Suggerimenti

Pianta di erica: cura

Erica (alcune specie specifiche sono del genere Calluna e del genere Erica, come Calluna vulgaris o Erica arborea) È una delle piante decorative più comuni in molti giardini, sebbene sia in realtà un arbusto perenne. Si può trovare piantato direttamente nel terreno o in vaso e, a seconda dei casi, sarà necessario applicare qualche cura o altro. In generale possiamo considerare che si tratta di una pianta di facile cura, che non richiede particolari attenzioni o che è diversa dalla maggior parte delle piante decorative e che, quindi, è facile farla sembrare forte e sana. Tuttavia, se vuoi essere completamente sicuro che l’erica abbia tutto ciò di cui ha bisogno per svilupparsi correttamente, continua a leggere EcologíaVerde e ti diremo la cura dell’erica più importante e specifica di cui devi tenere conto.

Cura dell’erica in inverno all’aperto

Quando questo arbusto perenne è all’aperto quando fa freddo, è necessario tenere conto di una serie di fattori importanti quando si prende cura dell’erica all’aperto in inverno:

Posizione

Prima di tutto, dobbiamo tenere a mente che l’ erica o Erica è una pianta che ha bisogno di molto sole. Pertanto, dovrebbe essere sempre posizionato in aree dove riceve molta luce, almeno 8 ore di luce al giorno. Questo può essere un po’ più complicato in inverno, quando le ore di sole al giorno sono più brevi. Pertanto, è importante posizionarlo in un luogo in cui riceva abbondante luce.

Temperatura

L’erica è una pianta che ha bisogno di una temperatura calda. In generale, la cosa perfetta sarà che sia compresa tra 14ºC e 25ºC. In ogni caso, non tollera correttamente il gelo, quindi inverni molto rigidi possono metterne a rischio la sopravvivenza. Se questo è il caso, è meglio proteggerlo con una coperta di plastica trasparente durante i mesi più freddi.

Irrigazione

Allo stesso modo, un altro aspetto da tenere in considerazione per quanto riguarda la cura dell’erica in inverno sarà che non tollera bene l’eccesso di acqua nelle radici, il che non significa che il terreno debba essere asciutto. Infatti, è importante assicurarsi che il terreno sia umido, ma evitando sempre di innaffiare eccessivamente il terreno. Se ciò accade, è molto probabile che possa subire un attacco fungino alle radici, soprattutto in inverno, quindi sarà necessario essere attenti alle sue buone condizioni e regolare di conseguenza l’irrigazione. Inoltre, non farebbe male applicare un antimicotico al terreno durante i mesi autunnali e invernali. Preferibilmente un antimicotico ecologico, formulato a partire da minerali naturali che respingono l’azione dei funghi senza danneggiare o modificare il suolo.

Se ti piace avere fiori all’aperto anche in inverno, allora la varietà di questa pianta cespugliosa che ti consigliamo è Erica herbacea, conosciuta come erica invernale, erica a fioritura invernale o erica primaverile. Scopri di più Piante invernali con fiori per esterni in questo altro articolo di EcologíaVerde.

Cura dell’erica in estate all’aperto

Al contrario, quando arriverà l’estate, la cura più importante per questo arbusto ruoterà attorno alla possibile mancanza d’acqua. Queste sono le principali cure dell’erica in estate:

Posizione

Come abbiamo già detto, l’erica è una pianta che ha bisogno di molta luce, quindi l’estate sarà un periodo appropriato per questa pianta. Tuttavia, è anche necessario che il terreno rimanga sempre umido, ed è qui che dovremo concentrare la nostra attenzione quando ci prendiamo cura dell’erica o dell’Erica all’aperto in estate.

Irrigazione

Sebbene non rappresenti lo stesso rischio dei mesi invernali, è importante evitare di allagare il terreno dell’erica in modo che le radici non marciscano e che i funghi non possano comparire. Tuttavia, dato che in estate l’evaporazione dell’umidità dal terreno sarà notevolmente maggiore, è fondamentale che l’irrigazione venga effettuata ogni volta che è necessario, evitando sempre che il terreno si asciughi. In questo senso, l’irrigazione più consigliata sarà quella a goccia, in quanto evita di depositare troppa acqua sul terreno pur consentendone l’applicazione solo nella quantità e nella zona in cui è necessario.

fertilizzante e fioritura

A fine estate si consiglia di applicare una piccola quantità di fertilizzante ricco di fosforo. Ciò consentirà l’anno successivo la fioritura dell’erica di essere più potente e lo sviluppo della pianta in modo più sano e forte.

Cura dell’erica in vaso da interni

Sebbene l’erica sia una pianta prevalentemente da esterno, può anche essere coltivata in vaso e conservata al chiuso. Se decidi di avere questa pianta come questa nella tua casa, segui questi suggerimenti su come prenderti cura dell’erica in vaso in casa:

Posizione

Come è stato accennato, l’erica è una pianta che richiede luce abbondante. Pertanto, a meno che non sia una varietà specifica che tollera meglio gli ambienti interni, quando si ha l’erica in vaso in casa è molto importante che sia posizionata vicino a una finestra o a una fonte di luce il più abbondante possibile.

Substrato o terra

Allo stesso modo, un altro dei fattori da tenere in considerazione quando si ha una pianta di erica in vaso e in casa è che il substrato utilizzato dovrà essere il più adatto alla pianta, poiché la sua capacità di spargere le radici sarà maggiore limitato che se fosse piantato direttamente nel terreno. Nel caso dell’erica si consigliano substrati leggermente acidi. In tutti i casi, devono avere un pH inferiore a 7. Per fare ciò, è sufficiente ordinare questo tipo di substrato nei negozi di giardinaggio.

Irrigazione

Infine, un’altra cura per l’erica in vaso in casa che non possiamo trascurare è l’irrigazione. Qui accadrà la stessa cosa che è accaduta con le eriche o le erica piantate nel terreno. Troppa acqua farà marcire le radici, mentre troppo poca può far seccare l’erica. Pertanto, è essenziale essere sempre molto consapevoli dell’umidità del supporto. Inoltre, è anche essenziale che l’acqua si accumuli nella piastra inferiore del vaso, poiché sarà il modo principale di far marcire le radici nel caso di un’erica in vaso. Sarà invece meglio innaffiarla poco alla volta in modo abbastanza regolare e, ad ogni cottura ultimata, eliminare l’acqua in eccesso che scola dai fori inferiori della pentola e rimane nel piattino.

Che cosa è erica o Erica

La parola erica ha origine nella parola celtica “Vroikos”, che significa “ornare, pulire o abbellire”.

I fiori di erica hanno un significato legato alla bellezza e alla buona fortuna. Inoltre, simboleggiano anche protezione, ammirazione e solitudine. Questo è un significato generale, ma a seconda del colore del fiore, il significato può variare. Da un lato, i fiori di erica viola sono più associati alla bellezza, all’ammirazione e alla solitudine e, dall’altro, i fiori di erica rosa sono più associati alla buona fortuna e il bianco e il giallo alla protezione.

dove acquistare piante di erica

Se ti è piaciuta questa pianta e ora vuoi acquisirla per aggiungerla al tuo balcone, terrazzo, giardino o terreno, puoi andare in luoghi diversi.

Per acquistare la pianta di erica ci si può rivolgere a fioristi, vivai, negozi di giardinaggio specializzati (anche grandi siti dedicati all’outdoor, sia per le piante che per l’arredamento e la decorazione), oltre che nei negozi online.

Se desideri leggere altri articoli simili a Pianta di erica: cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.