Suggerimenti

Successioni di colture

Quando coltiviamo diversi ortaggi in giardino, non tutti tendono ad avere la stessa durata di coltivazione. Ad esempio, se osserviamo il calendario della semina , possiamo vedere che una lattuga può essere pronta per la raccolta in 3 o 4 mesi mentre il cavolo può impiegare 6 o 7 mesi per essere pronto per la raccolta.

Inoltre, l’abbinamento di ortaggi a ciclo breve con ortaggi a ciclo lungo si fa quando gli ortaggi a ciclo lungo avranno bisogno di più spazio durante la loro maturazione e per allora avremo raccolto quelli a ciclo breve, quindi sfruttiamo il terrazzo senza fare danni allo sviluppo delle piante.

Inoltre, per sfruttare al meglio lo spazio disponibile per la coltivazione (soprattutto nei piccoli giardini) e non lasciare i terrazzi a metà della loro resa, dobbiamo pianificare molto bene le successioni o rotazioni delle colture.

Rotazione o successione delle colture

La rotazione delle colture è una tecnica ampiamente utilizzata in agroecologia per mantenere la fertilità del suolo, tra le altre questioni. Ciò che dovrebbe essere preso in considerazione principalmente è che le piante che coltiviamo successivamente sono di specie diverse, quindi avranno esigenze diverse e aiuteremo a evitare l’impoverimento del terreno.

Ogni verdura ha una propria composizione chimica e ha bisogno di nutrienti in proporzioni specifiche durante il suo ciclo di vita. Se coltiviamo solo la stessa pianta nello stesso posto per diversi anni di seguito, la pianta assorbirà gli stessi nutrienti mentre ce ne saranno altri che si accumuleranno nel terreno e non verranno utilizzati.

Nel terreno si accumulano anche altre sostanze che la pianta scarta attraverso le sue radici durante il metabolismo.

Le conseguenze che più comunemente si verificano quando non pratichiamo la rotazione delle colture sono che le caratteristiche chimiche del terreno, la microflora, il suo pH, la permeabilità e anche la tessitura cambiano poco a poco. Tutti questi cambiamenti danneggeranno sempre di più la pianta e sarà più difficile produrre frutti e sarà più vulnerabile a parassiti e malattie.

In generale, le specie con radici poco profonde sono compatibili con le specie con radici più profonde e le specie con fogliame denso sono compatibili con altre specie con fogliame più limitato.

Da quello che stai leggendo, immaginerai che è importante annotare nel quaderno dell’orto quali verdure coltivi e con quali altre le stai alternando, per poter cambiare nelle rotazioni degli anni successivi.

Esempi di rotazione delle colture

Maggiori informazioni sulle rotazioni delle colture

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *