Suggerimenti

Proteggi il giardino dai parassiti

L’indiscriminato uso di pesticidi sintetici distrugge non solo i parassiti delle piante, ma anche la fauna utili, composto da piccoli animali che non danneggiano le piante che si nutrono di insetti, come grossi ragni o s coccinelle (va chiglie) questi ultimi grandi predatori di afidi . Nei luoghi frequentati da lucertole, si osserva che afidi e acari (i temibili ragnetti rossi o gialli, quasi microscopici) hanno vita difficile.

Alcuni miriapodi, come i millepiedi, sono temibili predatori di alcuni tipi di insetti e delle loro larve. Questi animaletti vivono solitamente in cumuli di foglie, negli anfratti della corteccia o in luoghi umidi e bui, e raramente sono dannosi per le piante coltivate, poiché prediligono ortaggi già attaccati.

Se c’è uno stagno con le rane vicino al frutteto , la lotta biologica avrà un buon alleato. Una buona idea è quella di ospitare in un angolo tranquillo una famiglia di ricci, abitanti dei nostri boschi, rovi e aree coltivate, lasciandoli riprodurre senza disturbarli. Sebbene in caso di bisogno si nutriranno di vegetali, questi animali sono principalmente carnivori e insettivori, quindi mangeranno coleotteri, larve, lumache, chiocciole e piccoli roditori.

Gli uccelli sviluppano anche una caccia molto attiva a insetti, larve, lumache e lumache (lumache). Per evitare che si nutrano di colture da giardino, è possibile piantare siepi ornamentali con un’abbondanza di bacche e, se necessario, è possibile fornire anche mangime.

L’acqua deve essere messa a loro disposizione per bere e fare il bagno, in contenitori bassi con all’interno dei sassolini. Possiamo anche facilitare la nidificazione appendendo nidi o capanne nella parte frondosa dei cespugli.

La lotta biologica nell’orto biologico

Alcuni dei metodi naturali di cui abbiamo parlato rientrano nella cosiddetta lotta biologica, attualmente molto evoluta nelle grandi colture specializzate (negli orti industriali, nei vivai e, soprattutto, nelle serre).

Queste tecniche possono essere raggruppate come segue:

* Introduzione nelle colture di nemici naturali dei parassiti delle piante : insetti predatori o, a loro volta, parassiti di parassiti e microrganismi (batteri, virus, funghi), malattie che causano infezioni di insetti dannosi.

* Feromoni , sostanze che trasmettono falsi messaggi di tipo sessuale o di allarme agli insetti, per farli andare in massa verso trappole che avremo posizionato strategicamente.

* Repellenti , sostanze che vengono spruzzate sulle foglie per scacciare i parassiti, la ricerca è finalizzata alla selezione di piante capaci di sintetizzare queste sostanze repellenti.

* I nematodi entomoparassiti , sono organismi microscopici che vivono in una pacciamatura appositamente preparata o in apposite spugne, si distribuiscono in numero ridotto sul terreno, dove si moltiplicano a discapito di una vasta gamma di parassiti.

Rimedi naturali

Possiamo preparare in casa una moltitudine di biopreparati utilizzando diverse piante che noi stessi possiamo coltivare in azienda o in vaso. Quando si tratta di combattere i parassiti possiamo usare:

Infuso di legno Quasia : aggiunto ad una soluzione di sapone bianco, è consigliabile per controllare una vasta gamma di insetti e crittogame.

Pelitre (polvere di crisantemo), molto efficace, ma colpisce anche la fauna ausiliaria.

Soluzione di sapone di potassio : non presenta rischi, è molto efficace contro afidi e vermi.

Estratti di ortica o felce imperiale : molto utili contro acari, afidi e vermi

Cenere di legna da ardere : spruzzato con un mantice sulle piante bagnate combatte gli afidi. Se invece lo mettiamo a terra, impedisce l’avanzata di lumache e lumache.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *