Suggerimenti

Vinca minor, la pianta dai 1000 usi

Abbiamo davanti a noi una pianta che funziona come ornamentale (soprattutto come tappezzante) e anche per le sue proprietà medicinali. Il suo nome scientifico è Vinca minor, anche se spesso è conosciuto semplicemente come Vinca.

Andremo a conoscere la guida completa su questa pianta e i suoi principali usi medicinali.

Caratteristiche della Vinca minor

Vinca minor è considerata una pianta erbacea o un arbusto. Cresce praticamente in tutta Europa ed è utilizzato in parchi e giardini come specie tappezzante.

Ha una crescita massima di 30 cm ed è molto apprezzato a livello ornamentale per i suoi fiori.

Uno dei vantaggi di questa pianta e la facilità di scelta per i giardini è che è sempreverde, fiorisce tra la primavera e l’estate.

Ha un alto tasso di crescita ed è considerata una pianta rustica, motivo per cui Vinca minor è stata classificata come specie invasiva in alcune zone del Nord America.

tassonomia

  • Ordine:  Gentianales
  • Famiglia:  Apocinacee
  • Genere: Vinca
  • Specie: Vinca minore

Vinca cure minori

Anticipando il riassunto, abbiamo davanti a noi una pianta facile da curare e mantenere. Ha una crescita rapida e la capacità di coprire vaste aree del giardino attraverso la divisione delle piante durante la primavera.

La sua spettacolare fioritura color viola crea un mantello denso molto interessante e può essere utilizzata per ridurre l’erosione del suolo e favorire la conservazione dell’umidità.

Climatologia

Temperatura

Poiché la fioritura, la parte più sensibile della pianta, avviene tra i mesi primaverili ed estivi, non c’è il rischio che il gelo causi danni alla pianta.

Sopporta una vasta gamma di temperature, anche fredde, poiché è una pianta abituata a crescere nei parchi delle fredde aree europee.

Umidità

Grande resistenza a lunghi periodi di siccità e umidità, anche se preferisce quest’ultima. Può svilupparsi nelle tipiche zone umide costiere (>80% di umidità relativa). L’intervallo ottimale è compreso tra il 65% e l’85%.

illuminazione

La Vinca minor cresce in zone semiombreggiate, anche se può essere esposta al Sole. In generale, non ci sono le condizioni per trovare un posto ottimale nel giardino. Le zone molto ombreggiate accumuleranno molta umidità nel terreno e possono favorire la clorosi delle foglie perdendo la loro capacità fotosintetica.

Terra

Questa pianta necessita di condizioni di umidità minima. Tuttavia, si adatta perfettamente a diverse consistenze del terreno.

In ogni caso bisogna garantire un buon drenaggio, per questo si raccomanda che terreni particolarmente pesanti, come quelli argillosi, vengano mischiati a sostanza organica o torba per facilitarne l’ossigenazione.

A livello di pH, un terreno leggermente acido (tra 6 e 6,5) è l’ideale, poiché garantisce la solubilità della maggior parte dei nutrienti.

Tuttavia, può crescere perfettamente in quei terreni alcalini.

Irrigazione

Nonostante Vinca minor resista a periodi di siccità, le condizioni ideali per la sua coltivazione sono garantire un minimo di umidità durante tutta la fase del germogliamento e soprattutto durante la fioritura.

Per fare ciò, possiamo seguire il seguente piano di irrigazione in base al periodo dell’anno.

Irrigazione in primavera e in estate:  da 2 a 3 annaffiature a settimana.

Irrigazione in autunno e inverno:  1 irrigazione (massimo 2) a settimana.

Se ci sono problemi di pozzanghera dopo l’irrigazione, è necessario migliorare le condizioni di drenaggio. Svoltare il terreno e mescolarlo con la materia organica garantisce una buona ossigenazione del terreno.

In generale, il consumo di acqua di Vinca minor è piuttosto basso. Non è una specie xerofita ma è perfetta per essere piantata in giardini mediterranei con alte temperature estive e scarse precipitazioni.

Vinca fertilizzante

Nel periodo di germogliamento, prima della fioritura, può essere interessante fornire un fertilizzante completo, soprattutto se i livelli di sostanza organica nel nostro terreno sono bassi o dobbiamo ricoprire il terreno con specie tappezzanti come Vinca minor.

Un fertilizzante consigliato per le specie del terreno è solitamente di tipo granulare, poiché la sua incorporazione nel terreno è confortevole e garantisce un rilascio lento e sostenibile.

Dose di fertilizzante:  da 0,5 a 1 kg/m2 di superficie, due volte l’anno (inizio primavera e metà estate).

Moltiplicazione

La moltiplicazione di Vinca minor è molto facile e apprezzata. Questo tipo di pianta si moltiplica dividendo i cespugli, cosa che avviene naturalmente durante il periodo del germogliamento.

Se stiamo cercando di aumentare la superficie coperta dalla pianta nel nostro giardino, non dovremo intraprendere ulteriori azioni.

Se invece cerchiamo di regalare la pianta a un conoscente o scegliamo un’altra area di impianto, lo faremo dividendo i cespugli.

Selezioniamo una pianta e ne dividiamo accuratamente le radici fino ad ottenere più parti della stessa pianta.

Piaghe e malattie

Vinca minor non è una pianta che riceve molti visitatori, anche se alcuni visitatori come afidi o cocciniglie possono scegliere di depositarsi sulle sue foglie.

Per quanto riguarda le malattie, le più comuni sono quelle che necessitano di condizioni di elevata umidità, solo quando c’è un eccesso di umidità nel terreno. Parliamo in particolare di funghi del collo e delle radici.

Proprietà medicinali della Vinca minor

La Vinca minor, oltre alle sue ottime caratteristiche come ornamentale, è anche considerata una pianta medicinale.

Ciò è dovuto alla presenza di un composto o olio essenziale noto come vicamina. Il suo nome chimico è acido 14,15-diidro-14-idrossieburnamenina-14-carbossilico ed è utilizzato nell’industria farmaceutica.

La vincamina è un derivato farmacologico utilizzato per ridurre i problemi di circolazione, soprattutto a carico del cervello.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.