Orti di cura generale

cura del bonsai

L’obiettivo finale della coltivazione di un Bonsai è quello di creare una rappresentazione in miniatura ma realistica della natura sotto forma di albero.


L’origine del Bonsai

La parola “Bon-sai” è un termine giapponese che significa “piantato in un contenitore”. Questa forma d’arte deriva da un’antica pratica orticola cinese, parte della quale è stata in seguito riqualificata sotto l’influenza del buddismo Zen giapponese. Esiste da oltre mille anni. I bonsai non sono piante geneticamente dotate; infatti, qualsiasi specie di albero può essere utilizzata per coltivarne una. Prendersi cura di un bonsai è un’abilità molto rispettata dai giardinieri e molto difficile da fare ad alto livello.


Identificazione del bonsai

Per prendersi cura efficacemente del vostro bonsai, dovete sapere che specie avete (se non ce l’avete già, ovviamente). Prima di tutto, bisogna stabilire se si tratta di una latifoglia o di una conifera, che è abbastanza facile da distinguere. Gli alberi decidui hanno foglie larghe e piatte che sono perenni o decidue (perdono le foglie ogni anno), e le conifere hanno un fogliame aghiforme che nella maggior parte dei casi è perenne. Una volta scelto questo tipo di foglia, diventa un po’ più complicato a seconda delle dimensioni, della forma e del colore delle foglie.


Come coltivare il bonsai

I bonsai sono spesso coltivati al chiuso, ma possono anche crescere all’aperto. Abbiamo preparato un utile video sulla coltivazione del bonsai nel vostro giardino:


Annaffiare i tuoi bonsai

Quando innaffiate il vostro bonsai, dovreste porvi le solite domande: con quale frequenza e quanto? Prendersi cura di un bonsai è un lavoro molto accurato. Dovete imparare a valutare la situazione del vostro albero, poiché è diversa in ogni caso. Bisogna cercare di far asciugare leggermente il terreno, poi è il momento di annaffiare. Per un’efficace manutenzione del bonsai, è necessario assicurarsi di saturare tutto il terreno per inumidire l’intero apparato radicale. Non è consigliabile innaffiare l’albero sistematicamente o secondo una routine stabilita. Il motivo è che il cambiamento climatico deve essere preso in considerazione e la velocità con cui il suolo si asciugherà di volta in volta sarà diversa, il che potrebbe affogare le radici.


Posizionamento e illuminazione

I requisiti di leggerezza per il mantenimento del bonsai dipendono dalla specie. Dopo tutto, sono alberi e l’esterno è il loro habitat naturale, quindi di solito hanno bisogno di molta luce. La maggior parte dei bonsai non sopravviverà all’illuminazione artificiale all’interno (a meno che non siate eccezionalmente dotati), quindi è meglio giocare sul sicuro e posizionare sempre il vostro bonsai dove può ricevere la luce naturale.


Le dimensioni dei bonsai

Le dimensioni del vostro bonsai sono essenziali per mantenere la vostra forma e anche la vostra salute. Maneggiare i nuovi germogli potandoli. I germogli lunghi trasferiscono tutta l’energia alle estremità, indebolendo i rami sottili. Conservare una o due serie di foglie e tagliare le altre con forbici affilate. Idealmente, mantenere gli spazi tra i rami per mantenere la loro forma e il loro stile unici. Pensa “albero” non “cespuglio”. Il segreto è potare spesso, sarà più facile da gestire in questo modo ed evitare che la forma diventi troppo grande e si perda.


Cibo per bonsai

Ciò che si nutre il vostro bonsai dipende molto dalle dimensioni dell’albero. È meglio utilizzare il cibo bonsai granulato su grandi alberi, in quanto tende ad essere portato via dai piccoli alberi. Se avete quest’ultimo, dovreste optare per un cibo liquido perché non solo non sarà lavato ma sarà adeguato se lo innaffiate saturando le radici del bonsai come raccomandato. I cibi liquidi sono generalmente troppo forti per i bonsai, quindi è consigliabile diluire il concentrato con un po’ più di acqua di quella raccomandata dal produttore nella bottiglia.


Terreno ottimale per bonsai

La terra che utilizzate per il vostro bonsai è un ingrediente essenziale per la sua salute. Ci sono una varietà di terreni preparati che si possono acquistare online, ma è anche una buona idea farli propri. Creando il proprio terreno per bonsai, risparmierete denaro e avrete molto più controllo sul giusto mix. I tre elementi chiave di un bonsai perfetto sono un buon drenaggio, una buona ritenzione idrica e una buona aerazione.

Miscela di terra per bonsai

Il terriccio per bonsai deve essere mescolato con akadama, terriccio per vasi e ghiaia fine. Akadama è un’argilla dura giapponese prodotta appositamente per la cura dei bonsai. Il terriccio da solo non sarebbe l’ideale, in quanto non arieggia e non drena bene, ma con un buon mix di argilla bonsai può essere perfetto. È attraverso il drenaggio e l’aerazione che la ghiaia fine entra in gioco. Insieme, questi tre ingredienti forniranno il terreno più sano per il vostro bonsai. Tuttavia, il mix dovrebbe variare tra latifoglie e conifere, poiché per le conifere si dovrebbe usare più akadama e meno mix. Per la terra dei bonsai decidui, si dovrebbe usare un rapporto di 2:1:1 a favore dell’akadama. Per le conifere, si dovrebbe usare un rapporto 3:1:2 di akadama, miscela per vasi e ghiaia fine rispettivamente.


Prevenzione delle malattie

Anche se può sembrare ovvio, basta dare al vostro bonsai tutto ciò di cui ha bisogno per prevenire le malattie. Questo vi aiuterà a proteggervi da varie malattie, virus e funghi. Tuttavia, ci sono diverse cose che si possono fare per aiutare i bonsai. È essenziale mantenere un terreno ottimale per il vostro albero, ad esempio aerandolo e mantenendolo libero da foglie morte, fiori e altri oggetti. È anche possibile fertilizzare il terreno di tanto in tanto per assicurarsi che abbia il giusto livello di nutrienti, e ripiantarlo se necessario in modo che il bonsai non rimanga incastrato in un vaso.


Ripianta il tuo bonsai

Il reimpianto di un bonsai non è così semplice come sembra. Oltre al fatto che le condizioni sanitarie sono accompagnate da un adeguato drenaggio, è una decisione personale che rispecchia il vostro stile.

Il reimpianto è essenziale per mantenere un bonsai sano. Reimpiantando la vostra pianta, riempite la vostra casa e mantenete le sue sostanze nutritive. Rinvasare il vostro bonsai non lo manterrà piccolo, ma gli fornirà le nuove sostanze nutritive di cui ha bisogno per crescere e prosperare. Per scoprire se è il momento di rinvasare il vostro bonsai, togliete l’albero dal vaso e ispezionate le radici. Se ci sono troppe radici e non abbastanza terra, è il momento di ripiantare. Estrarre le radici lunghe con un gancio a torre per appenderle alla sfera delle radici.

Trovare il vaso giusto

Il vostro criterio di base è la corretta misurazione del vostro bonsai. La giusta profondità è, naturalmente, essenziale perché si sta lavorando per adattare il sistema di radici del bonsai. Una volta stabilite le dimensioni e la forma del vostro vaso, potete iniziare a decidere il materiale del vostro vaso. Le opzioni più popolari sono la ceramica, la porcellana o la pietra, ma si può anche scegliere tra vetro, plastica, cemento e metallo. Fate attenzione se volete rinvasare il vostro bonsai in metallo perché alcuni possono rilasciare tossine nocive, quindi siate diligenti.

Uomo o donna

Entra in gioco anche il sesso del tuo bonsai. Potreste essere sorpresi di sapere che questa è la parte più importante nella scelta di un nuovo vaso. Esempi di mascolinità in un bonsai sono la forza, le radici spesse e i rami densi. Curve eleganti, rami sparsi e corteccia liscia sono esempi di femminilità. Una volta che si sa che tipo di bonsai si ha, si può scegliere un design del vaso che si abbina e lo completa. Per esempio, un vaso femminile può avere piedi delicati ed essere disposto in modo ordinato con linee morbide. Al contrario, un vaso maschio avrà linee chiare, sarà profondo e apparirà chiaro.

Tutto qui, fateci sapere se avete domande sulla manutenzione dei bonsai. Avete qualche consiglio per i vostri bonsai? Fateci sapere @LoveTheGarden.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *