Amaranthaceae

Amaranto caudatus, Coda di volpe, Coda di volpe selvatica


Amaranto, Guanto di volpe


Botanica

Nome latino: Amaranthus caudatus

.
Famiglia: Amaranthaceae
Origine: Africa, India, Sud America
Periodo di fioritura: da luglio a settembre
Colore del fiore: rosso-violaceo, verde

Tipo di pianta : fiore

.
Tipo di vegetazione: effimera perenne
.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
da 1 a 1,5 m Tossicità : ancora usato come verdura in alcuni paesi


Piantagione e coltivazione

Resistenza: resistente al gelo

.
Esposizione: soleggiata, al riparo dal vento

.
Tipo di terreno:
ricco di humus, ben drenato

.
Acidità del suolo:
neutro
.
Umidità del suolo:
fresco Uso: solido, in vaso
< br>.
Piantare, reimpiantare:
molla

Metodo di propagazione : semina a caldo in marzo-aprile e trapianto in maggio
.
.
Malattie e parassiti :
afidi, ragni rossi


Generale

L’Amaranthus caudatus , l’alga coda di volpe, è uno degli amaranti (o amaranto). Sono tra le specie coltivate in America centrale e meridionale. Gli indiani quechua li coltivano da più di 4000 anni, molto prima che entrassero nei giardini ornamentali europei.

Se sono conosciuti nel nostro paese, è soprattutto per il loro lato estetico. Si tratta di annuari verticali che possono raggiungere più di 1,50 metri di altezza. Gli steli spessi e rossastri, con pochi rami, hanno foglie grandi, flessibili, ovali, lanceolate che vanno dal verde chiaro al viola. Ma ciò che li distingue vantaggiosamente dalle altre esche sono le punte terminali lunghe, slanciate e cadenti, che formano fiori non petali con brattee viola.

Meno comune, la coda di volpe a coda di rondine ha pannocchie bianco crema o verde anice.


Coda di volpe in giardino

Le grandi punte cadute dell’alga coda di volpe, raccolte per l’occasione in piccoli gruppi di 4 o 5 soggetti, creano una sensazione al centro di un tappeto di piante coperte di terra, ma danno anche struttura a un letto quando l’alga è posta solo sul fondo. Installato in un contenitore, funge da arbusto ornamentale… per una stagione.


La coltivazione della coda di volpe amaranto

L’amaranto non è difficile. Anche se può tollerare terreni relativamente poveri, è più rigogliosa nei terreni fertili e portatori di humus (tanto da essere incline all’alloggio, la malattia che fa sì che la pianta si adagia nel terreno). Una posizione soleggiata e protetta è l’ideale.

La semina viene effettuata in terreni caldi (seconda metà di maggio), o meglio in stagione, in secchi e al coperto.

I semi sono molto piccoli, quindi seminare più luce possibile. Il diradamento è essenziale; tenere una sola pianta ogni 60 cm.

Le piante a secchio vengono trapiantate non appena la pianta raggiunge un’altezza di 10-15 cm.

L’annaffiatura è necessaria, soprattutto durante i primi mesi di crescita; successivamente l’amaranto può completare il suo ciclo con meno acqua.


Coda di volpe amaranto in cucina

Si distingue tra piante con foglie e piante con semi. Nel primo caso, le foglie sono essenzialmente consumate, come gli spinaci. Tra le Amaranthus caudatus , la coda di volpe è una delle piante a foglia di cespuglio.

Pochi secondi dopo, i semi vengono consumati (bianchi, rosa o gialli), alla maniera della quinoa. La coda di volpe (una specie tipica) appartiene a questo gruppo ed è molto produttiva.


Specie e varietà di Amaranto

Il genere comprende più di 60 specie – Amaranthus caudatus Viridis con spighette di fiori viola – Amaranthus caudatus Viridis con spighette di fiori verde-giallo –

Mappe di piante dello stesso genere

  • Amaranto tricolore , Amaranto tricolore , Pigmeo dalla testa di elefante, spinaci cinesi

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.