Strelitziaceae

Uccello bianco del paradiso, Albero di Strelitzia


Uccello bianco del Paradiso, Albero di Strelitzia

Strelitzia nicolai in fiore


Botanica

Nome latino: Strelitzia nicolai

Famiglia: Strelitziaceae
Origine : Sudafrica

Tempo di fioritura: inverno e primavera

.
Colore del fiore: bianco
.
Tipo di pianta : perenne

.
Tipo di vegetazione:
perenne

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
fino a 10m in natura; da 1,5 a 2m in vaso


Piantagione e coltivazione

Resistenza: resistenza nelle regioni a clima temperato, da coltivare in vaschette altrove
.
Esposizione: sole

.
Tipo di terreno : ricco e drenato, in vaso : miscela di terriccio da giardino, sabbia e limo
.
Acidità del suolo: neutro
.
Umidità del suolo: normale
.
Impiego:
isolato, vassoio

.
Piantare, reimpiantare:
molla

Metodo di propagazione: semina a caldo a 20°C (da 3 a 5 anni prima della prima fioritura), divisione del germoglio
.
Malattie e parassiti :
cocciniglie di insetti


Generale

Strelitzia nicolaiis è una parente stretta di Strelitzia reginae , l’uccello del paradiso. È una grande pianta erbacea perenne, poiché nel suo ambiente originale può raggiungere i 10 metri di altezza. Ha diversi tronchi grandi, lunghi e sottili, le cui cime sono decorate con foglie grandi, dure e larghe (due file), simili a quelle del banano, che possono essere scambiate per un albero di banane.

Come Strelitzia reginae , Strelitzia nicolaiéblouit per la sua straordinaria fioritura. Nelle ascelle delle foglie, grandi brattee membranose di colore grigio-violaceo rilasciano un capolino con lunghi sepali bianchi e petali blu (lingua). L’insieme ricorda le teste di uccelli esotici.


Una pianta esotica

Strelitzia nicolaitrouve le sue origini nella Provincia del Capo, in Sudafrica. Mentre in Costa Azzurra può essere coltivata in pieno campo, altrove si consiglia di metterla in vaso. Infatti, è una pianta congelata che difficilmente può tollerare temperature inferiori a -2°C, se non occasionalmente, per un breve periodo di tempo.

Tuttavia, se si installa Strelitzia nicolaidans in un contenitore, non aspettatevi più di un impianto che non superi i 2 m di altezza.

In ogni caso, offrirgli, da adulto, l’esposizione al sole e un terreno ricco e ben drenato. Ricordate che proviene da una regione dove gli inverni sono secchi; le sue radici potrebbero soffrire per l’eccesso di umidità.

I soggetti giovani, invece, dovrebbero essere protetti dai raggi del sole da una leggera ombra.

Una volta installata, la Strelitzia nicolaine non richiede alcuna irrigazione particolare, ad eccezione di quelle coltivate in vaso.

Con l’avvicinarsi dell’inverno, manteneteli al riparo dal gelo.


Moltiplicare Strelitzianicolai

Strelitzia nicolaiproduce germogli di rizoma. È quindi facile moltiplicarlo eliminando questi germi.

Può anche essere seminato. A tale scopo è necessaria la semina a caldo ad una temperatura compresa tra 20 e 25 °C. Dopo aver messo a bagno i semi per un giorno in acqua tiepida, lasciateli riposare in una miscela ben drenata (terra più sabbia e muschio di sfagno).

Aspetta almeno tre anni che la tua Strelitzia nicolai fiorisca.


Lo sapevi?

Il nome Strelitzia deriva dal nome della regina Carlotta di Meclemburgo-Strelitz, moglie del re Giorgio III d’Inghilterra (1738-1820).


Specie e varietà di Strelitzia

Questo genere comprende 5 specie- Strelitzia nicolai è la specie di tipo comune- Strelitzia nicolai alba, la strelitzia bianca è una specie molto vicina ai fiori bianchi

Mappe di piante dello stesso genere

  • Strelitzia juncea , Uccello del paradiso senza foglie
  • Strelitzia reginae , Uccello del paradiso, Strelitzie

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.