Orti di cura generale

Come funziona il fertilizzante?

Vi siete mai chiesti come funziona un fertilizzante per piante? Forse siete preoccupati per l’ambiente e vorreste avere maggiori dettagli, o forse siete solo curiosi? Questo articolo dovrebbe dirvi qualcosa di più su come i fertilizzanti vengono utilizzati nel vostro giardino, perché sono necessari e che effetto possono avere sulla crescita delle piante.


Cos’è un fertilizzante per piante?

Un fertilizzante, spesso chiamato cibo per piante, è un termine generico per una miscela di sostanze chimiche o materiali naturali utilizzati per migliorare la crescita delle piante.

È possibile aggiungere fertilizzante al terreno in forma liquida, idrosolubile e granulare, oppure acquistare fertilizzante già miscelato. Ci sono anche una serie di fertilizzanti organici come il letame di pollo e la farina d’ossa.

Le piante, siano esse fiori, frutta o verdura, hanno bisogno di un certo numero di sostanze nutritive per crescere bene, così come di una buona annaffiatura e di una luce solare sufficiente. Quando si acquista il fertilizzante in sacchetti in un centro di giardinaggio, molti hanno già aggiunto una quantità equilibrata di fertilizzante per dare alle piante una vera spinta, ma come funziona veramente il fertilizzante?


Come funzionano i fertilizzanti?

I fertilizzanti agiscono fornendo nutrienti essenziali per lo sviluppo di fiori, alberi e verdure, come una sorta di multivitaminico o sostituto alimentare per il mondo vegetale. Molti fertilizzanti migliorano anche il funzionamento del suolo aiutandolo a trattenere meglio l’acqua e permettendo all’aria di circolare liberamente, il che è un bene per le radici.

Gli ingredienti principali dei fertilizzanti più popolari sono “N”, “P” e “K”, gli elementi di base necessari per la crescita delle piante: azoto, fosforo e potassio (che ha il simbolo chimico K).

L’azoto funziona aumentando la capacità della pianta di produrre nuovi steli, fiori o frutti. Aumenta anche la velocità di crescita e migliora la qualità e l’aspetto del fogliame. Probabilmente avete visto i suoi effetti in foto spettacolari prima e dopo, confrontando l’uso degli additivi della pianta con il no.

Il fosforo aiuta le piante a produrre tutte quelle belle cose organiche come gli oli e l’amido, che è eccellente per formare sistemi radicali grandi e forti. Il fosforo aiuta anche la pianta a sviluppare la clorofilla, che permette alla pianta di convertire l’energia del sole in energia chimica (fotosintesi). Se combinato con il potassio, il fosforo aiuta a produrre abbondanti fiori e frutti sani.

Infine, Il potassio aiuta a costruire le proteine, a combattere le malattie e, come il fosforo, è essenziale nel processo di fotosintesi.

Tutto questo è necessario per lavorare insieme per produrre una pianta sana. Se manca o manca solo una di queste preziose sostanze nutritive, la vostra pianta avrà difficoltà a produrre frutti o fiori della migliore qualità possibile.


Cos’altro piace alle piante nel fertilizzante?

I nutrienti sono normalmente presenti in modo naturale in terreni ben mantenuti, ma se ci sono problemi di drenaggio o di altro tipo, possono scomparire rapidamente. Aggiungere fertilizzante è un modo per dare una mano alla natura.

I fertilizzanti naturali e artificiali possono contenere una varietà di ingredienti, ma qui ce ne sono alcuni tra i più importanti per le piante, oltre all’azoto, al fosforo e al potassio standard sopra descritti: zinco, magnesio, calcio, zolfo e ferro.

E’ anche possibile ottenere fertilizzanti adatti ad una specifica pianta o specie. Questi sono importanti perché piante diverse, come ad esempio le camelie, richiedono un attento equilibrio di alcune sostanze nutritive. Se si usa un fertilizzante generico, potrebbe non fornire tutte le preziose sostanze nutritive richieste da quel tipo di pianta.


State cercando un’alternativa? Tipi di fertilizzanti organici

Ci sono due tipi di fertilizzanti, quelli da agricoltura biologica e quelli da piante e animali, che includono

  • Letame (cavallo, pollo, ecc.)
  • Pasto di sangue
  • Farina di ossa
  • Cenere
  • Alghe marine
  • Farina di pesce
  • Compost

Questi tipi di fertilizzanti organici sono composti da grandi molecole, quindi ci vuole molto tempo perché gli organismi del suolo li scompaiano in modo che siano facilmente assorbiti dalle radici delle piante.

Il secondo è costituito da fertilizzanti inorganici che sono fatti da materiali vegetali sintetici naturali o da sostanze chimiche naturali che vengono estratti, come :

  • Fosfato
  • Solfato di ammoniaca
  • Superfosfato
  • Solfato di potassio

Questi agiscono più velocemente dei fertilizzanti organici perché sono più concentrati.


Quali sono gli svantaggi dell’utilizzo di fertilizzanti?

Abbiamo posto molta enfasi sui benefici dell’uso di fertilizzanti, e si pensa che tra il 30 e il 50% di ciò che le nostre colture producono sia il risultato diretto di questi additivi, ma ci devono essere aspetti negativi?

Se il fertilizzante viene utilizzato in modo improprio o con una consistenza superiore a quella consigliata, può causare danni al fogliame, come ad esempio ustioni chimiche. Le piante normalmente si riprendono, ma le piante più giovani e fragili potrebbero non farlo.

Alcuni giardinieri inesperti potrebbero pensare che la semplice aggiunta di fertilizzante sia sufficiente a far crescere le piante. Tuttavia, proprio come gli esseri umani, anche le piante hanno bisogno di una dieta equilibrata e di una serie di altri elementi per crescere al meglio. Gli esseri umani hanno bisogno di una miscela di vitamine e minerali in varie forme, e lo stesso si può dire delle piante. Un terreno ben curato con vermi e insetti è essenziale per aggiungere ossigeno e produrre materia organica nel terreno di coltura.

Ora che il funzionamento dei fertilizzanti è meglio conosciuto, dovrebbe essere possibile farne un uso migliore. Come per tutti gli additivi, meno è spesso di più, e si tratta di trovare il giusto equilibrio per la vostra pianta.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *