brevetto. Recentemente sono state raccolte due milioni di firme su una petizione a favore del divieto di brevetti sull’agricoltura convenzionale. No ai brevetti sui semi! sta presentando opposizione contro questo ultimo brevetto Monsanto.

“Chiediamo l’opposizione al brevetto dei broccoli. “L’EPO e la Monsanto sono su un percorso di confronto con la società europea”, ha detto Christoph Then di No ai brevetti sui semi! Intendiamo inviare un chiaro segnale che non lasceremo monopolizzare il nostro cibo “.

Tutte le organizzazioni che chiedono anche ai politici europei li esortano a prendere il controllo dell’EPO per cambiare l’interpretazione dell’attuale legge sui brevetti attraverso il consiglio di amministrazione dell’EPO, che è l’insieme degli Stati membri.

Come risulta da un documento di lavoro pubblicato dall’Organizzazione mondiale dell’alimentazione della FAO, l’industria sta pianificando di sfruttare i brevetti sull’agricoltura convenzionale. Secondo i dati, le vendite globali di piante proprietarie derivate dall’allevamento convenzionale aumenteranno per il momento, da circa 700 milioni di dollari USA a 3 miliardi di dollari USA nel 2020. Queste cifre si basano anche sui brevetti concessi dall’EPO.

Le organizzazioni che compongono la Coalition of No to Patents on Seeds! sono molto preoccupati che questi tipi di brevetti promuovono ulteriormente la concentrazione del mercato, rendendo gli agricoltori e altri attori della filiera alimentare ancora più dipendenti da poche grandi aziende internazionali e, infine, restringendo le scelte dei consumatori. La Coalizione, nessun brevetto sui semi! , È organizzato da Bionext (Paesi Bassi), Dichiarazione di Berna (Svizzera), GeneWatch (Regno Unito), Greenpeace (Germania), Misereor (Germania), Fondo di sviluppo (Norvegia), No ai brevetti sulla vita (Germania), Rete Semi Rurali , (Italia), Red de Semillas Campesinas (Francia) e Swissaid (Svizzera). Tutti chiedono una revisione della legge sui brevetti europei per escludere dalla brevettabilità il materiale riproduttivo, le piante e gli animali e gli alimenti da essi derivati. La coalizione è supportata da diverse centinaia di altre organizzazioni.

.
.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *