Poaceae

Canne di Provenza, canna comune, canna grande


Canne di Provenza, canna comune, canna grande


Botanica

Nome latino: Arundo donax

.
Famiglia: Poaceae, Erbe
Origine : Europa del Sud


tarda estate

.
Colore del fiore: bianco crema
.
Tipo di pianta : perenne

.
Tipo di vegetazione:
pianta erbacea perenne
.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
5 m


Piantagione e coltivazione

Forza: media

.
Esposizione: pieno sole

.
Tipo di terreno:
umido, ricco

.
Acidità del suolo:
neutro
.
Umidità del suolo:
fresco Uso: banca, copertura < br>
Piantare, reimpiantare:
molla

Metodo di propagazione: divisione dei cluster


Generale

Grafico e snello, lo staff provenzale porta un lato molto selvaggio del giardino. Ideale per decorare il fondo di un letto di terra bagnata, o anche per formare una siepe che rompe la vista, questa pianta è molto facile da coltivare.


Verticalità e flessibilità

Arundo donax è una pianta perenne che cresce spontaneamente sulle rive di fiumi e torrenti, meglio conosciuta come “Canne de Provence”. Il genere comprende solo 3 specie di erbe e diverse cultivar, spesso con foglie molto ornamentali e varie. Arundo donax , cresce verticalmente fino a più di 5 metri di altezza se le condizioni sono favorevoli. Cresce spontaneamente e si diffonde rapidamente nelle regioni temperate o calde dell’Europa meridionale. Verrà utilizzato per creare siepi per proteggerlo da occhi indiscreti o per separare il giardino in più zone.

Le sue radici rizomatose e traccianti ne fanno una pianta con un forte sviluppo. Gli steli spessi e arrotondati hanno, dalla base alla cima, foglie grandi, appiattite, lineari e leggermente cadenti di colore verde. Le cultivar, spesso molto più piccole, hanno foglie bianche generosamente variegate, che le rendono ideali per l’uso in un letto o vicino a uno stagno. In estate compaiono infiorescenze piumate bianco crema, che col tempo diventano gradualmente marrone rosate.


Condizioni di crescita

La specie tipica ( Arundo donax ) è abbastanza resistente (-10°C), quindi può essere introdotta in tutti i giardini dove gli episodi di gelo sono brevi e leggeri. Le diverse cultivar sono molto più fragili, dovrebbero essere piantate in campo aperto solo in zone privilegiate del nostro Paese, altrimenti dovrebbero essere piantate in vaso e protette.

Installare Arundo donaxen in pieno sole, su terreno umido o addirittura inzuppato. Le aree paludose, i bordi degli stagni o i corsi d’acqua saranno i luoghi migliori per questa pianta. In caso di siccità, sarà indispensabile annaffiare la canna provenzale, soprattutto nei primi anni dopo la semina. Il terreno deve essere mantenuto umido in ogni circostanza.

Se tutte le condizioni di coltivazione sono soddisfatte, questa pianta spensierata crescerà da sola e si svilupperà in modo impressionante. Infine, non dimenticate che la canna provenzale è insensibile alla maggior parte dei parassiti e delle malattie!

I vari soggetti saranno coltivati in vaso in regioni più fresche. In questo caso, scegliere un contenitore con un foro sul fondo, abbastanza grande da garantire un buon sviluppo della pianta. Mettete un letto di palline di argilla sul fondo del vaso e create un substrato composto da un terzo di terriccio da giardino, un terzo di compost e un terzo di sabbia di fiume. Installate il vostro bastone provenzale in piena luce su una veranda o in un appartamento luminoso. Innaffiare molto spesso in modo che la miscela non si secchi mai tra un’annaffiatura e l’altra. Arundo donax è una delle poche piante che può resistere all’acqua stagnante nel baldacchino.


Moltiplicazione

La divisione dei ceppi in primavera è il modo più semplice per moltiplicare la canna provenzale. È anche possibile tagliare sezioni di rizoma in acqua nel mese di luglio.


Specie e varietà di Arundo

Alcune specie del genere

Arundo donax variegata superba superba verde fogliame bordato di bianco,

Arundo donax var. fogliame Versicolorau variegato con bianco da riservare alle regioni più calde

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *