Suggerimenti

Sostenete l’appello del papavero ricordando il papavero.

L’anno 2018 segna il centenario della prima guerra mondiale, un giorno che ha risuonato nella vita dei nostri antenati, nella nostra vita, e continuerà a farlo per le generazioni a venire.

L’obiettivo di quest’anno per le donazioni alla Legione Britannica è di 40 milioni di sterline ed è una causa straordinaria. Ogni donazione, per quanto piccola, è destinata ad aiutare i membri delle forze armate e le loro famiglie che hanno sofferto nell’esercizio del loro dovere.

Se volete fare una donazione, basta farlo sul sito web della British Legion


La storia del richiamo del papavero

Il richiamo del papavero è un simbolo del “Giorno della Memoria”, che è un momento annuale in cui fermiamo quello che stiamo facendo e ricordiamo i sacrifici e le sofferenze di coloro che sono morti, sono stati feriti o colpiti durante la prima guerra mondiale e tutti i conflitti che sono avvenuti da allora.

La Prima Guerra Mondiale si concluse ufficialmente l’11 novembre 1918, alle 11 del mattino del giorno dell’armistizio, oggi noto come Giorno della Memoria. L’anno successivo, lo stesso giorno, ci sono stati due minuti di silenzio per riflettere e ricordare coloro che si sono sacrificati perché potessimo vivere in un mondo migliore.

L’origine del fiore di papavero in relazione alla guerra mondiale è in primavera sulle linee del fronte di Francia e Belgio. All’inizio dell’anno abbiamo scritto un articolo che tratta in modo approfondito l’origine del papavero. Da allora, Moina Michael si è ispirata al papavero per ricordare gli eroi caduti e per fare papaveri di plastica per raccogliere fondi per chi soffre. Divenne nota come “La Signora del Papavero” e contribuì a dare al papavero il significato che ha oggi come simbolo da ricordare.

Se volete leggere l’intera storia del papavero e di come è diventato un simbolo così importante, ecco una risorsa fantastica.


Informazioni sul papavero

Il motore di ricerca della Royal Horticultural Society elenca 374 specie e varietà di papavero da oppio disponibili in Gran Bretagna, comprese le piante perenni, biennali e annuali. I papaveri hanno molte funzioni diverse, soprattutto ornamentali per i loro colori vivaci, alcuni raggiungono oltre 1,2 m di altezza e fiori larghi fino a 15 cm.

Sono anche comunemente usati come ingredienti commestibili in cucina. I semi di papavero provengono dai baccelli che si sviluppano sotto la base dei fiori quando muoiono. I semi hanno un sapore di nocciola o dolce, a seconda della specie.

Qualunque sia lo scopo, coltivare il proprio papavero può essere molto gratificante. I fiori recisi spesso durano solo un giorno perché gli steli recisi perdono (consiglio: sigillare l’estremità recisa immergendoli in acqua bollente o usando una fiamma aperta), mentre una singola pianta può produrre una proliferazione di bellissimi papaveri per una stagione.


Coltivare i propri papaveri

Se avete intenzione di coltivare i vostri papaveri, è importante notare che crescono meglio in un terreno ben drenato e in un luogo soleggiato. Ci sono molti tipi diversi che si possono coltivare. Si consiglia di coltivare Shirley Single Mixed – annuali che possono crescere fino a 60 cm di altezza in bellissime tonalità di rosa e rosso.

Scopri come coltivare i tuoi papaveri

Naturalmente, se non volete coltivare i vostri papaveri, potete comprarli dalla Legione Britannica. Vendono una varietà di prodotti di papavero come spille, spille e altri articoli. L’intera donazione di ogni papavero viene donata alla causa.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *