Suggerimenti

Topografia e suo uso dalla Permacultura

La topografia o conformazione del terreno è una caratteristica (inalterabile o alterabile) di un luogo, è la fisionomia del paesaggio di un sito. Sebbene piccoli compiti possano modificare la loro natura su piccola scala, apportare modifiche di grandi dimensioni può essere molto costoso e talvolta anche non necessario, quindi in Permacultura sfrutteremo la topografia a nostro favore.

La topografia ha un effetto sul microclima, sui modelli di drenaggio dell’acqua, sulla profondità e sulla qualità del suolo, sull’accessibilità e sul paesaggio.

Per comprendere la sua influenza sul territorio, le caratteristiche topografiche di base che devono essere mappate e annotate sono:

  • Inclinazioni esposte al sole e in penombra
  • Scogliere a strapiombo o zone rocciose
  • Linee di drenaggio (corsi d’acqua)
  • motivi rotti
  • Viste buone e cattive
  • Altezze delle colline e approcci
  • Aree paludose, suscettibili di erosione

In un luogo diverso, con molte delle caratteristiche sopra menzionate, sarà più utile, soprattutto l’esistenza di piste.

La permacultura può essere sviluppata in qualsiasi tipo di terreno senza la necessità di modificare un paesaggio stabile poiché ogni paesaggio detterà i propri schemi da seguire in modo che sia praticabile a lungo termine.

Il tempo potrebbe essere il più grande fattore limitante di base che possiamo incontrare. Dobbiamo conoscere molto bene i diversi microclimi che possono verificarsi nella nostra zona. Anche su aree relativamente piccole, possono esserci differenze di precipitazioni, velocità del vento, temperatura o umidità. Conoscere questo tipo di dati può fare la differenza tra trarne vantaggio e trarne vantaggio o dover fare più lavoro e cura e investire più tempo per, eventualmente, non ottenere molte prestazioni. .

Se abbiamo ben chiaro i microclimi della nostra zona, sarà più facile, ad esempio, poter localizzare colture nelle zone più favorevoli o addirittura abitare, inserire alberi o arbusti che fermano i venti di tramontana, ampliare i microclimi che sono favorevoli alla noi. , ecc.

Normalmente nelle zone pianeggianti troveremo poca variazione nei microclimi, mentre nelle zone collinari o montuose vedremo che c’è una maggiore varietà di microclimi.

Prenderemo in considerazione l’orientamento delle inclinazioni rispetto al sole, nonché il numero di ore di luce solare diretta che ricevono. I pendii esposti al sole (esposti a sud nell’emisfero nord e esposti a nord nell’emisfero australe) ricevono la maggior quantità di luce se sono orientati anche verso est, raggiungendo la temperatura massima al mattino; mentre se si guarda verso ovest le temperature massime si avranno nel pomeriggio.

Sfruttare queste caratteristiche delle inclinazioni sarebbe molto utile, ad esempio le inclinazioni rivolte verso il sole favoriscono la maturazione dei frutti, nella posizione della casa in modo che durante l’inverno sia più caldo, e al contrario le piante o strutture che necessitano di ombra si trovano sul lato in ombra delle piste.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *