Piante

Cactus: la pianta succulenta più versatile e amata

Ti piacciono i cactus? Scopri qualcosa in più su questa fantastica e bellissima famiglia di piante grasse

Cactus e piante grasse

cactus  , o meglio i  cactus  , sono una famiglia di  fat nte pía  che conta circa 3.000 specie diverse.

Quindi, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, i cactus non sono equivalenti alle piante grasse, ma piuttosto appartengono alla famiglia delle piante grasse.

È un grande gruppo di piante, che comprende più di 100 tipi di piante, che hanno anche una serie di caratteristiche comuni che le rendono riconoscibili nella loro diversità.

Inoltre, sono spesso molto decorativi e facili da coltivare (a patto di non essere morsi).

Quali sono le caratteristiche dei cactus?

Abbiamo messo in chiaro che i cactus sono una famiglia di piante succulente, ma come le distinguiamo?

Senza dubbio, il suo segno distintivo sono  le spine  , che rappresentano l’evoluzione delle sue foglie, ma possono anche fiorire, ma attenzione perché ci sono anche cactus senza spine.

Per il resto i cactus possono avere  le caratteristiche più svariate  : possono essere piante piccolissime o alte due metri, piatte o tonde, e così via.

Basti pensare che il cactus più alto è il Pachycereus pringlei, con un’altezza massima registrata di 19,2 metri, e il più piccolo è Blossfeldia liliputana, che raggiunge 1 cm di diametro a piena maturità.

Assumono forme e crescite molto diverse al mutare delle specie: alcune crescono non ramificate, altre emettono germogli laterali, altre invece si ramificano.

Ma da  dove vengono i cactus ? Quasi tutte le specie di cactus sono originarie della parte centro-meridionale delle Americhe e, contrariamente alla credenza popolare, non crescono solo nelle pianure desertiche, ma si possono trovare anche tra alberi, praterie e arbusti.

Come piantarli

Piantare un cactus è davvero semplice, soprattutto se si tratta di una piccola pianta. Puoi piantarlo in vaso e in giardino, avendo cura di scegliere una posizione soleggiata.

Il terreno deve essere poroso, ma ottenere quello giusto non è difficile: in commercio esiste terriccio di cactus già pronto, lo si trova facilmente nel giardinaggio e nei negozi online.

Prima di piantare il cactus bisognerà fare un buco abbastanza profondo in cui posizionarlo e il gioco è pronto.

L’unica difficoltà infatti sarà non pungersi con le spine: è meglio indossare guanti da giardinaggio molto resistenti.

I più previdenti utilizzano pinze specifiche per manipolare i cactus, anche se in questo caso bisogna fare attenzione a non danneggiare la pianta.

Come prendersi cura di loro e come coltivarli

La bellezza dei cactus è che hanno bisogno di pochissime cure rispetto alla maggior parte delle piante. Devono essere annaffiati molto poco, non richiedono fertilizzanti o richiedono pochissimo.

Piuttosto, la posizione che scegliamo per loro è molto importante: hanno bisogno di sole, ma non troppo. Crescono generalmente bene a temperature comprese tra 25 ° e 32 °, mentre in inverno possono sopportare fino a -2 °.

Bisogna però lasciare il terreno molto asciutto, e preferibilmente posizionare i cactus all’interno di un micro-terriccio appositamente costruito, che non necessita di riscaldamento: basta coprirli con un telo trasparente, magari utilizzandolo come apposita struttura da acquistare in un negozio di giardinaggio .

Come e quanto annaffiare i cactus

Come sappiamo, le piante grasse richiedono poca acqua e i cactus non fanno eccezione.

La regola generale è che i cactus dovrebbero essere annaffiati una volta alla settimana, ma ricordati sempre di toccare il suolo – non dovrebbe mai essere bagnato.

Questo regime va seguito da marzo a ottobre, mentre in inverno, soprattutto se li si lascia fuori, è meglio non annaffiarli.

Non va annaffiato con il contagocce: i cactus durante l’estate, e soprattutto nei mesi più caldi, vanno annaffiati abbondantemente. Unico accorgimento: le prime innaffiature effettuate ad inizio stagione devono essere più morbide.

I cactus possono essere tenuti in vaso oa casa?

I cactus si possono tenere molto bene in vaso, ed infatti è una soluzione molto comoda perché ci permette di spostarli a nostro piacimento nei luoghi più soleggiati o, al contrario, di metterli parzialmente all’ombra nei periodi più caldi dell’anno.

L’importante è scegliere vasi abbastanza grandi e preferibilmente argilla, e se la pianta cresce molto forte  trasferirla  .

E nel tenerli  dentro  ? Assolutamente gratuito, ma prova a metterli in un punto luminoso.

E attenzione: evitate di posizionare il cactus vicino a termosifoni, o per terra se avete un pavimento riscaldato, perché questo tipo di calore diretto non è del tutto accettabile per queste piante.

Solo contro: in questo modo il ciclo di vita del cactus, che in natura riconosce la stagione calda e fredda, è sfasato, il che potrebbe causare una mancata fioritura.

Come moltiplicare e riprodurre i cactus

I cactus, come tutte le piante succulente, si riproducono molto facilmente mediante talea. Più facile a farsi che a dirsi.

Basta preparare una pentola con un po ‘di terra mescolata con un po’ di torba, tagliare delicatamente una foglia, una ventosa o un ramoscello dal tuo cactus e piantare un paio di centimetri nella tua nuova casa.

Come farli sbocciare

I tuoi cactus hanno mai fatto fiori? No? Ciò accade perché coltivare queste piante in appartamento, con una temperatura più o meno costante durante tutto l’anno, fa sì che non seguano più i normali cicli stagionali e “dimentichino” come vengono prodotti i fiori.

Basta quindi ricominciare da capo per rinfrescarvi la memoria, garantendovi un freddo periodo invernale di  riposo vegetativo  , seguito da una ripresa primaverile.

Idealmente, metterli in una piccola serra fredda o in un’area luminosa e fresca della casa, come l’ingresso o le scale.

Come trapiantarli?

Il trapianto di cactus è molto importante quando iniziano a crescere e il vaso in cui si trovano inizia ad essere ovviamente piccolo.

Farlo è molto semplice e vi spieghiamo come nella guida linkata nel titolo del paragrafo.

Il significato di cactus

Sapevi che anche i cactus hanno il loro significato, proprio come i fiori?

I cactus sono piante molto resistenti, che si sono adattate a vivere nelle zone più inospitali del mondo e per questo simboleggiano durata, perseveranza, fino all’eternità.

Pertanto, sono il regalo perfetto per una persona che amiamo molto, per ricordare loro che il nostro sentimento non è temporaneo, ma duraturo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.