Suggerimenti

Sow African Violet: [Necessità, substrato, irrigazione e coltivazione]

Questa bellezza chiamata African Violet o Saintpaulia ionantha , è uno spettacolo floreale che accetterà volentieri di vivere nella tua casa, a patto che tu lo collochi in un luogo con molta luce naturale.

Possiamo considerarla una pianta ornamentale . È anche molto adatto per interni .

Questo sensazionale ibrido dall’Africa si vede molto in Tanzania, Kenya e Sud Africa in particolare.

Fu scoperto alla fine del XIX secolo dal barone Walter von Saint-Paul-Illaire , che gli conferisce una notorietà aristocratica in tutto il mondo.

Le sue grandi foglie tonde e verdi con peli contrastano perfettamente con i petali viola dei suoi fiori, producendo un sublime effetto vellutato che piacerà a tutti.

La disposizione dei fiori corre in piccoli grappoli che vanno in toni molto belli, con variazioni che vanno dal viola all’azzurro, un bianco tenue o una combinazione sorprendente che emula le pennellate in questi colori.

Ma quello tradizionale è quello dal colore viola intenso.

Temperatura: dove piantare la violetta africana?

La temperatura più adatta per il suo sviluppo va dai 17° ai 21°C e può resistere a cadute fino a 5°C.

Ama l’umidità ambientale perché proviene proprio da luoghi con quelle caratteristiche.

Luz: Che bisogni hai?

Deve essere posizionato in un luogo luminoso della casa.

I raggi del sole non dovrebbero mai cadere direttamente sulla violetta africana. Se non hai un balcone, trova la finestra più grande e posizionala sotto.

Ricorda che l’incidenza diretta dei raggi solari uccide la Violetta Africana, perché le foglie bruceranno, non fioriranno più e appassiranno.

La luce stimola la comparsa degli steli dei fiori in breve tempo, quindi non dimenticare queste informazioni se vuoi tenerli in fiore tutto l’anno in quel posto speciale della casa.

Il fatto: in inverno ha bisogno di molta luce. E d’ estate può sopportare di vivere in luoghi semiombreggiati, un po’ bui.

Substrato e Compost: come prepariamo il terreno?

La fioritura è notevolmente rafforzata se si applica un fertilizzante ogni 15 giorni o un fertilizzante liquido da mescolare all’acqua di irrigazione.

Sarà il modo migliore per ravvivare la tua fioritura e stimolare una buona crescita.

Vogliamo la terra leggermente acida. Quindi il pH dovrebbe variare tra 6,4 e 6,9.

Il terreno dovrebbe anche essere sciolto e avere un buon drenaggio. Assicurati di questo perché la crescita successiva della pianta sarà notevolmente influenzata.

Fertilizzante per Violetta Africana

Per far fiorire intensamente le nostre violette africane ogni anno, l’uso di fertilizzanti è solitamente una buona opzione.

Applicare getti di lombrico , fertilizzante 20-20-20, letame ben decomposto

Irrigazione: Con che frequenza e come annaffiare la Violetta Africana?

Gli esperti avvertono che l’impianto di irrigazione va fatto dal basso ed è necessario raccogliere l’acqua in eccesso che passa nel piatto o vassoio del vaso, dopo almeno mezz’ora, dopo aver messo il vaso su un piatto per versare l’acqua e che assorbe quanta acqua ha bisogno.

Ma poiché le sue radici sono piccole, non dovresti lasciare che la pianta si impregni, perché? Il loro marcire.

La frequenza dell’irrigazione dipenderà anche dalla stagione dell’anno. L’estate, ad esempio, è quando hai bisogno di più acqua. Tre volte a settimana cadrà molto bene e in inverno, che è la stagione opposta, dovresti annaffiarlo una volta ogni due settimane.

Alcune persone lo innaffiano usando acqua molto calda sparsa direttamente sul terreno , non sulle foglie o sui fiori.

Controllare costantemente lo strato superiore del supporto , perché se è bagnato non sarà necessario annaffiarlo.

Piaghe e malattie

acari

Gli acari sono solitamente un forte nemico della violetta africana. Dobbiamo combatterli con insetticidi naturali, come l’ olio di neem o il sapone di potassio .

Funghi

Anche i funghi possono essere un problema. Derivano principalmente dall’eccesso di umidità nel terreno alle radici. Per evitarli, cerca di mantenere il terreno umido ma non troppo bagnato.

Bibliografia e riferimenti

  • http://www.weekendgardener.net/houseplant-care/african-violet-pot-031003.htm
  • https://www.redalyc.org/pdf/1932/193217731012.pdf
  • https://www.redalyc.org/pdf/1932/193215916010.pdf
  • https://www.jstor.org/stable/42597031?seq=1
  • https://www.argenbio.org/adc/uploads/imagenes_doc/cultivos%20celulas/Cultivos%20celulares%20II%20Euge.pdf

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *