Cumino

Metodi di propagazione del cumino – Come propagare le piante di cumino

Conosciuto per il suo aroma robusto e il suo sapore complesso, il cumino è una pianta erbacea facile da coltivare e un’eccellente aggiunta all’orto. Quando è maturo, il cumino produce fiori bianchi a forma di ombrello che sono estremamente attraenti per gli impollinatori. Il cumino di solito viene coltivato per la raccolta dei semi. Si trova nelle ricette di vari prodotti da forno, come biscotti e pane, e la raccolta richiede pazienza.

Le piante a fioritura biennale hanno bisogno di due stagioni di crescita per stabilire i loro semi. E mentre la coltivazione del cumino da seme richiede una certa attenzione ai dettagli, il processo di coltivazione del cumino è semplice.


Come propagare le piante di cumino

Ci sono due metodi di propagazione del cumino. – semi e talee di cumino. Il cumino, che cresce in pieno sole, deve essere piantato in un terreno ben drenato. Per garantire un raccolto abbondante, mantenere sempre la aiuola libera da erbacce fino a quando le piante non sono ben stabilite. A causa delle sue radici poco profonde, le piante di cumino non devono essere disturbate.


Semina di cumino

Il primo e più comune metodo di propagazione è la semina diretta con semi di cumino. Resistenti alle zone USDA da 4 a 10, queste piante sono più adatte alla crescita in climi più freschi. Per questo motivo, i semi di cumino vengono seminati direttamente in autunno e possono svernare all’aperto.

L’impianto diretto è essenziale, in quanto le lunghe radici primarie della pianta non amano essere disturbate dal processo di trapianto. Anche se le piante rimangono dormienti durante il freddo inverno, l’aumento del calore in primavera permette al cumino di riprendere la crescita, fiorire e stabilire il seme.


Talee di piante di cumino

Le piante di cumino possono essere propagate anche per talea. Per prendere le talee di cumino, è sufficiente rimuovere un piccolo segmento di nuova crescita da una pianta di cumino esistente. In generale, le talee dovrebbero avere almeno 3-4 serie di foglie vere.

Togliere i set di foglie veri e propri, lasciando solo una o due coppie di foglie. Spingere delicatamente il gambo tagliato in un mezzo di radicazione umido. Mantenere il terreno di coltura costantemente umido e al riparo dalla luce diretta del sole.

Una volta che le talee hanno iniziato a mettere radici, induriscono gradualmente le piante fino a quando non è il momento di trapiantarle nella loro posizione finale nel giardino.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Cerrar