Balsaminacee

Impatiens niamniamensis Becco del Pappagallo, Zanzibar Impatiens, Niam-niam


Becco di pappagallo, Zanzibar Impazienza, Niam-niam


Botanica

Nome latino: Impatiens niamniamensis

.

tutto l’anno al chiuso, tranne che in inverno

.

.

perenne
cespuglio

.
perenne

.
80 cm in coltivazione, fino a 2 m in natura


Piantagione e coltivazione

Resistenza: non rustica, 5 °C minimo

.
ombra chiara
.
ricco di humus, ben drenato

.
da leggermente acido a neutro
.
normale per raffreddare Uso: pianta da interno, veranda, come annuale all’aperto Piantagione, vaso: primavera, estate

.
mosche bianche, ragni rossi, afidi, bagnanti


Generale

Impatiens niamniamensis , l’impatiens niam-niam o becco di pappagallo, è una bella pianta perenne appartenente alla famiglia delle balsamine . È originaria dell’Africa tropicale, oggi ampiamente coltivata dove il clima è benefico in quanto è una pianta vegetale e medicinale, oltre che una pianta ornamentale per gli africani. Per gli europei, questo becco impatiens è una pianta da interno o da esterno che viene coltivata come pianta annuale per una stagione. Fa una pianta d’appartamento che è facile da coltivare.


Descrizione del becco del pappagallo impatiens

L’Impatiens niamniamensis è una pianta arbustiva , a volte alta 2 m in Africa, ma la sua coltivazione è generalmente limitata a 50-80 cm, in quanto può essere potata e modellata a piacere. Se la base dei suoi rami è leggermente lignificata, i rami giovani sono teneri, quasi come le succulente. Le foglie sono grandi, lanceolate, finemente dentate, di colore verde brillante e lucide, leggermente pelose.

I fiori si sviluppano preferibilmente nelle ascelle delle foglie, nella parte superiore degli steli. Sono piuttosto notevoli, a forma di corno: tubolari, con un impressionante sperone ricurvo nel becco di un pappagallo, di solito rosso vivo. I colori dei fiori degli impatiens niam-niam sono vividi ma possono variare da clone a clone. La forma più coltivata è il becco del pappagallo “Queen africa” rosso, giallo e verde acido. La forma e i colori brillanti sono dedicati agli insetti impollinatori che si nutrono in cambio di abbondante nettare.

Il fiore dell’Impatiens niamniamensis è raramente fecondato nelle nostre case, ma se lo è, produce una piccola capsula esplosiva che espelle i semi a maturità.

Alcune varietà di impatiens niam-niam

  • Regina africana Impatiens niamniamensis, con fiori tricolore rosso e giallo-verde
  • Impatiens niamniamensis re africano, con fiori rosso scuro
  • Impatiens niamniamensis Princess pink, con fiori rosa tenero
  • Cacatua del Congo Impatiens niamniamensis, con fogliame variegato e bianco
  • Impatiens niamniamensis Congo cockatoo, giallo e verde variegato
  • Le varie forme hanno un tasso di crescita leggermente più lento.


Come si fa a far crescere il picco di impazienza?

Può essere facilmente conservato all’interno, in un locale luminoso , ma senza luce solare diretta , tranne forse al mattino presto o nel tardo pomeriggio e con un livello di umidità dal 40 al 50% (abbastanza ordinario, tranne quando è riscaldato in inverno). Viene proposto un terreno ricco di humus, da acido a neutro, di tipo marna perlaceo. Quando si rinvasa durante la stagione della crescita, è importante evitare di disturbare le sottili radici dell’impaziente, ma rinnovare il terreno intorno ad esse mettendole in un vaso più grande.

Impatiens niamniamens è una temperatura moderata, tra 12 e 27°C. Non tollera né il caldo (più di 30°C) né il freddo (meno di 2°C).

Il substrato deve rimanere leggermente umido, ma non sempre bagnato. La pianta viene innaffiata con acqua dolce quando la superficie si asciuga leggermente. Ogni 2 o 3 settimane in primavera e in estate, questa pianta avida apprezza un apporto molto diluito di fertilizzante liquido. In inverno, se possibile, stabilire un riposo vegetativo in un ambiente limpido e fresco, con annaffiature a intervalli.


Dimensioni e taglio

Il becco impaziente del pappagallo tollera bene la potatura, purché non scenda fino alla parte lignificata del fusto. Dopo 3 anni, è meglio produrre un piede nuovo e ringiovanito.

Ogni sezione può essere tagliata in 6 settimane in un luogo caldo, soffocando o in un bicchiere d’acqua (cambiando l’acqua regolarmente).


Specie e varietà di Impatiens

1000 specie di questo genere, annuali o perenni

  • Impatiens balfouri , Balfour balm, annuale
  • Impatiens glandulifera , Balsamo himalayano, grande invasore annuale
  • Impatiens noli-tangere , balsamo per legno
  • Impatiens X novae-guineaimpatiens della Nuova Guinea
  • Impatiens omeiana , rara copertura perenne del terreno
  • Impatiens bicaudata Impatiens con 2 speroni
  • Impatiens parasita, Pappagalli Impatiens
  • Auricoma dell’impazienza , vigoroso e sterile

Mappe di piante dello stesso genere

  • Impatiens SunPatiens® , Impatiens SunPatiens®
  • Impatiens balsamina , Balsamina
  • Impatiens bicaudata , Impatiens con due speroni
  • Impatiens campanulata , Bálsamo Campanula, Impatiens campanula
  • Impatiens glandulifera , Impatiens glandulifera , Impatiens glandulifera, Impatiens glandulifera
  • Impatiens omeiana , Monte Omei Impatiens, Impatiens rústica, Monte Omei Bálsamo
  • Impatiens parasitica , Balsamina de loro, Impatiens epifita
  • Impatiens qingchanganica , Qingchengshan tuberculous Impatiens, Balsamo tuberoso cinese
  • Impazienza , Impazienza della Nuova Guinea

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *