Lamiacee

Lavandula Lavanda, Lavandin


Lavanda, lavanda


Botanica

Nome latino: Lavandula

.
Famiglia: Lamiaceae, Labiatae
Origine: bacino del Mediterraneo, Isole Canarie, Nord Africa, India, Sud-Est asiatico

.
Tempo di fioritura:
Da maggio ad agosto a seconda della varietà, fiori profumati e melata che attirano le api

.
Colore del fiore: blu, viola, viola, bianco

.
Tipo di impianto :
cespuglio

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
da 30 a 100 cm a seconda della varietà Tossicità : La lavanda è conosciuta fin dall’alba dei tempi per il suo profumo e per le sue proprietà lenitive e antisettiche.


Piantagione e coltivazione

Resistenza: da -15 a -20°C per i più resistenti, le stufe Lavandula iniziano a soffrire di -5°C, proteggere la lavanda in vaso
.
Esposizione: ordinario, leggero, drenato o povero

.
Acidità del suolo:
neutro
.
Umidità del suolo:
normale ad asciugare
.
Uso : letto, bordo, siepe bassa, riempimento a rovescio, vassoio, fiori recisi da togliere prima dell’apertura, potpourri

Piantumazione, reimpianto : primavera

Metodo di propagazione: semina in primavera, talee in luglio-agosto prendendo rami di 5 cm e piantandoli in una mini serra Potatura: Potatura essenziale dopo la fioritura per sostenere la sua forma rotonda. Con l’invecchiamento, la lavanda tende ad essere nuda alla base, soprattutto se non è stata potata regolarmente. In questo caso, è preferibile sostituire la base, poiché una potatura severa raramente dà buoni risultati, poiché i fori nel legno vecchio sono rari.

Malattie e parassiti : botrite


Profumi e colori per le vacanze

La lavanda si adatta perfettamente a qualsiasi giardino, non appena si può godere il pieno sole. La sua forma sferica si armonizza idealmente con tutte le piante un po’ pazze, erbacee, rampicanti o di copertura del terreno.


Spazi blu

Chi non ha mai sognato di fare lunghe passeggiate in mezzo ai campi di lavanda in fiore?

Facile da coltivare e molto più versatile di quanto sembri, la lavanda ci offre il suo meraviglioso aroma al sole. Portato da lunghe spighe, le sue punte blu, viola, viola o bianche profumano i giardini e producono un abbondante nettare che attira le api.

Prendete ispirazione dai campi di lavanda e piantate le vostre piante di lavanda in filari per formare delle belle siepi basse lungo i sentieri o in piccole siepi nel frutteto o nell’orto. Possono anche essere piantati in aiuole, su pendii, in tutte le aree difficili da raggiungere del giardino. Un bellissimo effetto decorativo che richiede poca cura.


Provenza sul balcone

Una massa di lavanda in terracotta di stile provenzale o fiorentino è una meraviglia. Molte varietà nane sono oggi disponibili e danno ottimi risultati in vaso. Scegliete un vaso da 30 cm con un volume da 1,5 a 2 volte superiore a quello della radice. Un terreno di materiale fibroso e corteccia alleggerito da un terzo di sabbia di fiume grossolana è adatto alla maggior parte delle specie. Nel caso della Lavandula stoechas, aggiungere un terzo di terriccio di erica per acidificare il substrato. In tutti i casi, non utilizzare mai un serbatoio dell’acqua e assicurarsi che il vaso abbia un foro per scaricare l’acqua in eccesso.


Decorazione delle quattro stagioni

I primi fiori di lavanda sbocciano a maggio e se si gioca abilmente con le differenze di fioritura tra le diverse varietà, si possono godere le magnifiche spighe che fioriscono fino alla fine dell’estate. Un ciuffo di fiori di lavanda durerà più di un mese e rimarrà altrettanto decorativo alla fine della fioritura, con le sue punte secche profumate e colorate per molti mesi. Il suo fogliame sempreverde argenteo rimarrà attraente fino alla prossima stagione di fioritura. Anche in pieno inverno, la forma arrotondata della lavanda e il suo bel colore argenteo attireranno l’attenzione quando il giardino sarà a riposo.


Profumo per la casa

Per i mazzi secchi, le infiorescenze devono essere tagliate prima che i fiori si aprano completamente, le punte fanno mazzi molto duraturi.

Non c’è niente di più facile che fare piccoli sacchetti profumati per imbalsamare il bucato o usare foglie e orecchie secche in un potpourri.


Matrimoni riusciti

La lavanda si sposa molto bene con le piante perenni e le rose, ma anche con le erbe aromatiche. A seconda della vostra ispirazione, potete comporre le vostre aiuole in toni classici o moderni, con un’atmosfera morbida o tonica.

  • Giardino elegante: la lavanda è bella con i gigli o piantata in fila lungo un pergolato o archi di rose rampicanti.
  • Giardino moderno: un mix di lavanda ed erba. Le erbe selvatiche contrastano con l’elegante sobrietà dei ciuffi sferici di lavanda.
  • Giardino tonificante: grazie al suo colore blu, la lavanda si adatta bene a tutti i fiori gialli. Le varietà viola funzionano meravigliosamente con i fiori di arancio brillante, come le rose indiane o alcune varietà di elio.
  • Giardino morbido: combinare il bianco e il rosa tenue con il blu della lavanda, scegliendo preferibilmente rose antiche con mazzi di fiori. Un bell’insieme è ottenuto con il Phormium, le cui foglie variegate di giallo o rosa appariranno ancora più luminose con i toni glaciali o grigi della lavanda.


Un impianto molto poco esigente

La vostra lavanda apprezzerà qualsiasi buon terreno da giardino, leggero, ben drenato, moderatamente fertile e piuttosto calcareo (eccetto Lavandula stoechas ). Sono adatti anche terreni poveri, sassosi, secchi e persino aridi. La lavanda, naturalmente, preferisce la luce del sole. Preferisco le esposizioni a caldo.

Piantate la vostra lavanda preferibilmente in primavera, quando il gelo non è più un problema. Spaziare le piante da 40 a 50 cm (5 piedi per m2) di distanza l’una dall’altra. Le piante acquistate in contenitori devono essere “vestite” districando le radici e rimuovendo il grappolo (radici che sono cresciute troppo a lungo nel vaso e che possono soffocare). La semina autunnale dovrebbe essere riservata alle zone a clima temperato. Migliorare il terreno originale con una piccola modifica organica (due manciate per buca). Nel terreno pesante, gettare sabbia grossolana sul fondo della buca. Seppellire bene la parte superiore della radice.

La crescita non è molto veloce, conta tre anni per ottenere un bouquet generoso e molto fiorito.

In un terreno di qualità normale non è necessario fertilizzare la lavanda. Annaffiare solo quando il terreno è davvero molto secco.


Devo tagliare i bordi di lavanda e quando?

La potatura mantiene la pianta in proporzioni armoniose, in particolare stimolando una crescita regolare e una fioritura abbondante. Se non lo fate, la vostra lavanda degenererà rapidamente. La potatura rallenta il fenomeno di invecchiamento che provoca la lignificazione della vite, lasciando gradualmente esposte le parti fogliari.

La potatura classica viene effettuata dopo la fioritura, che riduce tutti i giovani germogli di tre quarti della loro lunghezza. Nelle regioni con un clima rigido, è meglio operare nell’ultima settimana di marzo, perché una pianta non potata resisterà meglio ai rigori dell’inverno.


È necessario proteggere la lavanda dal gelo?

Normalmente no, le forme più resistenti possono resistere a temperature fino a -20 °C senza problemi e la maggior parte delle lavacentrifughe ibride può resistere a -15 °C. Tuttavia, bisogna fare attenzione alle stufe alla lavanda, che iniziano a soffrire di -5 °C. Un crinale è la soluzione più semplice per i soggetti all’aperto.

Nel caso della lavanda in vaso, si consiglia di avvolgere sistematicamente il contenitore con un triplo strato di vello invernale.


Posso fare facilmente tazze di lavanda?

Preferibilmente in luglio-agosto, con talee di 5 cm di lunghezza. Piantate i giovani germogli in una mini-serie contenente una miscela uguale di sabbia di fiume e terriccio. Il raduno richiede circa due mesi. L’uso di ormoni da taglio è fortemente raccomandato.

Si possono anche seminare i semi in primavera, in un vaso sotto un telaio freddo, ma il raccolto è lungo.


Lo sapevi?

  • Il nome Lavandulaa è stato dato alla pianta dal naturalista svedese Karl von Linné, che si è ispirato alla parola latina lavare, che significa lavare, in allusione all’antico uso di questa pianta nei sali da bagno, unguenti e profumi.

  • Appartenente alla famiglia delle Lamiaceae (ex Labiaceae), il genere Lavandulac comprende 28 specie di arbusti o cespugli aromatici e sempreverdi, provenienti da regioni secche, soleggiate e rocciose, dalle Isole Canarie, dalla costa mediterranea e dal Nord Africa fino all’India e al Sud-Est asiatico.

  • La lavanda è conosciuta fin dall’alba dei tempi per il suo profumo e le sue proprietà officinali lenitive, che possono curare mal di testa e insonnia. È anche un buon antisettico naturale.

  • Gli egiziani usavano la lavanda nei loro preparativi per la mummificazione.

  • L’olio essenziale di Lavandula latifolia fu usato dai pittori del Rinascimento, in particolare da Rubens, per schiarire il colore e fissarlo.

  • Lavandula stoechas , prende il nome dalle isole Stoechad, che nell’antichità si riferivano alle isole di Hyeres. Questa specie è ancora originaria della regione, soprattutto nei massicci dell’Esterel e della Mora. Infatti, è sotto il nome di Stoechas che la lavanda apparve per la prima volta negli scritti del medico e botanico greco Dioscoride nel 60 d.C.

  • La lavanda è una pianta che attira le api (api mellifere). Il suo nettare produce un miele molto chiaro, cremoso e molto dolce.

  • La prima foto scattata da Joseph Nicéphore Niepce nel 1826 fu sviluppata con bitume in polvere di Giudea, diluito in essenza di Lavandula latifolia.

  • Nel linguaggio dei fiori, la lavanda significa “Rispondimi”, un po’ come un richiamo alla dichiarazione d’amore. In un rapporto più consolidato o amichevole, è un simbolo di tenerezza.

  • La pianta comunemente chiamata “Lavanda di mare” non ha nulla a che fare con la nostra lavanda. Si tratta di un Limonio , detto anche statice, che viene spesso utilizzato nei mazzi di fiori secchi. Prende il nome dal suo colore.

  • La coltivazione della lavanda è diminuita del 40% (in superficie) tra il 1980 e il 1990.

  • La lavanda beneficia del marchio AOC “Huile essentielle de Lavande de Haute Provence” dal 1981. Questa denominazione comprende 284 comuni delle Alpi dell’Alta Provenza, delle Hautes-Alpes, della Drôme e del Vaucluse.

  • Il miele di lavanda è noto per fare bene alla salute, è di colore quasi bianco.


Specie e varietà di lavandula

Il genere comprende 28 specie

  • Lavandula angustifoliaouLavandula officinalis è vero o lavanda fine, misura da 1 a 1,20 m di altezza. Ci sono molte cultivar come la stella alpina dai fiori bianchi. Dalla sua distillazione si ottiene l’olio essenziale “lavanda fine DOC”, molto apprezzato dai profumieri.

  • La lavanda dentale, la lavanda inglese è una specie piuttosto fredda.

  • Lavandula latifolia, l’aspic di lavanda al profumo di canfora è poco coltivata in Francia.

  • La lavandula stoechas, lavanda con ciuffi o lavanda di mare è originaria del Portogallo, fiorisce da maggio a luglio, i suoi fiori sono coronati da brattee viola.

  • Lavandula stoechas peduncalata , la lavanda farfalla ha un portamento più eretto rispetto alla specie tipica, è la più coltivata. Fiorisce da aprile a giugno
  • .
    .

  • L’aroma Lavandula Blue, una novità che fiorisce abbondantemente dal primo anno di impianto
  • Lavandula latifolia X lavandula angustifolia è la lavandina molto fiorita e resistente. La sua produzione è utilizzata principalmente nell’industria del sapone

Mappe di piante dello stesso genere

  • Lavandula dentata , Lavanda dentata, Lavanda con pelle
  • Lavándula pinnata , Lavanda Helecho, Lavanda Pennata, Lavanda Canaria
  • Lavándula stoechas , Lavanda mariposa, Lavanda estecada, Lavanda moñuda

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *