Fabaceae

Trifoglio d’Incarnato


Trifoglio

Campo di trifoglio, Trifolium incarnatum


Botanica

Nome latino: Trifolium incarnatum

.
Famiglia: Legumi, Fabaceae, Papilionaceae
Origine : Europa del Sud


giugno, luglio

.
Colore del fiore: rosso, rosa o bianco
.
Tipo di impianto :
erbaceo

Tipo di vegetazione: annuale

.
Altezza:
da 20 a 50 cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: duro, fino a -15°C

.
Esposizione: soleggiato

.
Tipo di terreno :
siliceo

.
Acidità del suolo:
approssimativamente neutro
.
Umidità del suolo:
normale per raffreddare Uso: sovescio, foraggio, mellifere, semi germinati Piantagione, vaso estate, autunno ” Invia foto


Generale

Il trifoglio incarnato , trifoglio è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Fabaceae, precedentemente conosciuta come leguminose o papilionacee. Originario dell’Europa meridionale, il trifoglio rosso era ampiamente coltivato, e si trova in molti paesi, sia coltivato che sfuggito. In agricoltura, è una pianta da foraggio invernale (in verde) e un concime verde. Sia in giardino che altrove, piantare il trifoglio rosso fa bene al vostro giardino. Non solo è un sovescio, ma favorisce lo sviluppo della fauna ausiliaria ed è bello quando fiorisce.


Descrizione del trifoglio rosso

Il Trifolium incarnatum è una pianta a crescita annuale: germina, cresce, fiorisce e muore dopo la maturazione dei semi. Il trifoglio incarnato è alto da 20 a 50 cm. I suoi steli sono eretti e non ramificati, con lunghe foglie picciolate composte da 3 foglioline a forma di cuore. Gli steli e le foglie sono coperti di peli morbidi.

I fiori sbocciano da maggio a luglio. Sono piccole e di forma papilionacea, ma raggruppate in grandi infiorescenze coniche, compatte. La forma selvatica è bianca o rosa, mentre i trifogli coltivati sono di colore rosso vivo. I fiori hanno il miele.

Il trifoglio rosso sviluppa una fitta rete di radici sottili nei primi 10 cm di terreno, poi ulteriori radici che crescono fino a 40 cm. In queste radici vengono prodotti noduli in cui i batteri vivono in simbiosi con la pianta. Grazie a questa simbiosi, il trifoglio rosso può assorbire l’azoto dall’atmosfera e trasformarlo in un composto utilizzabile dalle piante.


La coltivazione del trifoglio rosso

Il Trifolium incarnatum apprezza i terreni drenanti, ma sostiene comunque terreni più limosi o argillosi. Richiede un pH vicino al neutro e l’esposizione alla luce del sole. Si sviluppa meglio se c’è un regolare rifornimento d’acqua. Il trifoglio rosso può crescere anche in terreni poveri, che arricchirà gradualmente. Resiste a temperature da -12 a -15°C.

I suoi semi vengono messi a bagno in acqua per un giorno e poi sparsi direttamente sul posto. Può essere seminata a fine estate o in autunno, rimane verde in inverno (da qui il suo utilizzo come foraggio fresco in inverno) e fiori in primavera o estate dell’anno successivo. Può anche essere seminato in primavera. Poi può essere seminato di nuovo spontaneamente.


Utilizzare il trifoglio rosso come concime verde

Il trifoglio rosso è spesso usato come concime verde perché arricchisce il suolo di azoto assimilabile da tutte le piante. Viene poi generalmente utilizzato nella consociazione. Sarà molto interessante nel frutteto o anche nelle aiuole, soprattutto perché se rimane poco da coltivare fino alla fioritura, è abbastanza ornamentale.

Seminato (dopo l’ammollo) non appena il terreno viene rilasciato in estate o in autunno, germina rapidamente. Non solo arricchisce il terreno, ma crea anche una copertura vegetale che protegge il terreno dalle intemperie (croste, lisciviazione). La sua sottile rete di radici mantiene il terreno in posizione e lo drena in modo efficiente. Questo drenaggio è efficace anche quando si taglia il verde del trifoglio rosso, dove le radici si stanno decomponendo. Promuove lo sviluppo dei lombrichi.

Le verdure vengono tagliate a terra (non sradicate) dove il giardiniere ha bisogno di spazio per piantare i suoi ortaggi. Questi verdi possono essere utilizzati come pacciame, che si decompone rapidamente.


Lo sapevi?

Il trifoglio si mangia come un’insalata con i semi germogliati: immergere 1 notte, buttare via l’acqua. Poi germina in 7 o 8 giorni a circa 20°C. I germogli sono tenuti al buio.


Specie e varietà di Trifolium

Ci sono molte specie di questo genere, spesso perenni, molte delle quali sono europee.

  • Trifolium repens , il trifoglio strisciante dei nostri prati
  • Trifolium ampestre , un’altra specie di rosa rossastra
  • Trifoglio stellato , il trifoglio stellato con curiosi corpi fruttiferi
  • Trifolio campestre , a fiori gialli

Mappe di piante dello stesso genere

  • Trifoglio pratense , Trifoglio rosso, Trifoglio rosso
  • Trifoglio repens , Trifoglio bianco, trifoglio

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *