Orti di cura generale

Orchidee

Le orchidee sono ora la nostra pianta da appartamento fiorita più popolare. Questo non è così sorprendente, in quanto sono relativamente facili da coltivare, se si danno le giuste condizioni, e molti di loro fioriscono per molti mesi.

Nel loro habitat naturale, la maggior parte delle orchidee sono piante tropicali che vivono come epifite, cioè crescono sugli alberi e tra le rocce, non direttamente sul terreno. Per questo motivo vengono coltivate in uno speciale fertilizzante per orchidee, principalmente a base di corteccia.


Come coltivare le orchidee

Cultura

La maggior parte delle orchidee, certamente le più comuni che coltiviamo, preferisce la luce brillante ma diffusa. Evitate la forte luce diretta del sole, quindi se le coltivate su un davanzale rivolto a sud, assicuratevi che sia all’ombra.

Le orchidee che come il freddo, come Cymbidium , Dendrobium e Oncidium , necessitano di una temperatura minima notturna di 10°C (50°F) in inverno. I paphiopedilumpreferi necessitano di una temperatura minima di 13-15°C (55-60°F), e le Phalaenopsis necessitano di una temperatura minima di 18°C (65°F).

Evitare di posizionare le orchidee vicino a fonti di calore come i termosifoni.

Molte orchidee producono radici aeree, che di solito sono di colore verde argento. Assorbono l’umidità e aiutano la pianta a “respirare”. Non tagliateli mai e non copriteli con il fertilizzante.

Varietà di orchidea

La famiglia delle orchidee ( Orchidaceae ) comprende letteralmente decine di migliaia di specie e varietà diverse, che crescono anno dopo anno, poiché vi sono molti appassionati ibridatori che producono nuove varietà.

Fortunatamente, ci sono solo poche specie disponibili per l’acquisto, il che semplifica enormemente la nostra scelta delle piante da coltivare! I più comuni sono Cimbidio , Oncidio , Paphiopedilum(orchidee pantofole) e Phalaenopsis(orchidee farfalla). Cymbidium e phalaenopsis sono i più popolari.

Piantare le orchidee

Le orchidee devono essere coltivate in vasi riempiti con un concime specializzato per orchidee, aperti e a flusso libero.

Preferiscono essere leggermente attaccati al vaso, in modo da rinvasare solo quando le radici riempiono il vaso. Utilizzare sempre un vaso che sia solo 1 o al massimo 2 dimensioni più grande del vaso reale. Non seppellite grandi radici aeree nel compost, perché questo può portare a marcire. Tuttavia, è generalmente una buona idea sostituire il compost ogni 2 o 3 anni, in quanto può decomporsi e causare problemi. Togliete con cura il più possibile il vecchio compost, ma senza danneggiarlo, e rinvasatelo nella stessa pentola.

Luoghi di impianto e tipi di giardino suggeriti

Pianta della casa, pianta della casa, pianta del patio estivo.


Come prendersi cura delle orchidee

Le orchidee spesso soffrono se vengono innaffiate troppo. In primavera e in estate, innaffiateli circa una volta alla settimana con acqua calda. Acqua dall’alto e svuotare l’acqua in eccesso che si accumula nel piattino. Oppure immergere il piattino in un lavandino di acqua calda per qualche minuto al massimo e lasciarlo scolare.

Possono anche soffrire di sovralimentazione, che brucia o danneggia le radici. Utilizzare un alimento per orchidee e seguire attentamente le istruzioni. L’alimentazione a spruzzo delle foglie è spesso una forma di alimentazione molto efficace.

Le orchidee hanno bisogno di un’elevata umidità dell’aria, quindi foglie e radici aeree devono essere spruzzate quotidianamente. Oppure mettere la pentola in un grande piattino riempito di ghiaia o idrolite, che viene mantenuto umido. Ricordatevi di tenere il piattino pieno d’acqua, ma non in modo che tocchi il fondo della pentola.

Molte orchidee hanno bisogno di un periodo di riposo durante l’inverno, quindi riducono le annaffiature e smettono di nutrirsi a meno che la pianta non sia in fiore.

Problemi

Le orchidee possono essere soggette ai seguenti problemi: sovralimentazione, irrigazione eccessiva, scottature solari.

Stagione(e) di fioritura
Primavera, estate, autunno, inverno
Stagione(e) del fogliame
Primavera, estate, autunno, inverno
Luce solare
Ombra parziale
Tipo di terreno
Gesso, argilla, terriccio, sabbia
pH del suolo
Neutro
Umidità del suolo
Umido ma ben drenato
L’altezza massima
Da 15 cm a 90 cm
L’ultima trasmissione
Da 10 cm a 90 cm
Tempo per il lancio finale
Da 5 a 10 anni

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *