Asparagaceae

Sansevieria stuckyi bastone Sansevière


Sansevière Stick


Botanica

Nome latino: Sansevieria stuckyi

.

Costa orientale dell’Africa

estate

.
bianco
.
pianta della casa, pianta succulenta

perenne

.
perenne

.
da 0,60 a 2m


Piantagione e coltivazione

Resistenza: impianto resistente al gelo, fino a 5°C

.

.
drenante

.
da leggermente acido a basico
.
irrigazione a distanza Utilizzo: invasatura piantagione, invasatura primavera, autunno

.
taglio, scrofa


Generale

Sansevieria stuckyi, la sansevieria appiccicosa o sansevière bâton è una pianta grassa che appartiene alla famiglia delle agavi, quindi è imparentata con le yucche e le agavi. La Sansevieria stuckyi è originaria della costa orientale dell’Africa meridionale, dove cresce tra i cespugli. Molto facile da coltivare in casa, Sansevieria stuckyi è diventata una pianta d’appartamento molto popolare per il suo aspetto grafico e la sua spensierata abitudine.


Descrizione del bastone Sansevière

La sanguisuga bastarda è la specie più grande del genere: in coltura misura da 60 cm a 2 m di altezza. Nel suo ambiente naturale, raggiunge i 2,80 m. È una pianta rizomatosa che ha una colonia di rosette con particolari foglie basali, in quanto ha solo una o tre foglie molto lunghe per rosetta.

Le foglie di Sansevieria stuckyisisis sono succulente e spesse, alte da 60 a 200 cm, quasi cilindriche, ma con una grondaia stretta. Il suo diametro varia da 1 a 5 cm. Sansevieria stuckyi è xerofilo.

La fioritura è rara nella coltura, soprattutto in casa, dove la temperatura dei locali non permette una stagione fresca e dormiente. L’infiorescenza che si sviluppa dalla base della pianta è una spiga corta e spessa con molti fiori allungati, bianchi e profumati.


Come crescere Sansevieria siuckyi?

Il bracciale Stick è facile da mantenere in buona salute. Può resistere a tutti i tipi di esposizione, con una preferenza per il sole al mattino o al pomeriggio e l’ombra nelle ore più calde. Sarà molto bella se ben conservata in un vaso, in modo che il suo fogliame sia denso.

Il Sansieveria stuchyi accetta qualsiasi tipo di terriccio purché sia drenante e un foro sul fondo del vaso consenta il drenaggio dell’acqua in eccesso. Viene annaffiata regolarmente, ma solo quando il terreno è asciutto, che può essere una volta alla settimana in estate, ma una volta al mese in inverno. Una o due ore dopo ogni innaffiatura, l’eccesso viene svuotato sul fondo della pentola. In estate, questa sansieviera sarà nutrita con una dose di fertilizzante per cactus una volta al mese.

La crescita di Sansevieria stuckyi è piuttosto lenta. Riempirà lentamente il vaso con nuove rosette di foglie. Basta rinvasare ogni 3 o 4 anni, questo sarà fatto prima dell’irrigazione tra aprile e agosto.

Commercialmente, per fornire un vaso abbastanza pieno, i coltivatori raccolgono diverse talee di foglie radicate nello stesso vaso, senza rizoma. Alcuni faranno nuove piante alla base delle foglie, dapprima un po’ disordinate, per poi assumere gradualmente l’aspetto della pianta matura.


Come moltiplicare Sansevieria stuckyi ?

Divisione del rifiuto: i giovani possono essere emancipati tra aprile e agosto.

Foglia tagliata: sezioni di 1020 cm di lunghezza della foglia possono mettere radici e produrre nuove rosette, in terreni sabbiosi e umidi a 2025°C. Le talee devono essere lasciate asciugare per 2 giorni prima di essere messe nella sabbia. Il processo è piuttosto lento.


Specie e varietà di Sansevieria

Ci sono 70 specie in questo genere

  • Sansevieria ehrenbergii , con una base di fan più evidente
  • Sansevieria francisii , che potrebbe essere confuso con l’aloe
  • Sansevieria trifasciata , lingue materne
  • Sansevieria cilindrica, sansevieria con foglie cilindriche
  • Sansevieria bacularis , stessa forma di S. cilindrica , ma con foglie più sottili

Mappe di piante dello stesso genere

  • Sansevieria cylindrica , Sansevieria foglie cilindriche
  • Sansevieria trifasciata , Lingua della suocera, Sansevière

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.