Suggerimenti

Negra digitale: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

La Digitalis obscura è una delle 25 specie del genere Digitalis . Questa pianta è caratterizzata dalla forma dei suoi fiori e dal loro colore rossastro e scuro, che ricordano i toni del cielo durante un tramonto.

La specie, in quanto tale, è originaria dell’Europa, di aree a macchia e di suoli calcarei distribuiti nell’area del Mediterraneo occidentale, a sud della Penisola Iberica e del Nord Africa.

Il nero digitale è una pianta apprezzata per il suo valore ornamentale e decorativo oltre che per le sue potenti proprietà medicinali . Tuttavia, la sua vendita al pubblico è stata vietata a causa della sua tossicità .

La Digitalis obscura è stata chiamata così perché i suoi fiori imitavano la forma di un ditale. Allo stesso modo le fu dato l’epiteto “obscura” per il colore bruno e rossastro della sua corolla.

Punti importanti quando si semina una digitale nera:
  • Nome scientifico: Digitalis oscura.
  • Nome comune: Digital black , editing, crunched, Corretja, brujía, foxglove black, mount clavelina.
  • Altezza: 80 centimetri.
  • Bisogno di luce: pieno sole.
  • Temperatura: climi temperati e semi-aridi (20ºC).
  • Irrigazione: moderata e bassa.
  • Fertilizzante : fertilizzante organico.

Quali sono le caratteristiche del nero digitale?

Conosciuta anche come crjía , la digitale nera è una pianta erbacea che misura solitamente tra 60 e 60 centimetri di larghezza e da 30 a 80 centimetri di altezza, raggiungendo anche 1,20 metri al massimo.

Questa pianta è costituita da radici legnose dalle quali spuntano fusti leggermente ramificati dai toni rossastri. Le sue foglie, allo stesso tempo, sono seghettate ea forma di lancia; Inizialmente sono di colore verde scuro, ma diventano bruno-rossastro durante l’ autunno e l’inverno.

I suoi fiori hanno una forma a campana arancione scuro o rossastra, che sono lunghi tra 2 e 3 centimetri. Sono raggruppati in una lunga e vistosa infiorescenza all’estremità del fusto composta da 7 a 40 fiori. Fiorisce tra maggio e luglio.

Quando seminare la digitale nera?

Si consiglia di piantare il nero digitale in indoor o in serra, durante i mesi da marzo a maggio. In caso di semina all’aperto , è preferibile farla nei mesi di maggio-giugno, oppure da settembre ad ottobre.

Dove piantare la digitale nera?

Il nero digitale cresce naturalmente nella macchia secca, nella roccia, tra fessure e rocce sabbiose.

È un esemplare che necessita di essere seminato in pieno sole e in luoghi con bassa umidità, anche se fiorisce anche in mezz’ombra e in luoghi più umidi.

Per quanto riguarda il clima , questa pianta è tipica delle regioni temperate e semiaride. La sua temperatura ideale è di 20ºC, ma resiste a temperature inferiori a 10ºC. Le foglie, infatti, sono verdi a temperature ideali e diventano marroni nei climi più freddi.

Poiché è una specie resistente, può essere piantata in giardini rocciosi , aiuole formali singole o multispecie. Si consiglia di coltivare da 2 a 3 piante di digitale nera per ogni metro quadrato.

Come preparare il terreno?

Per coltivare la digitale nera occorrono terreni leggeri e sabbiosi, ben drenati, con tendenza alcalina e senza troppi fertilizzanti. Nei luoghi caldi è necessario un terreno abbastanza poroso che possa essere protetto dall’umidità invernale.

Per preparare il terreno, è necessario selezionare un punto soleggiato del giardino, rimuovere le erbacce e rimuovere il terreno per favorire la porosità.

Nei terreni argillosi sarà opportuno aggiungere sabbia e materia organica per aumentarne la permeabilità.

Come innaffiamo il nero digitale?

Questa pianta ha un basso fabbisogno idrico poiché è una delle specie più resistenti da seguire all’interno del suo genere. Può infatti sopravvivere con poche irrigazioni durante l’ estate . Tuttavia, nelle zone più calde, dovrebbe essere annaffiato abbondantemente.

Ogni quanto annaffiamo il nero digitale?

La frequenza dell’irrigazione dipenderà dal clima della regione, nonché dal tipo di suolo e dalle condizioni climatiche.

Si consiglia di applicare circa 1 pollice di acqua, o meno, una volta alla settimana, fino a quando il terreno è moderatamente umido.

Nei climi in cui gli inverni sono umidi, l’irrigazione dovrebbe essere ridotta e protetta dalle piogge per evitare il marciume radicale.

Come seminare una digitale nera passo dopo passo?

La coltivazione del nero digitale avviene principalmente per seme , sebbene possa riprodursi anche per divisione. I passaggi per seminare questa pianta attraverso i semi sono condivisi di seguito .

  1. Mettere i semi della digitale nera in un contenitore o semenzaio, su un substrato di torba umido e premere leggermente.
  2. Posizionare il contenitore in luogo illuminato per almeno 12 ore, a temperature intorno ai 20ºC e mantenere costante l’umidità del supporto.
  3. Attendi 2-4 settimane affinché i semi germinino e passa a un vaso più adatto alle loro dimensioni quando sono germogliate un paio di foglie vere.
  4. Acclimatare la piantina al clima esterno, progressivamente, per favorirne l’adattamento.
  5. Trapiantare nel luogo definitivo, preventivamente preparato, non appena è passato il rischio di gelate , ovvero quando le foglie delle piante sono lunghe circa 10 centimetri.

Di che cure ha bisogno la digitale nera?

La digitale nera è una pianta con potenti proprietà che la rendono una minaccia.

Soprattutto in presenza di bambini o piccoli animali , in quanto potrebbe provocare la morte se ingerito. Per questo è importante valutarne la coltivazione in giardino.

Se hai deciso di coltivarlo, è importante indossare guanti per proteggere le mani dal contatto diretto durante la manipolazione, poiché la linfa può anche causare lesioni alla pelle.

Quali parassiti e malattie colpiscono la digitale nera?

I problemi con la crescita della digitale nera includono afidi , cocciniglie , lumache e coleotteri giapponesi . Per fermare questi parassiti, puoi applicare il sapone di potassio o applicare un insetticida ad ampio spettro.

Per quanto riguarda le malattie, è stata segnalata la comparsa di oidio . In questi casi si consiglia di pulire le foglie con un panno inumidito con acqua a pH 8,0, rimuovere le foglie colpite, oppure applicare un agente antimicotico o fungicida .

Riferimenti

  • http://www.dipalme.org/Servicios/Anexos/anexosia.nsf/VAnexos/IEA-NUPS-nups/$File/NUPS-nups.pdf
  • https://wastemagazine.es/digitalnegra.htm
  • https://sites.google.com/site/arbabajojarama/herbario/familias/generos/Especies/digitalis-obscura
  • https://dialnet.unirioja.es/servlet/tesis?codigo=73519
  • http://www.carex.cat/es/vivers-carex/catalogo/digitalis-obscura-obscura.aspx
  • https://www.asturnatura.com/especie/digitalis-obscura-subsp-obscura.html
  • https://www.miteco.gob.es/es/biodiversidad/temas/inventarios-nacionales/iect_digitalis_obscura_tcm30-164124.pdf
  • https://www.seedaholic.com/digitalis-obscura.html
  • https://murcianatural.carm.es/c/document_library/get_file?uuid=3fdd1769-2ee6-4559-8bb5-56c993d27e05&groupId=14

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *