Suggerimenti

Passi da seguire per piantare la camomilla: [Guida completa]

Se ti piacciono le tisane, avrai sicuramente sentito parlare di camomilla . Uno dei più diffusi e consumati in tutto il mondo.

La camomilla ( Chamaemelum nobile ) è un’erba aromatica e medicinale originaria dell’Europa.

È conosciuto e utilizzato fin dall’antichità , soprattutto per le sue proprietà curative.

   

Punti importanti per piantare la camomilla:
  • Quando? In primavera.
  • Dove? Cresce in luoghi con clima temperato. Può crescere a mezz’ombra.
  • Quanto tempo ci vuole per germinare?  La camomilla germina circa 14 giorni
  • Come prepariamo il terreno? Non utilizzare terreno sabbioso o argilloso. Cerca di dare una buona quantità di sostanze nutritive attraverso compost , lombrichi e letame .
  • Come innaffiamo? Ideale, irrigazione a goccia. Eviteremo di inondare la terra.
  • Come seminare? Qui passo dopo passo.
  • Come raccogliamo?  Una volta che la camomilla è fiorita (di solito ogni anno) puoi tagliare con le forbici la parte che utilizzerai.
  • Piaghe e malattie? Tripidi, afidi e cocciniglie.
  • Associazioni favorevoli? Resto di piante officinali o aromatiche, oltre all’aglio.

   

Associazione delle colture

La camomilla può essere seminata insieme ad altre piante medicinali e aromatiche per condividere i nutrienti. Puoi anche seminarlo con qualsiasi tipo di peperoncino o aglio per scacciare parassiti come i tripidi.

Dove e quando seminare?

La camomilla può essere seminata in un vaso di media grandezza , cioè uno profondità tra 20 e 30 centimetri. 

Se non ne possiedi uno di quelle dimensioni, puoi lasciarlo crescere prima in un vasetto e una volta germogliato, trapiantarlo.

Se hai intenzione di piantare la camomilla in un frutteto , assicurati che tra ogni unità ci sia un spazio di 25 centimetri per garantire che possa essere fornito con tutti i nutrienti necessari.

Cresce in luoghi con clima temperato e ha elevate esigenze di luce solare. Pertanto, è preferibile seminarlo nella stagione soleggiata per facilitarne la crescita . Tuttavia, crescono anche in ombra parziale.

Nella stagione fredda potete riporlo in una serra, coprirlo con una rete che lo protegga dal freddo. Dagli più luce se necessario.

   

Come prepariamo il terreno?

Camomilla  richiede molti nutrienti  quindi si consiglia di utilizzare terreno ricco di essi.

Per distinguere questo tipo di terreno bisogna evitare che sia sabbioso e cercarlo di colore nerastro perché significa che contiene sostanze nutritive . allo stesso modo, non usare terreno molto argilloso poiché causerà uno scarso drenaggio e la decomposizione della pianta .

Nel caso in cui non si disponga del tipo di terreno richiesto, una buona opzione è aggiungere compost o vermi fusi . Tuttavia, qualsiasi altro substrato aiuterebbe anche la pianta a crescere . Fare attenzione che il terreno non sia compatto durante la semina della camomilla.

   

Come innaffiamo?

Camomilla  ha bisogno che la terra rimanga umida ma non necessita di eccessive annaffiature quindi si può optare per un’annaffiatura leggera ogni volta che si percepisce che il terreno è asciutto.

Un altro modo per innaffiare la pianta è posizionare un contenitore d’acqua sotto il vaso e far assorbire l’acqua necessaria.

La semina della camomilla passo dopo passo

Per prima cosa devi selezionare il tipo corretto di terreno , rimuovere le erbacce e aggiungere qualche tipo di substrato tra quelli già menzionati sopra.

Per seminare il seme direttamente nel terreno considera tre volte il diametro del seme e piantare a quella profondità . Una volta interrato il seme si ricopre di terra senza schiacciarlo.

Innaffia quotidianamente con un’irrigazione a spruzzo o a goccia , cioè non far cadere il flusso d’acqua direttamente sul seme fino a quando non germoglia.

   

Quando e come si raccoglie la camomilla?

 La camomilla germina circa 14 giorni dopo la semina. Se si è piantato in una piccola pentola e si desidera per trapiantare, esso è consigliabile che farlo quando la pianta ha già due foglie.

Una volta che la camomilla è fiorita (di solito ogni anno) puoi tagliare con le forbici la parte che utilizzerai . Fai attenzione che la pianta sia di circa 5-10 centimetri.

Una volta tagliata, la camomilla alla fine germoglierà di nuovo. Preferibilmente raccogliere nei giorni asciutti in modo che i fiori perdano rapidamente l’umidità. Una volta che sono completamente asciutti, conservali in contenitori senza esporli al sole.

Per incoraggiare la pianta a produrre fiori è necessario che lo poti spesso, cioè, taglia le foglie secche e gialle , gli steli extra e le erbacce.

Abbi cura di coprire il tuo fabbisogno idrico . Allo stesso modo, dai loro del compost una volta al mese se predominano le foglie gialle.

   

Quali parassiti e malattie ha?

Tra i parassiti e le malattie più comuni della camomilla ci sono tripidi , cocciniglie e afidi soprattutto in primavera , estate e autunno .

Per evitare qualsiasi tipo di questi animali è necessario tagliare continuamente le erbacce . Allo stesso modo, controlla giornalmente l’ intera pianta, compreso il terreno, per prevenire i parassiti.

Se rilevi foglie arricciate in punta con puntini neri, è molto probabile che la camomilla abbia dei tripidi . Una volta confermato, puoi scegliere di lavare con sapone neutro di potassio o fare una soluzione spray all’aglio e peperoncino e spruzzarla sulla pianta.

Gli afidi , invece, si nascondono nella parte inferiore delle foglie. Per eliminarli è preferibile utilizzare insetticidi naturali come sapone di potassio o olio di neem .

   

Le cocciniglie in gran numero possono diventare un parassita, quindi è meglio rimuoverle dalla pianta non appena le vedi.

Un’opzione per sradicarli è utilizzare farina fossile di origine organica , nonché eliminare l’umidità nelle aree in cui hai visto cocciniglie in cui scompaiono completamente.

Un altro fattore che solitamente aumenta la presenza di parassiti è la modifica delle condizioni climatiche come temperatura e umidità che possono accelerare il ciclo riproduttivo degli organismi.

Pertanto, mantenere stabili le condizioni della pianta.

Benefici di questa pianta

  • La camomilla è un’erba aromatica originaria dell’Europa. È stato utilizzato principalmente per le sue proprietà medicinali.
  • Si caratterizza per essere antinfiammatorio, rilassante e leggermente sedativo .
  • Come antinfiammatorio aiuta l’apparato digerente ad eliminare gas e dolori addominali.
  • Come rilassante e sedativo, aiuta anche a calmare il dolore dovuto ad artrite, mestruazioni e stress.
  • Viene anche usato per decongestionare le vie respiratorie e ridurre sia gli effetti dell’asma che dell’influenza.
  • La camomilla funziona anche per i lavaggi congiuntivali , cioè puoi lavare la zona degli occhi con acqua di camomilla per ridurre le irritazioni che possono essere causate da contaminazione , eccessiva esposizione alla polvere o infezioni leggere.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *