Suggerimenti

Sistema di irrigazione a goccia automatico: vantaggi e come installarlo

È importante fare un uso responsabile ed efficiente dell’acqua quando si annaffiano frutteti e giardini e il sistema di irrigazione a goccia ci consente di risparmiare tra il 40 e il 60% di acqua. Un sistema di irrigazione a goccia automatico è un metodo di irrigazione comodo, sostenibile e facile da installare sia nei frutteti che nei giardini.

L’ irrigazione a goccia consiste in tubi posti in fila vicino ai fusti delle piante e attraverso i contagocce che vengono inseriti nei tubi o nelle tubazioni l’acqua scorre goccia a goccia in maniera costante o per un tempo limitato, come da noi programmato. I tubi possono essere leggermente interrati o posati poco profondi nel terreno.

Nel tuo negozio di forniture agricole puoi trovare entrambi i kit preparati con tutto il necessario per installare l’irrigazione a goccia automatica o acquistare le suole a seconda di ciò che ti serve.

Ma… Quali vantaggi offre un impianto di irrigazione a goccia automatico, come viene progettato e installato? In questo articolo ti forniremo queste informazioni in modo che tu possa saperne di più sull’irrigazione a goccia automatica.

12 vantaggi dell’irrigazione a goccia automatica

  • Risparmi tempo e fatica nell’irrigazione e puoi dedicarti ad altre attività nel frutteto o nel giardino avendo la possibilità di automatizzare l’irrigazione.
  • Si risparmia acqua e se ne fa un uso più sostenibile ed efficiente in quanto è un metodo di irrigazione a basso consumo per questo bene prezioso e limitato.
  • Nel terreno viene mantenuto un livello ottimale di umidità, quindi le piante ricevono la quantità di acqua di cui hanno bisogno, senza eccessi o carenze.
  • Non c’è erosione del suolo o perdita di macro e micronutrienti dal suolo a causa di lisciviazione o ruscellamento superficiale.
  • L’irrigazione a goccia consente di effettuare la fertirrigazione contemporaneamente alle innaffiature, cioè di aggiungere all’acqua preparati con sostanze nutritive per migliorare la fertilità del terreno o per prevenire e combattere parassiti e malattie.
  • Le radici delle piante irrigate a goccia tendono a crescere verticalmente o in profondità piuttosto che orizzontalmente o parallelamente al terreno, accedendo ai nutrienti dagli strati più profondi del terreno e immagazzinando più acqua.
  • Si riduce l’incidenza di malattie causate da umidità eccessiva (funghi) e problemi alle radici (soffocamento delle radici).
  • Poiché le parti aeree delle piante (foglie, fiori, frutti, ecc.) non si bagnano, non ci sono problemi che vengano bruciate dal sole una volta bagnate o che compaiano parassiti e malattie.
  • Poiché possiamo programmare e automatizzare l’irrigazione, questo sistema è ideale per quando non possiamo curare il frutteto o il giardino o andiamo in vacanza e le nostre piante continuano a ricevere acqua.
  • Puoi personalizzare l’impianto di irrigazione a goccia e adattarlo alle tue esigenze, passando dal sistema più elementare e semplice ad un sistema più complesso e professionale.
  • Un sistema di irrigazione a goccia può essere utilizzato e adattato a tutti i tipi di frutteto e giardino: in grandi aree nel terreno, negli orti urbani in vaso e fioriera, sui tavoli di coltivazione, nei giardini verticali, ecc.
  • Limitando l’area di irrigazione alle piante che vogliamo coltivare, si riduce la comparsa di piante spontanee o avventizie.

Come progettare un sistema di irrigazione a goccia automatico

Se stai progettando il tuo giardino o giardino, il sistema di irrigazione che stai per implementare è molto importante. Nel caso dell’irrigazione a goccia automatica, possiamo posizionarla una volta che abbiamo il terreno pronto per la semina o se abbiamo già le piante. Naturalmente, per ottenere i migliori risultati, raggruppare le piante in base alle loro esigenze di irrigazione.

Misura il perimetro dell’area del giardino o del frutteto dove vuoi installare il tuo impianto di irrigazione a goccia, disegnalo sul tuo quaderno da campo e calcola i metri di tubo e altri utensili di cui potresti aver bisogno. Un sistema di irrigazione a goccia automatico comprende le seguenti parti:

  • Tubo o pipa: che trasporterà l’acqua alle piante.
  • Microtubo: collegare il tubo con il vaso o le piante che vogliamo annaffiare.
  • Contagocce: piccoli pezzi che vengono inseriti nei tubi da una parte e dall’altra esce l’acqua che innaffierà le piante (le avete in alto a destra, in nero e arancione)
  • Punteruolo: per fare i fori nel tubo in cui metteremo i contagocce.
  • Gomiti: usati per fare gli angoli (nel primo rettangolo, sopra)
  • Collegamenti: sono simili a gomiti e servono per collegare più tubi, possono essere a forma di tè o di croce (nella parte inferiore).
  • Riduttore di pressione o valvola di sicurezza: affinché l’acqua abbia una pressione ottimale all’interno del tubo e possa fluire correttamente.
  • Tappo terminale: si collega all’estremità più lontana del tubo.
  • Programmatore: si collega al rubinetto o al serbatoio dell’acqua e al tubo. Serve per regolare l’irrigazione e programmare, ad esempio, la periodicità con cui annaffiare (una volta al giorno, ogni due giorni, una volta alla settimana…) o per quanto tempo vogliamo che venga annaffiata.
  • L’aspirazione dell’acqua può essere da un rubinetto o da un serbatoio dell’acqua.

È possibile programmare le irrigazioni una o più volte al giorno, ogni tre giorni, una volta alla settimana, ecc. a seconda di diversi fattori: il fabbisogno idrico delle piante, che sia estate o inverno, se si vive in una zona dal clima secco e poco piovoso o con un clima più umido a causa delle piogge…

Come installare un sistema di irrigazione a goccia automatico

Preparare e avere a portata di mano tutti gli utensili e gli strumenti del kit dell’impianto di irrigazione automatico. Vedrai che l’installazione è molto semplice.

Una volta misurate le aree in cui si desidera installare l’irrigazione automatica a goccia, compreso il punto di presa dell’acqua o il serbatoio, tagliamo con cura i tubi con le forbici da giardinaggio.

Unire i tubi con i gomiti nel caso degli angoli o con le maglie in tea e cross. Questo è molto semplice, devi solo premere e ruotare i collegamenti per inserirli nel tubo. Ricordati di mettere il tappo all’estremità del tubo.

Praticare i fori con il punteruolo nel tubo e inserire i contagocce.

Nel caso di orti urbani, posizionare il microtubo nei gocciolatori o nei collegamenti (ci sono diversi modi per farlo) e portare il microtubo sul vaso, fioriera o tavolo di coltivazione e fissarli con i picchetti. Nei microtubi posizioneremo i gocciolatori di cui abbiamo bisogno.

Attaccare il riduttore o regolatore di pressione e questo al programmatore che verrà infine agganciato alla presa d’acqua o al serbatoio dell’acqua.

Ora hai il tuo sistema di irrigazione a goccia pronto per l’uso.

Due esempi di irrigazione a goccia in vaso o grow bag:

A destra abbiamo collegato i microtubi al tubo principale e li abbiamo inseriti nelle grow bags con i contagocce, mentre nella foto a sinistra potete vedere che i tubi con il relativo contagocce vengono semplicemente inseriti in ogni vaso.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *