Cabbage

Funghi a macchie bianche: controllo delle macchie di foglie sulle crocifere

Le malattie delle piante crucifere sono quelle che attaccano i membri della famiglia delle Brassicacee come broccoli, cavolfiori, cavoli e cavoli. Il fungo delle macchie bianche è una di queste malattie che favorisce le foglie staccate di questi ortaggi ed è quindi una minaccia maggiore per gli spinaci, i cavoli e le rape che per la testa stretta del cavolo o i capolini di cavolfiore e broccoli.

Funghi a macchie bianche

Questo fungo è causato da una specie di Cercospora ed è diventato più comune negli ultimi anni. La macchia bianca sulle verdure a foglia è uno dei tanti problemi causati dai funghi crocifere. È noto anche come “frogeye”.

Il fungo a macchie bianche si presenta con macchie da circolari a irregolari che vanno da ¼- ½ cm di larghezza e sparse sulla foglia. Inizia con un’abbronzatura chiara e secca e si trasforma rapidamente in lesioni di carta bianca sulla foglia, circondata da un alone giallo o verde chiaro. Le macchie si ingrandiscono e si fondono. La produzione di clorofilla diminuisce con la scomparsa dell’area verde e presto la foglia inizia a ingiallire e a morire.

Le macchie bianche sulle verdure a foglia possono distruggere una coltura di piantine o distorcerla gravemente. Le piante più vecchie possono sopravvivere alla perdita delle foglie esterne.

I problemi di funghi cruciferi, come il fungo delle macchie bianche, sono trasmessi da piante già infette o dalle erbacce circostanti. Sono portate dal vento e iniziano con temperature fresche (55-65 F.10-18 C.) e tempo umido all’inizio della primavera, esattamente quando devono essere piantati gli ortaggi delle crocifere. Diventa più grave con l’aumento delle temperature.

Controllo della macchia di foglie sulle crocifere

Il controllo delle macchie di foglie nelle verdure crucifere dovrebbe iniziare non appena questa malattia delle piante crucifere viene scoperta. Poiché il fungo indebolisce la pianta, può favorire la crescita di altri problemi di funghi cruciferi. I fungicidi o gli spray contenenti rame sembrano essere i più efficaci. Poiché i fungicidi si deteriorano abbastanza rapidamente, sono necessarie applicazioni ripetute ogni una o due settimane per prevenire problemi di funghi cruciferi.

Ci sono diverse cose che si possono fare per controllare le malattie delle macchie di foglie sulle verdure delle crocifere che non hanno nulla a che fare con gli spray o i trattamenti chimici, e la prima è l’igiene. Le spore dei funghi possono svernare in qualsiasi materia organica rimasta in giardino. Per i piccoli giardini, ciò significa che tutti i rifiuti del giardino devono essere puliti e smaltiti a fine stagione. Per i grandi appezzamenti, dopo il raccolto i residui del raccolto devono essere arati al di sotto, in modo che la materia organica si decompone rapidamente.

Anche se non avete alcun controllo sulla pioggia o sulla temperatura, potete piantare le vostre piantine con abbastanza spazio tra di loro per favorire una buona circolazione dell’aria e quindi asciugare più velocemente dopo la pioggia. Potete anche scoraggiare le macchie bianche sulle verdure a foglia innaffiando sotto le piante piuttosto che sopra di esse, e pulire il terreno intorno al vostro appezzamento di giardino da erbacce che possono portare agenti patogeni.

La rotazione delle colture è un altro metodo efficace per controllare le macchie di foglie e la maggior parte delle altre malattie delle crocifere. Piantate le vostre verdure in una parte diversa dell’orto ogni anno, lasciando almeno due anni prima di riportarle nella loro posizione originale.

Un ultimo consiglio per prevenire la diffusione del fungo delle macchie bianche: pulite regolarmente l’attrezzatura da giardino e lavatevi le mani dopo aver ispezionato le piante contaminate. Questo, insieme alle altre pratiche di cui sopra, dovrebbe aiutare a prevenire la diffusione del fungo delle macchie bianche e di altre malattie delle crocifere nel vostro giardino.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *