Fabaceae

Trifoglio rosso, trifoglio rosso


Trifoglio rosso, trifoglio rosso

Trifoglio rosso, Trifoglio rosso, Trifoglio pratense


Botanica

Nome latino: Trifolium pratense

.
Famiglia: Legumi, Fabaceae, Papilionaceae
Origine: Europa, Asia, Nord Africa

Tempo di fioritura: giugno, luglio

.
Colore del fiore: viola, rosa o bianco
Tipo di impianto :
erbaceo

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
deciduo

.
Altezza:
da 5 a 50cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: molto dura, -23°C

.
Esposizione: soleggiata

.
Tipo di terreno :
argilloso, sabbioso-argilloso, argilloso

.
Acidità del suolo:
approssimativamente neutro
.
Umidità del suolo:
normale per raffreddare
.
Uso:
miglioramento del suolo, foraggio, semi germinati, biodiversità e assistenti alla coltivazione Piantagione, vasi: primavera, autunno ” Invia foto


Generale

Il trifoglio rosso Trifolium pratense , è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Fabaceae (Leguminosae o Papilionaceae). Il trifolium pratense è una pianta originaria della Francia con un’ampia distribuzione, vive nei prati, lungo i fiumi, ai margini delle foreste e persino in montagna. Viene prodotto naturalmente in tutta Europa, Asia e Nord Africa. Viene introdotto anche in altri continenti, coltivato come foraggio. Nella coltivazione, viene utilizzato per migliorare il suolo e promuovere la biodiversità.


Descrizione del trifoglio rosso

Il Trifolium pratense è una pianta ramificata ed eretta, alta da 5 a 50 cm; ha foglie composte da 3 foglioline ellittiche, leggermente o per nulla seghettate, leggermente pelose. La lama della foglia è di colore verde scuro, solitamente contrassegnata con una forma a V più chiara. Il trifoglio rosso è una pianta perenne di breve durata (2 o 3 anni). È decidua in inverno, i suoi steli sotterranei portano i germogli dormienti dei futuri steli.

I fiori sbocciano di solito da maggio a settembre e fruttificano da luglio a ottobre. I piccoli fiori papilionacei sono raccolti in una spiga densa e rotonda. I fiori sono rosa, viola, rossastri o a volte anche bianchi o giallastri. Il trifoglio rosso può essere differenziato in molte sottospecie, mentre vengono coltivate diverse varietà. È quindi altamente variabile. Ci sono anche forme triploidi coltivate che non vengono ripiantate.


Requisiti colturali per il trifoglio rosso

Trifolium pratense , ama i terreni abbastanza pesanti, intorno ai terreni neutri, ricchi o poveri. È una specie che tollera meglio di altri trifogli gli inverni freddi e umidi e le sorgenti. D’altra parte, può soffrire la siccità in estate. Ha bisogno della luce del sole per crescere e ha una germinazione lenta.

Si semina a fine estate o in primavera per 2 o 3 anni. Non tollera il trapianto, la semina precoce può essere fatta in vasi singoli e la pianta sarà posta nel terreno senza disturbare le radici.


Come si usa il trifoglio viola?

Anche se a volte è considerato un sovescio, il trifoglio a breve distanza non è adatto come sovescio in giardino perché è una pianta perenne. Tuttavia, può essere coltivata in giardino, in aiuole, in un prato fiorito o intorno al frutteto. Da un lato è piuttosto decorativo, dall’altro fa bene al suolo e alla fauna locale.

Miglioramento del suolo . Le radici del trifoglio rosso sono molto sviluppate e profonde. Hanno un effetto benefico sul suolo, migliorandone la struttura e il drenaggio, arricchendolo di azoto assimilabile dalle piante attraverso la simbiosi con i rizobio. Il trifoglio rosso può quindi essere utile in terreni disturbati come quelli edificabili per decomporsi, arricchirsi, fornire copertura vegetale e quindi limitare l’invasione di altre piante più aggressive (è antagonista, per esempio, al ranuncolo strisciante), e aiutare la rizosfera a svilupparsi.

Migliorare la biodiversità del giardino . Come pianta ornamentale autoctona, il trifoglio rosso è, tra l’altro, ospite di diverse specie di bruchi; produce anche molto nettare ed è particolarmente attraente per i calabroni. Sarà una fonte di cibo per gli assistenti alla coltivazione e contribuirà a mantenere l’equilibrio biologico dell’orto.

Impiego di prodotti alimentari . Le giovani foglie sono commestibili come una verdura, cotte. Dicono che le foglie secche e schiacciate sanno di vaniglia. I semi possono essere mangiati come germogli (germogli croccanti).

Il trifolium pratense è una pianta medicinale.


Specie e varietà di Trifolium

Molte specie di questo genere, spesso perenni, molte delle quali sono europee

  • Trifolium repens , il trifoglio strisciante dei nostri prati
  • Trifoglio alpino , un’altra specie di rosso rosato
  • Trifoglio stellato , il trifoglio stellato con curiosi corpi fruttiferi
  • Trifolio campestre , a fiori gialli

Mappe di piante dello stesso genere

  • Trifolio incarnato , Trifoglio incarnato
  • Trifoglio repens , Trifoglio bianco, trifoglio

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *