Suggerimenti

Soins de Fatshedera, Ivy ou Aralia Ivy

Questa pianta non forma un genere perché è un ibrido tra Fatsia japonica e Hedera helix realizzato nel 1912 in Francia dai fratelli Lizé.

È conosciuta anche con i nomi comuni di Aralia Ivy, Fatshiedra o Ivy.

È una pianta rampicante che può raggiungere i 3 metri di altezza. Le sue foglie perenni sono simili a quelle di Fatsia ma meno palmate e più larghe (circa 20 cm) di quelle di Aralia (Fatsia). Possono fiorire dopo anni anche se producono alcuni fiori di colore verde chiaro che non sono interessanti dal punto di vista ornamentale.

Vengono utilizzate come piante rampicanti da interno o da esterno su terrazze e balconi esposti a nord. Possono essere conservati anche coprendo un muro che non riceve molto sole e sono adatti anche per la coltivazione idroelettrica.

Fatshiedra necessita di un’esposizione molto luminosa ma senza ricevere la luce diretta del sole e un’elevata umidità ambientale per la quale è necessario annaffiare di tanto in tanto le foglie con acqua calda senza calce o mettere un contenitore piatto con acqua sotto il vaso. Le correnti d’aria e l’essere troppo vicini al riscaldamento non gli fanno bene.

Il terreno normale è sufficiente per le piante d’appartamento ricche di humus. Il trapianto dovrebbe essere fatto in autunno o in primavera, quando vediamo che le radici iniziano ad emergere dalla parte inferiore del vaso.

Acqua abbondantemente (senza acqua e con acqua senza calcare) in primavera ed estate, poi ridurre l’irrigazione fino a quando in inverno è al massimo una volta alla settimana.

Concimare settimanalmente in primavera e in estate con un concime minerale.

Non è necessaria la potatura ma se vogliamo che si allarghino, possiamo rimuovere la punta della pianta in modo che si ramifichi lateralmente.

Si tratta di una pianta abbastanza resistente a parassiti e malattie, ma può essere occasionalmente attaccata da vermi piatti che possono essere rimossi con cotone imbevuto di alcol metilato.

Possono essere propagati solo da talee (almeno 15 cm) dalla punta della pianta che possono attecchire sia nella sabbia torbida che nell’acqua.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *