Suggerimenti

Origano: coltivazione e usi medicinali e culinari

Ti piacerebbe coltivare la tua pianta di origano?

L’ origano , Origanum vulgare , conosciuto anche con altri nomi come orenga e maggiorana selvatica, è una pianta aromatica perenne ramificata della famiglia botanica delle Lamiaceae con foglie verde scuro, ovali, picciolate e villi che possono raggiungere 1 metro di altezza.

In estate si possono vedere i suoi fiori a grappoli che solitamente hanno toni lilla e rosati. La pianta dell’origano ha un odore caratteristico molto gradevole . L’origano può essere piantato senza problemi nell’orto, in giardino e anche al chiuso in vaso, purché siano previste le condizioni ideali per il suo sviluppo.

La pianta dell’origano è molto utile perché viene utilizzata in molte ricette di cucina , con essa si possono fare preparazioni medicinali ed ha anche una qualità ornamentale, poiché può essere molto bella ed essendo una pianta aromatica sprigiona un aroma molto gradevole .

Ti piace prenderti cura di te? Se il tuo desiderio è avere una buona salute e ti piace stare bene, scegli frutta e verdura biologica e prenditi cura di te dall’esterno con prodotti per l’igiene e la cosmesi BIO . Ricorda che il cibo ECO è il meglio per te e per il pianeta.

Come coltivare l’origano biologico

Semi, piantine e talee

Puoi iniziare seminando i semi di origano direttamente nel terreno, in vaso o preparando tu stesso le piantine. Quando si seminano i semi, non seppellirli a una profondità superiore al doppio del loro diametro, poiché potrebbe essere più difficile per loro sfondare in superficie. I semi devono essere a non meno di 20ºC per germinare in circa 10 giorni. La semina viene effettuata in primavera e in autunno.

Un altro modo per iniziare è acquisire le piantine , cioè le piantine di origano che sono già alte circa 5-10 cm. È più facile attenersi alle piantine che far germogliare tutti i semi, quindi se non hai molta esperienza, acquisire le piantine è il modo più semplice per iniziare.

Infine abbiamo le talee . Una talea è un ramo della pianta madre che lasciamo in un vaso con dell’acqua fino a quando non escono le radici, poi viene piantato nel terreno o nel vaso dove si vuole che cresca. Può anche essere più semplice dell’opzione seme.

> Trova semi biologici

.

substrato

Richiede un substrato che abbia un ottimo drenaggio per evitare l’accumulo di acqua. Se c’è un eccesso di umidità, potrebbero comparire funghi. Due volte all’anno, aggiungi uno strato di 2 cm di humus di lombrico o qualsiasi altro fertilizzante organico . Predilige terreni con pH compreso tra 5 e 8 e con poco azoto.

Leggero

Le piante di origano hanno bisogno di molto sole, quindi dovresti trovare un luogo in cui possano ricevere diverse ore di sole al giorno. Nonostante preferiscano stare in pieno sole, la pianta di origano può adattarsi anche a zone in mezz’ombra, anche se lo sviluppo sarà minore. Leggi i sintomi nelle piante dovuti all’eccesso e alla carenza dovuti all’esposizione al sole .

Temperatura

L’origano è una pianta resistente alle basse temperature, può resistere anche a qualche gelo. Ma la sua temperatura ottimale è tra i 20 ei 30 ºC.

Irrigazione

Non necessita di molta acqua e predilige terreni piuttosto asciutti. In generale, un’annaffiatura a settimana è generalmente più che sufficiente per mantenere la pianta in buone condizioni. Durante l’estate è possibile innaffiare due volte a settimana. Consigliamo come sempre di utilizzare l’irrigazione a goccia per sfruttare al meglio l’acqua e l’acqua nel tardo pomeriggio. L’irrigazione è uno dei fattori chiave per la crescita delle nostre piante, leggi tutto ciò che devi sapere sull’irrigazione .

Moltiplicazione

Una volta che hai la tua pianta adulta, puoi ottenere più piante da essa in diversi modi. Uno di questi è la divisione della pianta madre, che viene eseguita principalmente in primavera e in autunno. Innaffia un’ora prima (è più facile quando il terreno è leggermente umido) e con cura, separa alcuni rami avendo cura di prendere anche la porzione di radici che corrisponde loro e di piantarli in un vaso o direttamente nel terreno. Lascia lo sporco tra le radici.

Un altro modo per moltiplicare o riprodurre le piante di origano è attraverso i semi (come spiegato all’inizio).

Per quanto riguarda le talee, anche il periodo migliore per realizzarle è solitamente la primavera e l’autunno e di solito sono molto facili da realizzare.

Raccolto

Puoi tagliare i rametti con le foglie e lasciarli asciugare in un luogo buio, con una buona aerazione (ma senza vento forte) e senza umidità. Quindi puoi usarli durante tutto l’anno.

Usi medicinali dell’origano

L’ origano si può assumere preparando un infuso, infondendo olio, tintura, cataplasma, ecc.

Qual è l’ azione medicinale dell’origano ? L’origano ha azione espettorante, digestiva, antisettica, tonica, analgesica, carminativa, antimicotica e antispasmodica. La parte dell’origano che viene utilizzata sono le foglie essiccate o fresche.

A cosa serve l’origano ? Presa come infuso, questa pianta è benefica per gas, cattiva digestione, alleviare asma, tosse, mal di gola, laringite e raffreddore. L’infuso può essere usato come collutorio e per curare le ferite.

Puoi fare un cataplasma per i casi di dolori mestruali, disturbi gastrointestinali, coliche e dolori muscolari.

L’applicazione della tintura o dell’olio infuso di origano può eliminare i funghi alle unghie, tra molti altri rimedi casalinghi. Guarda come fare l’ olio infuso di origano .

Leggi maggiori dettagli sulle proprietà dell’origano .

Usi culinari dell’origano

L’origano è una spezia che si sposa molto bene con i pomodori. Può essere aggiunto a piatti italiani come pasta, pizza e lasagne.

Questa pianta aromatica è inclusa anche in zuppe e stufati, risotti, piatti al forno, per fare marinate, per condire le olive, per condire insalate e altri piatti freddi.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *