Suggerimenti

Piantare gli asparagi: come e quando

L’asparago, con il nome comune Asparagus officinalis, è una pianta molto apprezzata per i suoi asparagi, che non sono altro che i giovani e teneri germogli, che si consumano per il loro sapore e le proprietà salutari. Gli asparagi bianchi sono quelli che vengono raccolti prima che li colpisca il sole, mentre i cosiddetti asparagi selvatici sono quelli selvatici, che sono verdi e si trovano in molte zone della vegetazione mediterranea.

Se vuoi imparare tutto per mantenerli freschi e biologici a casa, non esitare a unirti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui ti diciamo quando e come piantare gli asparagi.

Quando piantare gli asparagi

La prima cosa da dire qui è che ci sono due modi per piantare gli asparagi. Uno è procurarsi o acquistare semi di asparagi e farli germogliare in un vivaio, ma questo metodo non è altamente raccomandato, poiché implica che dovremo aspettare altri due anni per iniziare a raccogliere i nostri primi asparagi.

Pertanto, il metodo più utilizzato è l’altro, che consiste nell’acquistare le chele di asparagi, così vengono chiamati i loro rizomi. La stagione migliore per piantare gli artigli è tra il tardo inverno e l’inizio della primavera.

Come piantare gli asparagi

L’asparago è una pianta molto resistente, che può crescere nel nostro giardino fino a 10 anni. Proprio per questo, è molto importante preparare adeguatamente il terreno prima di metterli a dimora, poiché ci vorrà del tempo per liberarlo nuovamente. Segui questi suggerimenti e passaggi su come piantare gli asparagi:

  1. Scavate una trincea larga 30 cm, sarà qui che pianterete la fila di asparagi. Fatela in un luogo soleggiato a terra, anche se se non ce l’avete questa pianta accetta anche condizioni di semi-ombra.
  2. Per garantire che il terreno sia adatto, è meglio preparare da soli il letto di trincea. Preparare una miscela di compost, letame o humus di vermi. Qui puoi imparare come fare l’humus di lombrico. Questa base fornirà agli asparagi i nutrienti di cui ha bisogno, poiché sono molto esigenti in questo senso. Coprire i primi 10 centimetri della trincea con questo composto e poi piantarvi gli artigli.
  3. È importante che le radici siano distese il più possibile, a forma circolare e con la chioma rivolta verso l’alto, altrimenti gli asparagi non cresceranno correttamente.
  4. Separare le chele di circa 50 cm l’una dall’altra e, se si fanno più file, lasciare ancora più distanza tra loro, circa 70 cm.
  5. Quindi coprire i restanti 20 cm nella trincea con terra. Questo terreno dovrebbe essere ricco di sostanza organica, ben drenato e abbastanza sciolto. Se il terreno che stai utilizzando è molto argilloso, dovrai aggiungere altro compost all’impasto.
  6. Dopodiché, annaffiate abbondantemente e ripetete l’operazione una volta alla settimana fino a quando gli asparagi iniziano a crescere. Entro la metà e la tarda primavera, dovresti iniziare a vederli germogliare.

Cura degli asparagi

Ora che sai come piantare l’asparago, ti consigliamo di consultare la cura di base dell’asparago per avere successo nella sua coltivazione:

Terreno e irrigazione degli asparagi

Come abbiamo detto, l’asparago necessita di un terreno molto ben drenato oltre ad essere ricco di sostanze nutritive. Questa è una pianta che sopporta molto bene la mancanza d’acqua, ma al contrario non tollera l’eccesso di umidità. Pertanto, se abiti in una zona piovosa o umida, difficilmente avrai bisogno di annaffiarli una volta germogliati, ad eccezione di possibili estati molto calde. Nei climi temperati e soleggiati, in genere è sufficiente annaffiare ogni dieci o quindici giorni. Per evitare che accumuli troppa umidità, prova ad annaffiare senza bagnare la pianta di asparagi, inumidindo invece il terreno circostante. Uno scarso drenaggio o un’irrigazione eccessiva causeranno la comparsa di funghi o la putrefazione delle radici, rovinando tutto il lavoro del tuo raccolto.

temperatura ideale

La temperatura ideale per gli asparagi è compresa tra 18ºC e 25ºC, ma grazie alla sua resistenza può resistere anche al gelo, anche se è sempre meglio cercare di proteggerlo bene se viviamo in zone dove può esserci gelo.

Pianta i pomodori accanto agli asparagi

Consigliamo anche di piantare i pomodori vicino agli asparagi, in quanto sono una delle verdure che crescono bene insieme. Ciò significa che sono specie che non competono completamente per i nutrienti nel terreno e che addirittura si proteggono a vicenda da possibili attacchi di parassiti.

Se sei interessato a mettere insieme queste verdure, ti consigliamo questo altro articolo di EcologíaVerde per imparare tutto su Come coltivare pomodori biologici.

Quando raccogliere gli asparagi

Nel primo anno si consiglia di far morire gli asparagi a fine stagione, senza raccoglierli. Ci sono dei contadini che usano metodi alternativi per poter raccogliere fin dal primo anno, ma a meno che tu non abbia fretta, ti consigliamo di aspettare la seconda stagione.

La raccolta degli asparagi, che avviene nei mesi caldi, consiste nel lasciare due steli non tagliati per consentire alla pianta di svolgere una buona fotosintesi, e nel tagliare i teneri steli a livello del suolo per il nostro consumo, man mano che crescono. Si consiglia inoltre di far riposare la pianta per un mese in modo che le radici si riprendano dallo sforzo.

Proprietà degli asparagi

Per finire, vi diamo informazioni sulla composizione nutrizionale e le proprietà degli asparagi, che vengono utilizzati molto di più se coltivati ​​biologicamente e consumati freschi, sia con condimenti, alla griglia, al forno, ecc.

Sostanze nutritive per gli asparagi

  • Acqua.
  • Fibre.
  • Vitamine A, B1, B2, B6, B9, C, D ed E.
  • Flavonoidi.
  • Magnesio.
  • Potassio.
  • Incontro.
  • Calcio.
  • Ferro.

Proprietà salutari degli asparagi

  • Digestivo.
  • saziante.
  • antiossidanti.
  • Disintossicanti.
  • Diuretici.
  • dimagrimento.

Sono considerati un alimento che aiuta a dimagrire, purché il loro consumo sia accompagnato da buone abitudini alimentari ed esercizio fisico, perché ti riempiono di una piccola quantità, aiutano la digestione, eliminano i liquidi trattenuti e perché hanno ciò che è noto come negativo calorie perché spendono di più nel processo di digestione e assimilazione dei loro nutrienti ed eliminazione delle scorie rispetto alla quantità di calorie che ogni asparago fornisce.

Inoltre, grazie alla quantità di vitamine e di alcuni minerali che contengono, gli asparagi sono ottimi antiossidanti, quindi aiutano a mantenersi in buona salute combattendo i radicali liberi che ossidano le cellule e le invecchiano e, inoltre, grazie al folato (acido folico o vitamina B9) che contengono, sono altamente raccomandati per le donne in gravidanza.

Se desideri leggere altri articoli simili a Piantare gli asparagi: come e quando, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.