Suggerimenti

Potatura Naranjo: [Date, modi per farlo e strumenti]

Gustare arance grandi e succose è un’attività che tutti amano. L’arancione sta diventando sempre più di moda.

Ma affinché questo risultato si verifichi, gli agricoltori applicano tutte le misure corrette per garantire raccolti migliori.

Queste azioni vanno dalla semina al processo di potatura dell’albero di arancio, che, sebbene possa sembrare semplice, ha alcuni punti importanti che è necessario conoscere.

Potrebbe interessarti anche: Il fertilizzante per arance.

Perché potare l’arancia?

Le ragioni che portano a potare gli alberi da frutto sono molteplici e possono influenzare elementi come l’estetica.

Tuttavia, il motivo principale è garantire che l’albero stia effettuando una corretta distribuzione dei nutrienti.

Quando si hanno rami o germogli inattivi di altre piante, di solito sfruttano l’energia e i nutrienti di cui hanno bisogno anche altri rami e germogli più importanti. In questo modo, la distribuzione dell’energia dell’albero è meno efficiente.

Per questo motivo, è fondamentale che l’ arancio possa essere potato una volta all’anno.

Quando dovrebbe essere fatta la potatura degli aranci?

Evita il gelo

La potatura di questo agrume deve essere effettuata in tempi lontani da possibili gelate.

Cioè, per avvertire il comportamento del clima e nel caso in cui le temperature si avvicinino a 0º C, evitare la potatura.

Evita la fase di fioritura

Ma oltre a questo vanno evitate anche le fasi in cui l’arancio svolge la sua attività di fioritura e sviluppo dei frutti.

Il motivo è che è un momento in cui c’è molta attività interna all’interno della pianta e quando si taglia un ramo quella linfa andrà persa.

Il periodo migliore: inizio primavera o fine estate

Con tutto ciò possiamo supporre che il momento migliore per potare l’arancia sia all’inizio della primavera o alla fine dell’estate.

Ora, in termini di età, i giovani aranci che non hanno dato il raccolto possono essere potati quando necessario.

Nel caso di quelli che stanno già producendo, sarà sempre più favorevole aspettare fino a dopo la raccolta.

Di quali strumenti abbiamo bisogno per potare un albero di arancio?

Gli strumenti utilizzati per potare l’arancia varieranno a seconda delle caratteristiche dei rami con cui si lavora.

Nel caso delle più semplici e sottili si utilizzeranno le normali forbici da potatura, che possono essere ad una o due mani.

Alcuni rami più spessi avranno bisogno del supporto di altri tipi di strumenti come asce o seghe , che possono applicare più forza.

Nel caso di quelli più spessi, o quando si preferisce avanzare più velocemente, i tagliasiepi saranno lo strumento ideale.

Attenzione a questo:
Alcune varietà di aranci hanno spine o aculei sui rami. È importante procurarsi dei guanti per proteggere le mani da possibili lesioni o tagli.

Come farlo correttamente?

Affinché la potatura dell’arancio sia eseguita correttamente e per favorire il buon comportamento e la salute dell’albero da frutto, è necessario eseguire quanto segue:

  1. Controlla ad occhio nudo tutti quei rami che possono essere fuori servizio rispetto all’albero , come quelli che sono cresciuti in maniera incontrollata o che sono così bassi da trascinare i frutti.
  2. Determina la struttura di base dell’albero di arancio che sarà costituita da tre rami principali che partiranno dal tronco. Questi rimarranno per tutta la vita dell’albero, quindi devono essere scelti molto bene.
  3. Verificare che non vi siano germogli sulla pianta dell’albero o nodi emersi nelle parti superiori che possano impedire il normale flusso di linfa in tutta la struttura.

La potatura ha diversi livelli a seconda della quantità di materia vegetale che viene scartata.

Tuttavia, hanno tutti lo stesso scopo, che è quello di garantire che l’albero sia nelle migliori condizioni per svilupparsi e dare i suoi frutti.

Sebbene in alcuni casi si possa percepire che l’albero sta diventando molto più piccolo e che viene danneggiato, alla fine questa sarà un’azione che lo rinnoverà e lo rivitalizzerà.

Bibliografia e riferimenti

  • Controllo della fioritura e del carico di frutta negli aranci di Valencia tardivi mediante l’applicazione di acido gibberelico e potatura. Varela P, Camilo Andrés.
  • Tecniche orticole per ottimizzare la pezzatura e la qualità del frutto dell’arancio (Citrus sinensis L.)
  • Potatura di agrumi, Juan Eutiquio PADRÓN CHÁVEZ.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.