Droseraceae

Rossoli a foglia tonda


Rossolini a foglia tonda


Botanica

Nome latino: Drosera rotundifolia

.
Famiglia: Drosera rotundifolia
Origine: Europa, America del Nord Asia

Tempo di fioritura: da giugno a settembre

.
Colore del fiore: bianco
.
Tipo di impianto :
pianta carnivora

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
non perenne

.
Altezza:
da 2 a 5 cm , fino a 20 cm con stelo di fiori


Piantagione e coltivazione

Resistenza: -20 C minimo, clima temperato, zona 6- 8

.
Esposizione: soleggiato, sopporta un’ombra media

.
Tipo di terreno : Muschio di sfagno vivo o torba
.
Acidità del suolo: acido
.
Umidità del suolo: acqua satura d’estate, bagnata d’inverno
.
Utilizzo: pentola, palude all’aperto

Piantare, rinvasare: preferibilmente nella palude esterna o nel vaso profondo
.
Metodo di propagazione:
Scrofa, taglia

.
Malattie e parassiti :
lumache, afidi


Generale

Drosera è la pianta carnivora naturale più diffusa in Francia.

Anche se è distribuito in molti reparti, il suo ambiente originale, la torba acida, è raro. Anche la pianta. La drosera è protetta e le sue popolazioni sono monitorate. Ciò significa che la raccolta, il trasporto e l’uso di questa drosera sono vietati. Il suo commercio è regolamentato: vengono vendute solo piante coltivate.

Le foglie delle rocce solari sono piccole e rotonde, portate da un lungo fusto. Sono disposti in rosoni da 2 a 5 cm in tutte le direzioni. Sono piante in miniatura, ma crescono in colonie. Le foglie sono coperte di peli sulla loro superficie superiore. Ogni capello termina con una ghiandola rossa che secerne una mucillagine appiccicosa.

Il foglio è ricoperto di gocce di colla, e anche loro si pigmentano di rosso in pieno sole; l’effetto è sorprendente!

I fiori sono bianchi, raggruppati nella parte superiore di uno stelo di 5-20 cm. Piuttosto effimere, si aprono quando il sole splende. Producono piccoli semi, dispersi dall’acqua e dal vento.


Come funziona la vostra trappola Rossolis?

Gli insetti sono attratti dalle goccioline sulle foglie, che sono per loro come il nettare o l’acqua. Una volta a contatto con la colla, l’insetto è intrappolato. Più si sforza, più si addentra nelle goccioline appiccicose. Viene trasportato al centro della foglia da un movimento semi-attivo (lento) della pianta. La foglia assume poi la forma di una tazza, dove vengono secreti i succhi digestivi. Per lui è un contributo di materia organica, mentre il suo ambiente di vita è molto povero.

La drosera a foglie rotonde si coltiva meglio all’aperto nelle paludi, nelle torbiere o, meglio ancora, sul muschio di sfagno vivo. Il muschio di sfagno e la pianta possono essere ottenuti da specialisti. In queste condizioni, resiste a tutti i nostri inverni.

Il substrato deve essere umido tutto l’anno. L’irrigazione viene effettuata con acqua piovana; nelle torbiere, questa drosera può anche resistere all’immersione, è un mezzo per disperdere i suoi semi.

Da settembre in poi, la pianta produce un ibernacolo, costituito da foglie embrionali strettamente impacchettate attorno alla gemma centrale. Va in dormienza durante l’inverno, quindi non si vede durante la stagione fredda. Riappare in maggio-giugno.
Si può essere in grado di tenerlo in un vaso molto ampio e profondo, sempre umido.

Ma attenzione alle temperature troppo alte in estate e troppo basse in inverno.


Come moltiplicare i Rossoli?

Semina: i semi hanno bisogno di stratificazione, cioè di un processo di maturazione dei semi per indurre la germinazione. In breve, il seme è fatto credere che sia primavera e che possa germogliare.

Quindi: mettete i semi in un vaso su muschio di sfagno vivo e umido. Chiudere il barattolo in un sacchetto per il congelatore. Lo si mette in frigorifero per 2-3 mesi, poi qualche giorno per congelarlo nel secchiello del ghiaccio e infine in un luogo caldo, a 20°C, dove si deve aspettare altri 1-2 mesi per la germinazione.

Talee: sono possibili da belle foglie tagliate alla base del picciolo. Queste foglie sono poste su muschio di sfagno, che impedisce lo sviluppo di funghi e mantiene l’umidità necessaria.


Lo sapete?

Drosera è usato in omeopatia per le infezioni ORL, soprattutto per un effetto antitussivo.

“Rossolis” significa rugiada del sole.


Specie e varietà di drosera

Il genere comprende circa 100 specie
.
Drosera pulchella , leDrosera pigmeo,

Drosera regia , le drosera regia

Drosera. aliciaeet Droseracapensis , meglio conosciuto

Droseraanglicaet Droserafiliformis , paperback

Mappe di piante dello stesso genere

  • Drosera aliciae , Alices Rossolis
  • Drosera binata , Drosera dicotomica, Drosera con foglie biforcute
  • Drosera capensis , Capo Drosera, Capo Rossolis
  • Drosera filiformis , Drosera filiforme

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *