Suggerimenti

Regolamento del Comune di Madrid per i giardini urbani

Il 30 settembre 2014, il Comune di Madrid ha approvato il bando per la procedura di concessione per l’occupazione di terreni di demanio pubblico di Madrid per l’uso di giardini comunitari urbani.

Ha lo scopo di autorizzare l’uso esclusivo e gratuito per due anni , estendibile ad altri due su richiesta, di terreni comunali classificati come aree verdi ad uso orto urbano, ad associazioni senza scopo di lucro , al fine di soddisfare le esigenze ambientali, funzioni educative e paesaggistiche. In questo articolo ho riassunto brevemente il documento della Gazzetta Ufficiale del Comune di Madrid che definisce come sarà il processo di concessione.

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI DI ORTICOLTURA DA SVILUPPARE

I progetti di orticoltura urbana  sono concepiti come spazi pubblici dedicati a varie attività legate all’educazione ambientale, alla promozione delle relazioni comunitarie, alla coltivazione di ortaggi per il consumo domestico e al giardinaggio  da parte dei residenti del comune di Madrid. In questo senso, la coltivazione del frutteto dovrebbe essere effettuata nell’ambito dei locali dell’agricoltura biologica . Inoltre, mobili per attività comuni, come panche, tavoli, ecc. deve essere integrato nel paesaggio nel suo insieme . Inoltre, per garantire efficienza e risparmio nei consumi idrici, l’irrigazione dei frutteti non supererà 0,978 m3/m2 di terreno coltivato e anno. Le trame saranno consegnate con aCondizionamento di base che consente l’avvio del progetto come lavori su terreno compattato, terriccio e letame, recinzione perimetrale con accesso, pannello informativo, collegamento e installazione di un passo d’uomo per l’irrigazione automatizzata e capannone di stoccaggio.

Il progetto deve giustificare la necessità di avere un cantiere per realizzare:

1.-Funzioni sociali e comunitarie legate al giardino.

2.-Funzioni ambientali .

3.-Funzione educativa , utilizzando i frutteti come strumento.

4.-Funzione di promozione della salute e degli effetti terapeutici dell’orto biologico.

5.-Funzione integrativa di gruppi specifici (disabili, disoccupati, anziani…).

6.-Funzione produttiva legata all’autoconsumo.

7.-Funzione paesaggistica attraverso il recupero degli spazi degradati.

L’occupazione è  libera e non sarà soggetta alla tariffa di uso esclusivo o di uso speciale dei beni di pubblico dominio, in quanto non comporta un’attività economica, poiché il prodotto ottenuto da questi frutteti non sarà utilizzato per la vendita.

Chi può richiedere un orto?

Le domande possono essere presentate da enti e associazioni legalmente costituiti che sono registrati nel registro degli enti cittadini del Comune di Madrid , dimostrando il loro carattere sociale, pedagogico, terapeutico o ambientale, senza scopo di lucro e con sede entro il termine municipale di Madrid .

CRITERI DI VALUTAZIONE

I progetti saranno valutati secondo la seguente scala di valutazione, fino ad un massimo di 25 punti:

A) Attività del progetto (fino a 15 punti):

1. Valutazione degli obiettivi del progetto (fino a 7 punti) : un punto per l’inclusione degli obiettivi e delle attività atte a soddisfare ciascuna delle 7 funzioni sopra descritte.

2. Numero di destinatari interessati dal progetto (fino a 5 punti)

– Over 50: 5 punti

– 40 – 50: 4 punti

– 30 – 39: 3 punti

– 20 – 29: 2 punti

– 10- 19: 1 punto

3.  Adeguatezza delle regole operative interne allo svolgimento delle funzioni  (1 punto) ed efficacia del previsto sistema di comunicazione e diffusione (1 punto).

4. Aver svolto attività connesse  a quelle che si prevede di svolgere (1 punto) .

B) Progettazione dello spazio fisico della trama e organizzazione dell’attività (fino a 10 punti):

1. Adeguatezza dell’organizzazione dello spazio per adempiere alle funzioni (2 punti) e progettazione che favorisce il controllo biologico di parassiti e malattie (2 punti)

2. Misure per una corretta gestione dei rifiuti e compostaggio (2 punti) ed efficiente sistema di irrigazione (2 punti) oltre a quelle previste nelle  «Buone pratiche e norme applicabili all’uso degli orti urbani ecologici comunitari»

3. Utilizzo di materiali che consentono un paesaggio esteticamente integrato (1 punto) e utilizzo di materiali ecocompatibili (1 punto)

COMITATO DI VALUTAZIONE E RISOLUZIONE PER LA CONCESSIONE DI FRUTTETI

La Commissione per la valutazione e il monitoraggio degli orti urbani valuterà le domande pervenute e proporrà per la loro autorizzazione quelle che avranno ottenuto il punteggio più alto. Inoltre, controllerà il rispetto delle «Buone pratiche e norme applicabili all’uso degli orti urbani ecologici comunitari» e redigerà una relazione annuale sugli orti.

Il responsabile del rilascio dell’autorizzazione è il Delegato al Governo dell’Area Ambiente e Mobilità che pubblicherà la delibera entro un termine massimo di 6 mesi.

OBBLIGHI DEI BENEFICIARI DEI FRUTTETI

L’ente beneficiario sarà obbligato a:

  • Uso esclusivo orticolo e socio-comunitario.
  • Non svolgere attività di lucro nei locali né cederne l’uso a terzi
  • Non effettuare alcun tipo di pubblicità commerciale nello spazio, salvo autorizzazione comunale.
  • Consentire il libero accesso alle persone interessate a visitare il giardino e partecipare alle attività svolte.
  • Manutenzione dello spazio.
  • Conservare correttamente e restituire in condizioni ottimali tutti gli elementi forniti dal Consiglio Comunale.
  • Non arrecare disturbo al vicinato.
  • Garantire l’incolumità delle persone che si recano sul luogo, senza che il Comune si assuma la responsabilità di qualsiasi tipo di incidente che possa verificarsi.
  • Sostenere le spese del consumo di acqua per l’irrigazione, nonché le spese derivanti dal personale a contratto, se applicabile.
  • Contrarre una polizza assicurativa per la responsabilità civile, che copra eventuali danni e/o infortuni che possono essere causati durante l’intero periodo di occupazione, e fino ad un importo di 150.000 euro.
  • Informare il Comune di Madrid di qualsiasi incidente che possa verificarsi.
  • Rispettare le buone pratiche e gli standard stabiliti

CAUSE DI ANNULLAMENTO DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’UTILIZZO DELLO SPAZIO

  • Dimissioni dell’ente
  • Scomparsa dell’associazione beneficiaria
  • Mancato rispetto delle buone pratiche , regole e condizioni d’uso stabilite o che possono essere dettate in qualsiasi momento dal Comune di Madrid
  • Modifica sostanziale degli obiettivi statutari dell’associazione o dell’ente.
  • Inattività nel frutteto per un periodo di sei mesi.

Inoltre, le autorizzazioni possono essere revocate direttamente dal Comune di Madrid in qualsiasi momento per motivi di interesse pubblico, senza diritto a risarcimento.

Al termine dell’autorizzazione, i lotti devono essere  lasciati liberi , entro il termine di un mese dalla data di ultimazione, senza necessità di comunicazione da parte del Comune.

Cosa ne pensate di questa iniziativa? Aspetterò le vostre risposte!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *