Suggerimenti

Tipi di stress nelle piante :: Guida completa

Ciao agrohuerters! Quando vediamo che le nostre piante non hanno un bell’aspetto ( macchie sulle foglie , marciume , mancanza di sviluppo, …), vogliamo sapere cosa sta succedendo. Pertanto, dobbiamo imparare a leggere i segni ei sintomi che presentano. Nell’articolo di oggi, ci concentreremo sullo studio dei diversi tipi di stress che possono influenzare le colture .

Le piante sono frequentemente soggette a situazioni sfavorevoli per il loro ottimale sviluppo e funzionamento, causate da alterazioni dell’ambiente. Successivamente, vedremo uno per uno i diversi tipi di stress che le nostre piante possono subire .

1. Stress da temperatura

La temperatura ottimale di crescita è una caratteristica di ciascuna specie. Le colture della stagione fredda (broccoli, grano, …) completano la maggior parte del loro ciclo in condizioni di freddo (4-12ºC). Le colture delle stagioni più temperate (pomodoro, mais, melone,…) richiedono temperature più elevate per la loro crescita (22-30ºC). D’altra parte, le colture perenni hanno meccanismi di adattamento per superare lo stress termico .

Calore in eccesso

Lo stress prodotto dalle alte temperature (> 40ºC) provoca danni fisiologici e/o metabolici alle piante come l’inattivazione degli enzimi. È spesso associato a stress idrico. L’orientamento e l’arricciatura delle foglie sono meccanismi che la pianta utilizza per superarla.

Freddo eccessivo

Il freddo può causare danni alla fisiologia e alla struttura delle nostre piante. Ad esempio, quando si verifica un gelo «veloce», l’acqua all’interno delle cellule delle nostre piante non ha il tempo di uscire e si congela. Questo fatto provoca la rottura delle cellule e porta alla progressiva morte della coltura.

Quando le piante soffrono di stress da freddo tendono a fermare la loro crescita e ad accumulare zuccheri.

Alla fine dell’articolo, vi lascio un video dove ci spiegano come possiamo proteggere le piante da giardino dal freddo .

2. Stress idrico: mancanza di acqua nelle piante

Si verifica quando le nostre piante non hanno abbastanza acqua . Pertanto, rispondono bloccando la loro crescita e le cellule perdono acqua e turgore. Questo tipo di stress è considerato il più importante in quanto provoca grandi perdite agricole.

Un terzo della superficie del pianeta potenzialmente coltivabile riceve un approvvigionamento idrico insufficiente per lo sviluppo delle piante, mentre nel resto la mancanza di acqua riduce in misura maggiore o minore i raccolti.

Tuttavia, poiché si verifica su base ricorrente, le piante hanno sviluppato metodi di adattamento nel corso degli anni. Alcuni di questi metodi possono essere: chiusura stomatica, pareti più spesse, area fogliare ridotta (più piccola è la superficie delle foglie, meno acqua perderanno quando traspirano), cicli rapidi o radici profonde (per prendere acqua dai luoghi più bassi).

3. Stress da sale

Non solo i posti vicino al mare sono salati. Anche i deserti interni e i terreni agricoli fortemente irrigati sono spesso salini. Infatti in passato era raro ma a causa dell’uso eccessivo di fertilizzanti chimici e dell’eccessivo sfruttamento delle falde acquifere ne ha fatto uno dei tipi di stress più frequenti. Inoltre, può portare a stress idrico nel tempo.

Gli ioni tossici più abbondanti sono il cloro e il sodio, ma anche altri ioni come NO3, SO4 o NH4 possono causare problemi.

C’è un tipo di pianta conosciuta come » alofita » che può prosperare meglio di altre in luoghi salini. Ad esempio, cotone, grano o pomodoro sono relativamente tolleranti al sale. Al contrario, soia e mais non lo sopportano affatto.

4. Stress chimico

L’ inquinamento dell’aria colpisce anche le piante. L’ attività industriale produce composti come CO2, CO, SO2, NOx o C2H4 che ostacolano lo sviluppo delle colture. Alcuni di questi composti entrano nelle piante attraverso gli stomi e generano ioni tossici.

Inoltre, in luoghi con molta polvere, si accumula sulle foglie, riducendo la quantità di luce incidente.

In che modo le piante affrontano i diversi tipi di stress?

Le piante, a loro volta, hanno sviluppato diversi metodi per superare o adattarsi a diversi tipi di stress:

  • FUGA:  Si basa sulla coltivazione solo in periodi favorevoli.
  • EVITARE: Lo stress  non si verifica fisiologicamente.
  • TOLLERANZA E RESISTENZA:  La pianta soffre lo stress ma è in grado di sopravvivere.
  • ACCLIMAZIONE E  ADATTAMENTO:  La differenza è che l’acclimatazione non si eredita di generazione in generazione e, al contrario, lo è l’adattamento.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *