Suggerimenti

Piante fertilizzanti 101: Tutto quello che devi sapere per farlo bene

Sapevate che fertilizzare le vostre piante è affascinante? La maggior parte dei giardinieri non lo fa.

In realtà, la maggior parte dei giardinieri non sa come fertilizzare correttamente il proprio giardino. Lo ammetto. Nei miei primi anni di giardinaggio, ho fecondato quando volevo o se volevo.

A parte questo, il mio giardino era solitario.

Tuttavia, da allora ho imparato che ogni giardino ha bisogno di fertilizzante. Il terreno del vostro giardino, le sostanze nutritive che lo riempiono e la corretta applicazione del fertilizzante possono fare la differenza nel vostro raccolto.

Ecco perché vi aggiornerò.

>


Di quali sostanze nutritive hanno bisogno le piante?

Le piante hanno bisogno di nutrienti specifici dal terreno. Il fatto è che quando vengono piantate ogni anno, le piante estraggono queste sostanze nutritive dal terreno e non vengono magicamente reintegrate.

È quindi importante fertilizzare le vostre piante, per garantire che ricevano le sostanze nutritive che le piante precedenti hanno già potuto attingere dal loro terreno.

È anche importante fertilizzare le piante mentre il terreno si sta riempiendo. Questo permetterà alle piante di estrarre ciò di cui hanno bisogno dal terreno in modo naturale, senza additivi.

Ecco le sostanze nutritive di cui le piante hanno bisogno:

1. azoto

L’azoto è naturalmente raro in natura. Tutte le piante ne hanno bisogno, e nel corso degli anni le piante hanno imparato ad estrarre il più possibile dal terreno per assicurarsi di averne abbastanza per sopravvivere.

Tuttavia, quando vedrete quanto è vitale l’azoto, capirete perché. Aiuta le piante a produrre proteine, il che permette loro di creare nuovi tessuti e di continuare a costruire, ed è vitale per la loro sopravvivenza.

2. fosforo

Questo nutriente è essenziale per le piante perché è ciò di cui hanno bisogno per produrre sistemi di radici affidabili. È il fosforo che favorisce la crescita delle loro radici.

Inoltre, aiuta le piante a produrre germogli, fiori e fiori a produrre frutta. Aiuta anche la pianta a creare semi sani per una maggiore prole.

3. potassio

Abbiamo sentito dire che i carboidrati sono cattivi. Per le piante, non lo sono. Le piante hanno bisogno di carboidrati per nutrirsi.

Beh, il potassio permette loro di produrre carboidrati. Aiuta anche la pianta ad essere resistente alle malattie, il che favorisce una vita sana.

4. calcio

Le piante non hanno bisogno di molto calcio aggiunto al terreno, ma bisogna assicurarsi che ce ne sia abbastanza.

Il motivo è che il calcio è ciò che aiuta a legare il terreno. Il calcio migliorerà le condizioni del suolo e darà alla pianta una più facile possibilità di sopravvivenza.

5. magnesio

Se avete fatto un qualsiasi tipo di scienza, avete sentito parlare di fotosintesi. È il processo che le fabbriche usano per produrre il loro cibo.

La fonte di cibo è il sole. Le piante hanno bisogno di magnesio per trasformare la luce del sole in cibo. Senza di essa, non sopravviveranno.

6. Zolfo

Le piante hanno bisogno di proteine per costruirsi e ricostruirsi se danneggiate. Lo zolfo è un componente essenziale delle proteine.

Senza zolfo, una pianta potrebbe avere problemi a produrre proteine, che potrebbero causare il crollo dell’intera pianta.

Ognuno di questi nutrienti può essere collocato nel vostro terreno utilizzando diverse varietà di fertilizzanti, di cui parleremo più avanti.

Tuttavia, è importante sapere di cosa ha bisogno la vostra pianta, cosa potrebbe mancare, e assicurarsi di reimmettere questi nutrienti nel terreno o di applicarli direttamente alla vostra pianta.

Altrimenti si rischia di perdere completamente il raccolto.


I diversi “alimentatori”

Diverse varietà di piante richiedono diverse quantità di fertilizzante per essere produttori felici. I termini sono: le piante possono essere ad alta alimentazione, ad alimentazione moderata o a bassa alimentazione.

È essenziale conoscere il tipo di mangiatoia per ciascuna delle vostre piante per garantire che venga concimata di conseguenza.

I grandi mangiatori

Allineare”>>

attraverso bonnieplants.com

I mangiatori pesanti sono, come suggerisce il loro nome. Hanno bisogno di una grande quantità di nutrienti per produrre in modo efficiente.

È necessario applicare il fertilizzante mentre si piantano le colture e di nuovo più tardi nella stagione di crescita. Occasionalmente è possibile utilizzare anche un fertilizzante liquido ad azione rapida.

Le piante alimentate pesantemente sono:

  • Broccoli
  • Cavolini di Bruxelles
  • Cavolo
  • Melone
  • Cavolfiore
  • Mais
  • Cetrioli
  • Melanzana
  • Cavolo
  • Cavolo rapa
  • Cipolle
  • Peperoni
  • Rabarbaro
  • Zucca
  • Pomodori
  • Anguria

Mangiatori moderati

Allineare”>>

tramite southernexposure.com

Le piante che sono considerate moderatamente nutrite rispondono meglio ai fertilizzanti liquidi ad azione rapida rispetto a qualsiasi altro tipo di fertilizzante.

Tuttavia, sembra che a loro piaccia farci applicare della pacciamatura perché aiuta il terreno a drenare meglio. La pacciamatura permette loro di estrarre dal terreno le sostanze nutritive di cui hanno bisogno in base alle necessità.

Le piante che si nutrono moderatamente lo sono:

  • Barbabietole
  • Carote
  • L’okra
  • Pisello di piccione
  • Patate
  • Patate dolci

Alimentatori leggeri

Allineare”>>

tramite jungseed.com

Gli alimentatori leggeri non richiedono molta fertilizzazione. Invece, aggiungete una quantità minore di fertilizzante quando piantate il raccolto.

Oltre a questo, si prendono cura di se stessi. Le piante che si nutrono di luce lo fanno:

  • Fagioli arbustivi
  • Foglie di senape
  • Piselli
  • Rape

Capire come vengono alimentate le vostre piante vi aiuterà a sapere di cosa hanno bisogno durante la semina e quanta attenzione dovete dare loro durante la stagione di crescita in termini di applicazione di più sostanze nutritive.


Tipi di fertilizzanti e loro impieghi

Ci sono molti tipi diversi di fertilizzanti. Alcuni sono più comuni di altri, ed è importante sapere come utilizzare le opzioni più comuni.

Tuttavia, bisogna prima capire che la fecondazione è un equilibrio. Se non nutrite abbastanza il vostro giardino, potreste ritrovarvi con piante deboli.

Ma se fertilizzate troppo spesso il vostro giardino, finirete con un sacco di fogliame sulle vostre piante e un raccolto minimo.

Alcuni tipi comuni di fertilizzanti :

  • Letame
  • Compost
  • Concime liquido
  • Concime granulato
  • Polvere di fertilizzante


1. concime secco

Quando si usa il fertilizzante secco, si vuole usarlo su piante già affermate. Il fertilizzante secco è una buona opzione se date ai vostri mangiatori pesanti il secondo mangime più tardi nella stagione della crescita.


2. fertilizzante a lenta cessione

La maggior parte dei fertilizzanti a lento rilascio sono fertilizzanti organici sintetici o speciali. Sono destinati a nutrire i vostri raccolti per un periodo di tempo. I fertilizzanti a lento rilascio sono una buona scelta per piante sane a lungo termine, ma non per le piante a rischio.


3. Concimi liquidi

Questi fertilizzanti sono ad azione rapida. Sono un’ottima scelta per le piante in via di estinzione e che hanno bisogno di essere stimolate. Se si acquista un fertilizzante speciale con un alto contenuto di potassa, può anche stimolare il raccolto.


4. Letame

Quando il letame viene applicato al terreno, aiuta a mantenere l’umidità. Aggiungerà anche sostanze nutritive al vostro terreno. Il letame è un ottimo fertilizzante che viene aggiunto al terreno in autunno per dargli il tempo di decomporsi e accumularsi.

E ‘anche una buona cosa da aggiungere al vostro terreno dopo la semina. È possibile applicare due o tre cm di concime intorno alle piante come una specie di pacciame.


Concimi organici e chimici

I fertilizzanti possono essere oggetti che si trovano in natura, o prodotti chimici artificiali possono essere acquistati. Ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi. È essenziale capire cosa sono, perché entrambi i fertilizzanti possono essere utili, ed entrambi hanno i loro svantaggi.

Ecco cosa dovete sapere:


1. fertilizzanti organici

I fertilizzanti organici sono elementi come il concime, il letame, la farina di sangue, la farina di ossa e la farina di semi di cotone, che possono essere coltivati o acquistati. Possono essere applicati alle vostre colture e dare loro una spinta naturale.

Tuttavia, va notato che i fertilizzanti organici possono essere utili. Tuttavia, hanno anche i loro difetti. I vantaggi dell’utilizzo di fertilizzanti organici sono molteplici:

  • I fertilizzanti organici non sono solubili in acqua. Pertanto, essi vengono lentamente rilasciati nell’impianto.
  • Migliora la struttura del suolo
  • I fertilizzanti organici possono essere coltivati o allevati, il che potrebbe renderli economici o gratuiti.
  • Letame e compost sono facilmente disponibili nella maggior parte delle aree, rendendo i fertilizzanti organici facilmente accessibili.

Gli svantaggi dei fertilizzanti organici sono i seguenti:

  • Gli articoli utilizzati per la fertilizzazione organica sono spesso ingombranti, il che li rende difficili da trasportare, immagazzinare o distribuire.
  • Poiché i fertilizzanti organici sono lenti da alimentare, possono essere inefficaci sulle piante in via di estinzione.
  • Poiché i fertilizzanti organici non sono generalmente confezionati e non vengono prodotti, i componenti possono essere diversi per ogni lotto. Può quindi essere difficile sapere quanto applicare al vostro giardino.


2. fertilizzanti sintetici

I fertilizzanti sintetici sono fertilizzanti chimici artificiali. Poiché sono prodotti, sono solubili in acqua, il che li rende rapidamente rilasciabili.

Come i fertilizzanti organici, anche i fertilizzanti sintetici hanno i loro vantaggi e svantaggi. Questi sono i vantaggi dell’utilizzo di fertilizzanti sintetici:

  • Più economico
  • Facilmente accessibile
  • Uno sgancio rapido che li fa lavorare velocemente

Gli svantaggi dell’utilizzo di fertilizzanti sintetici sono i seguenti

  • Non aggiungete nulla al vostro piano
  • Male per l’ambiente a causa dei metodi di produzione e del rischio di contaminazione delle forniture d’acqua
  • Potreste bruciare le vostre piante a causa della loro rapida azione


Come applicare il fertilizzante nel vostro giardino

Ora che conoscete i diversi tipi di fertilizzanti, i loro scopi, i vantaggi e gli svantaggi e le esigenze delle diverse piante nel terreno, siete pronti a parlare dei diversi metodi di applicazione dei fertilizzanti nel vostro giardino.

Ecco cosa dovete sapere per concimare correttamente il vostro giardino:


1. I numeri contano

Quando si sceglie un fertilizzante in un negozio, fare una scelta equilibrata. Vedrete il fertilizzante etichettato 5-5-5-5 o 10-10-10.

Ma cosa significano i numeri? Le cifre mostrano non solo che il fertilizzante è bilanciato, ma anche che è bilanciato negli ingredienti principali.

Il primo numero indica la quantità di azoto contenuta nel fertilizzante. La seconda figura mostra la quantità di fosfato nel fertilizzante. L’ultimo numero indica la quantità di potassio.

È importante sapere cosa si compra e cosa significano i numeri per acquistare ciò che meglio si adatta alle vostre specifiche esigenze di giardinaggio.


2. Alimentare le radici

Potete nutrire le radici delle vostre piante applicando concime e fertilizzanti durante la semina e prima della stagione di crescita per accumulare sostanze nutritive nel terreno.

Inoltre, quando le piante sono ben stabilite, è possibile aggiungere del fertilizzante alla base delle piante per fornire loro le sostanze nutritive necessarie.


3. Alimentare il fogliame

È essenziale assicurarsi che anche il fogliame delle piante sia nutrito. Le piante possono assorbire da otto a venti volte più nutrienti attraverso il fogliame che attraverso le radici. Ecco perché è una buona idea applicare di tanto in tanto del fertilizzante liquido alle vostre piante.

Inoltre, i fertilizzanti liquidi possono aumentare significativamente il raccolto se applicati al momento giusto. È una buona idea spruzzare le piante quando vengono trapiantate, quando fioriscono e dopo che i primi frutti cominciano ad apparire.

Tuttavia, controllare l’elenco dei tipi di alimentatori per piante, poiché per alcune varietà potrebbe non essere necessario fertilizzare così tanto.


4. Controllare il terreno e il pH

Infine, dobbiamo controllare il piano e vedere se ci sono delle carenze. Se ci sono, è necessario aggiungere un fertilizzante equilibrato e le sostanze nutritive di cui il terreno è carente.

Inoltre, controlla il pH del terreno perché se il terreno non è equilibrato, la pianta non sarà in grado di assorbire le sostanze nutritive.

La maggior parte delle piante preferisce un pH equilibrato da 6,0 a 7,0.

Bene, ora sapete come fertilizzare le vostre piante. Se alimentate le vostre piante nei momenti chiave, dovreste essere a posto.

Tuttavia, se le vostre piante iniziano a sembrare piangenti, può essere un segno che hanno bisogno di nutrienti. Le piante hanno un modo per farti sapere quando ne hanno bisogno.

Ma mi piacerebbe saperne di più su di te. Qual è il tuo tipo di fertilizzante preferito? Qual è il vostro metodo di applicazione preferito? Avete un segreto per “mantenere l’equilibrio” del fertilizzante nel vostro giardino?

Vorremmo avere tue notizie. Lasciateci le vostre impressioni nella sezione “Commenti” qui sotto.

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *