Hamamelidaceae

Corylopsis pauciflore, nocciola giapponese


Corylopsis pauciflora, nocciola giapponese


Botanica

Nome latino: Corylopsis pauciflora

.
Famiglia: Hamamelidaceae
Origine: Giappone (Honshu), Taiwan

.
Tempo di fioritura:
da marzo ad aprile, prima delle foglie, in ramoscelli di un anno o più

.
Colore del fiore: giallo brillante a giallo primula, fiori leggermente profumati

.
Tipo di impianto :
cespuglio fiorito

.
Tipo di vegetazione:
vicace

.
Tipo di fogliame:
deciduo

.
Altezza:
da 2,50 a 3,50 m


Piantagione e coltivazione

Resistenza: resistenza, – 15 °C

.
Esposizione: mezza penombra

.
Tipo di terreno :
fertile, con humus, fresco ma ben drenato
.
Acidità del suolo: preferibilmente acido
.
Umidità del suolo: è importante che il suolo trattenga bene l’umidità, ma non venga mai allagato
.
.
Uso:

.
Piantare, reimpiantare:
preferibilmente all’inizio dell’autunno

.
Metodo di propagazione: seminare al chiuso in autunno. Talee erbacee in giugno o talee semidecidue a fine luglio, sotto la copertura di ormoni e un leggero calore di fondo (21 °C). Marcottage in ottobre su un substrato molto umido. Potatura: dopo la fioritura, e solo se necessario, rimuovere i rami troppo grandi o mal posizionati e cercare di bilanciare la silhouette arrotondata naturale del corimbo
.
Malattie e parassiti :
resistente agli insetti e alle malattie


Generale

Questo originale piccolo arbusto ha un grande effetto nel giardino a fine inverno o all’inizio della primavera. A febbraio e marzo, prima delle foglie, appaiono bellissimi grappoli di fiori giallo crema e piacevolmente profumati, che ondeggiano con grazia lungo i rami. Dopo la fioritura, le foglie si aprono, di bella forma e simili a foglie di nocciola – infatti, gli inglesi chiamano il corilopside “winter hazelnut” (nocciola invernale). In autunno, il fogliame assume una bella tonalità dorata. L’abitudine alla crescita sarà abbastanza estesa, ma è possibile ottenere una silhouette più compatta con la potatura dopo la fioritura.

Non è molto impegnativo, la corilopsia richiederà poca cura se la sua ubicazione è ben scelta. Preferisce terreni ben drenati, piuttosto acidi e leggermente ombreggiati e protetti da forti venti. Piantato in queste condizioni, vivrà la sua vita indisturbato. La potatura non è necessaria. Se necessario, verso la fine dell’inverno, potete dargli un piccolo fertilizzante “speciale rododendro”.


Si deve piantare il corilopside nel terreno di erica?

Anche se questo cespuglio è considerato acidofilo, non prospererà in un terreno di pura erica. In termini di fabbisogno, si comporta più come un’ortensia, una camelia o una magnolia, cioè richiede un terreno ricco ma acido. La terra di erica viene utilizzata solo come supplemento per correggere il pH. Ma è sufficiente un buon terreno argilloso, così come un terreno argillo-siliceo generosamente modificato in materia organica.


Che cura dovrebbe essere data alla corilopsia?

Coprire il terreno con compost o corteccia di pino per mantenerlo fresco e mantenere la sua acidità.

Cospargere il terreno con un prodotto anticlorosi se le foglie di corilopside ingialliscono.


Lo sapevi?

  • Il nome Corylopsis deriva dal greco korylos che significa nocciola e opsis, aspetto, le foglie di alcune specie sono molto simili a quelle del nocciolo. Gli inglesi chiamano anche questo cespuglio: la nocciola invernale.


Specie e varietà di corilopside

Il genere comprende circa 30 specie di arbusti e piccoli alberi decidui – Corylopsis pauciflora , il tipo specie

Mappe di piante dello stesso genere

  • Corylopsis glabrescens , Nocciola invernale profumata, Finta nocciola, Corylopsis profumata
  • Corylopsis spicata , Nocciola invernale, Falsa nocciola, Corylopsis a stelo lungo

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *