Suggerimenti

Irrigazione delle Bromelie: [Necessità, Frequenza e Procedura]

Per una decorazione spettacolare, sia all’interno che all’esterno, le bromelie sono pronte a svolgere con orgoglio il loro ruolo.

Sono una delle specie più robuste che possiamo trovare in materia di impianto e, allo stesso tempo, più sottili quando donano questi bellissimi fiori.

Conoscere nel dettaglio ogni sua cura: illuminazione, fertilizzante, tipo di substrato e, naturalmente, come applicare l’irrigazione con bromelia.

Non sei sicuro di come farlo? Non farti paralizzare dalla disinformazione, qui hai tutto quello che ti serve, con il punto e virgola, per candidarti subito.

Punti importanti quando si innaffiano le bromelie:
  • Frequenza di irrigazione: si consiglia una volta alla settimana, aumentando la frequenza nelle giornate più calde dove saranno comprese anche le nebulizzazioni per le foglie.
  • Metodo di irrigazione: irrigazione diretta sulle radici o applicazione di acqua attraverso il calice che la pianta stessaha a questo scopo. Gli spray fogliari sono inclusi nell’irrigazione.
  • Orario ottimale della giornata per l’irrigazione: mattina o pomeriggio.
  • Individuare l’acqua in eccesso: macchie marroni su foglie e fiori con successivo marciume della pianta.
  • Identificare la mancanza d’acqua: foglie secche e raggrinzite.

Quali esigenze di irrigazione hanno le bromelie?

Umidità e bromelie sono come due membri della stessa famiglia: devono essere strettamente legate. Per questo motivo è fondamentale che dal momento della semina il terreno in cui le avete disposte sia umido e lo rimanga per tutto il ciclo.

Nel caso dell’ambiente è importante anche il fattore di umidità e questo si può ottenere ponendo un piatto con dell’acqua sotto la pentola. Grazie all’evaporazione, l’acqua si trasformerà in uno stato gassoso, fornendo all’ambiente l’umidità necessaria.

Se sei all’aperto , gli spray sono la strategia ideale se l’ambiente è molto secco. In generale, per climi di tipo tropicale , la bromelia è in grado di ottenere da sola l’umidità necessaria, come se fosse nel suo habitat naturale.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione nelle bromelie?

La manifestazione che una bromelia è soggetta alla mancanza di irrigazione si evidenzia nelle foglie secche che tendono a raggrinzirsi.

Questo è anche legato ad un ambiente con un alto livello di siccità, perché anche se l’irrigazione è appropriata, non ci sarà abbastanza umidità.

Per questo motivo le foglie saranno disidratate perché non solo si mantiene in buone condizioni con l’acqua ottenuta dalle radici.

Quanto spesso dovremmo innaffiare le bromelie?

Le bromelie sono schizzinose sul fatto che il terreno in cui sono piantate abbia abbastanza umidità e l’irrigazione tempestiva aiuterà. La cosa più opportuna è impostare la frequenza a una volta alla settimana, aumentandole in base al periodo dell’anno in questione.

Poiché richiedono anche umidità nell’ambiente, nebulizzare le foglie sarà un regalo gradito , soprattutto nelle calde giornate estive .

Ora, non è conveniente per te allagare in alcun modo, quindi prendi in considerazione i fattori ambientali dell’ambiente e se noti che la terra è ancora bagnata, è meglio saltare l’irrigazione.

Qual è il modo migliore per innaffiare le bromelie?

Le bromelie possono essere annaffiate applicando il sistema di gocciolamento diretto alle radici .

Questo può essere integrato in seguito con spray sulle foglie nei giorni più caldi.

Ma il metodo più consigliato e più diffuso è quello di mettere l’acqua direttamente nel calice delle foglie , da dove possono prendere ciò di cui hanno bisogno. È importante controllare sempre lo stato dell’acqua e cambiarla frequentemente, se non la consuma tutta, per evitare che marcisca.

Tieni presente che, come in ogni altro caso, l’acqua stagnante può essere un luogo ideale per lo sviluppo di malattie. Infatti, se in qualsiasi momento noti che le foglie iniziano a sembrare una sostanza appiccicosa, probabilmente è un fungo che la sta colpendo.

Come rileviamo l’acqua in eccesso nelle bromelie?

L’eccessiva irrigazione si manifesta inizialmente con foglie piene di macchie marroni e che possono raggiungere anche il fiore. Un fatto importante da sapere su questa specie è che ha una parte nota come rosetta d’acqua. 

In questo le bromelie sfruttano il fatto di immagazzinare la giusta quantità di acqua quando si trovano nel loro ambiente naturale, ma al chiuso può essere eccessiva.

Se questo è il caso, devi svuotare questa rosetta e attendere che il terreno dove è piantato appaia asciutto prima di procedere con una nuova annaffiatura. Le bromelie hanno una vita breve rispetto ad altre specie, il che aumenta ulteriormente l’importanza di tenerle ben curate per godersele al meglio.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.