Piante

Il salice piangente, un bellissimo albero ornamentale

Il salice piangente è uno degli alberi decorativi più belli che esistano, e la sensazione di entrare al suo interno ed essere circondati da migliaia di foglie è magica, un’immagine romantica che abbiamo visto in centinaia di film. È un bellissimo esemplare deciduo dal fogliame ricadente i cui rami, flessibili e pendenti, toccano anche il suolo.

Suggerimenti per coltivare un salice piangente

Coltivare e mantenere questo albero di origine asiatica non deve essere complicato, in quanto si moltiplica molto bene grazie alla buona radicazione di innesti e talee. In generale, questo albero ha bisogno di essere piantato in luoghi caldi, sebbene possa resistere anche a temperature fino a 7 o 8 gradi.

Il salice piangente è perfetto in aree piuttosto grandi, poiché può raggiungere dai 10 ai 15 metri di altezza e dai 10 ai 20 metri di diametro. Se hai un giardino troppo piccolo, sarebbe preferibile piantare un altro tipo di albero, perché non importa quanto ben curato fosse, non sarebbe mai bello come in qualsiasi altro grande spazio.

In ogni caso, negli spazi ampi dovrai anche trovare una posizione un po’ distante da qualsiasi oggetto che si possa muovere, poiché le sue radici sono piuttosto aggressive e possono arrivare fino a 20 metri di lunghezza. È anche bene allontanarlo dagli altri alberi o piante per evidenziarne ancora di più la bellezza e dargli la categoria speciale che merita.

Curiosità sul salice piangente

Non pensare che poiché è un albero ci vorrà una vita per vederlo crescere, perché il salice piangente è un albero a crescita rapida che, però, di solito non vive più di 60 anni.

La bellezza e la distinzione di questi alberi conferisce grande eleganza ai migliori giardini ornamentali.

Se desideri leggere altri articoli simili a Il salice piangente, un bellissimo albero ornamentale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.