Suggerimenti

Pulire un terreno: chiavi e consigli

Gli autori di questo sito Web sono fervidi sostenitori del mantenimento di una copertura vegetale minima sul terreno, poiché ha dimostrato di offrire grandi vantaggi in termini di conservazione dell’umidità del suolo, riduzione dell’erosione e conservazione della diversità entomofila per ridurre l’aggressività dei parassiti. Per questo motivo è sempre più comune lasciare una minima copertura di erba o erba naturale tra i filari delle colture arboree.

Tuttavia, come ogni cosa in questa vita, dobbiamo trovare il perfetto equilibrio ed evitare che l’erba superi un’altezza o un volume che potrebbero influire negativamente sulle nostre colture e piante o impedire il corretto funzionamento dei nostri macchinari o ostacolare la nostra forza lavoro.

Qui entrano in gioco i decespugliatori, attrezzatura meccanica che riesce a tagliare l’erba o il prato per lasciarlo ad un’altezza definita, perfetta per continuare ad offrire i vantaggi della conservazione del suolo ma senza i problemi sopra citati. Inoltre, questi ritagli possono anche fungere da sovescio, scomponendosi lentamente e restituendo i nutrienti assorbiti al terreno.

In questo articolo vi raccontiamo l’ importanza della manutenzione del giardino o del terreno, l’utilizzo di questa macchina agricola e alcuni consigli per la scelta di un decespugliatore con ruote nel caso in cui lavoriamo su medie o grandi superfici.

Vantaggi dell’utilizzo di decespugliatori in un giardino o in un terreno agricolo o in un giardino

Continuando con il filo precedente, una copertura vegetale minima, diciamo ad un’altezza non superiore a 10 cm, offre vantaggi su tutti i livelli fisico-chimici di un suolo. E questa idea deve essere presa in considerazione nei paesi dove c’è un alto degrado ed erosione del suolo, e la Spagna è uno di questi. Il pendio di coltivazione, il deflusso tipico delle forti piogge nell’area mediterranea e l’aratura aggressiva favoriscono la perdita di qualità del suolo.

In generale, la manutenzione periodica dell’area adiacente alla coltura mediante disboscamento offre i seguenti vantaggi:

  • Maggiore conservazione dell’umidità nel suolo e ottimizzazione dell’acqua di irrigazione.
  • I nutrienti vengono forniti al terreno dai resti vegetali tagliati.
  • Aumenta l’ossigenazione e la respirazione del terreno grazie alle radici delle erbe avventizie.
  • La diversità degli insetti è incoraggiata per raggiungere l’equilibrio biologico e ridurre l’attacco dei parassiti.
  • Aumento della diversità microbiologica nell’ambiente.
  • L’uso di erbicidi è ridotto o evitato.
  • Viene impedito il deflusso dell’acqua piovana, soprattutto su terreni in pendenza.

Di tutti, quello che apprezziamo più positivamente è l’aumento della conservazione dell’umidità del suolo. Quando i raggi del sole non cadono direttamente sul terreno, ma passano attraverso un filtro precedente come l’erba o l’erba tagliata, l’umidità nel terreno dura fino a 3 volte più a lungo. Ciò presenta enormi vantaggi, sia dal punto di vista della formazione della materia organica che della promozione dello sviluppo microbiologico.

D’altra parte, una superficie vegetata riduce la velocità di deflusso dell’acqua, cosa che limita notevolmente il trascinamento di sostanze nutritive, terreno o pietre che causano danni ed erosione nell’ambiente.

Come sgomberare la terra?

Possiamo pensare al compito di sgomberare che può diventare difficile e laborioso, ma non è così, poiché attualmente abbiamo diversi gruppi di decespugliatori tra cui scegliere a seconda della superficie che abbiamo.

Dal tipico decespugliatore manuale che funziona a batteria o benzina per piccole superfici, al decespugliatore con ruote, di media, finendo con un super decespugliatore trainato, in grado di tagliare grandi superfici di decespugliatore in brevissimo tempo, a velocità di fino a 15-20 km/h.

L’operazione di sgombero di un campo è estremamente semplice. È solo necessario essere in ordine e ripetere i movimenti di taglio più e più volte. Se utilizziamo macchinari manuali, è un po’ più complicato poiché siamo noi a definire l’altezza di taglio con il nostro movimento. Tuttavia, un altro tipo di macchinario più professionale come i decespugliatori a ruote consente la regolazione automatica dell’altezza.

In giardino è consuetudine eseguire sempre lo stesso movimento per spostare l’erba o tagliare l’erba sul lato dove abbiamo già lavorato, in modo che sia molto più comodo continuare con il diserbo.

Per quanto riguarda la posizione di partenza, ci sono molte persone che preferiscono partire dal centro e continuare a fare movimenti circolari a spirale fino a completare l’intera superficie. Altri preferiscono iniziare in un angolo e andare piano. Non importa davvero, purché sia ​​fatto in modo ordinato.

Altezza di pulizia consigliata

L’altezza di conservazione della pianta rimane in un terreno dipende dalla funzionalità che cerchiamo. A livello del giardino, il consueto diserbo viene effettuato sul prato, dove si cercano da 2 a 3 ritagli all’anno. L’altezza di taglio consigliata per questo caso è generalmente compresa tra 5 e 7 cm, ottenendo un equilibrio tra il numero di tagli (più lungo, più cresce velocemente) e una superficie vegetale sufficiente per evitare un arresto della crescita.

Nel caso in cui vogliamo pulire una zona di erbacce, possiamo regolare l’altezza al minimo, abbastanza per lavorare comodamente e ritardare il più possibile la futura crescita delle erbacce.

E nel caso di terreni produttivi, è comune aumentare l’altezza a 10-15 cm, in modo da lasciare una massa vegetale sufficiente per consentire la presenza e la protezione di insetti ausiliari che aiuteranno a controllare diversi parassiti nella coltura.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.