Aceraceae

Acero grigio, acero cartolato, acero cannella


Acero grigio, acero cartapesta, acero cannella

Acero grigio, Acero Paperbark, Acero Cannella, Acero Grigio, Acer griseum


Botanica

Nome latino: Acer griseum

.
Famiglia: Aceraceae
Origine : Cina centrale


Maggio

Colore del fiore: Giallo (discreto)

.
Tipo di impianto :
Albero

Tipo di vegetazione: Decidua

.
Tipo di fogliame:
Foglie decidue

.
Altezza:
da 10 a 12m Altezza Tossicità : Non tossico


Piantagione e coltivazione

Sole: Ottima resistenza, intorno a -25°C; tuttavia, attenzione alle gelate tardive
.
Esposizione: Sole, possibilmente mezza ombra

.
Tipo di terreno : Terreno di buona qualità, sempre fresco, sabbioso-umido, profondo e drenato
.
.
Acidità del suolo: da acido a neutro; non tollera l’eccesso di calcare
.

Utilizzo: Isolato o in piccoli gruppi

.
Piantare, reimpiantare:
In autunno o in primavera imperativamente

.
Metodo di propagazione: La semina funziona bene, si fa all’inizio dell’inverno o meglio in primavera; i semi devono essere regolarmente stratificati nella sabbia. La germinazione a volte può richiedere del tempo (due o anche tre anni), e sapendo che solo il 5% di essi sono vitali, l’innesto sembra una buona opzione, soprattutto nel caso dell’Acer saccharum. Taglia : Nessuno

Dimensione : Nessuno



Generale

Quando si amano gli alberi, non si può rimanere insensibili al fascino di questo acero; tutto ciò che lo circonda lo rende una specie unica, soprattutto la sua corteccia e il fogliame. La sua corteccia marrone cannella lucida, sbucciata in sottili strati traslucidi (di luce) che ricordano la carta, ricorda alcuni alberi di betulla. Ma ciò che è quasi una caratteristica ovvia di queste betulle non è evidente in un acero; e questo fa dell’Acer griseum una specie a parte. Nei giovani alberi, la corteccia viene esfoliata dal tronco e dai rami principali, rendendo l’albero rapidamente decorativo. I fiocchi, una volta staccati, rivelano un tronco d’arancia sotto.

Anche le foglie ovali, allungate, di acero grigio, lunghe da 4 a 6 cm, non possono essere superate. I volantini hanno da due a quattro lobi, più o meno pronunciati, su ogni lato, come grandi denti smussati. Il dritto è verde scuro, leggermente peloso; il rovescio è da bluastro a bianco grigiastro, in gran parte coperto di piumino. Il fogliame, atipico per l’acero, è anch’esso arancio-marrone con un’eruzione rossa o gialla in autunno.

I fiori gialli, di poco più di un centimetro di diametro, compaiono a giugno su steli pelosi e formano grappoli pendenti. Seguono i disamar, lunghi 3 cm, con ali verdi quasi parallele. Questi frutti rimangono sull’albero per un lungo periodo di tempo (quasi tutto l’inverno).

L’Acer griseuma ha una crescita molto lenta (non più di 15 cm all’anno), che lo rende un piccolo albero, adatto a piccoli giardini. La sua abitudine di crescita è quella di crescere in colonne all’inizio prima di diffondersi nel tempo. Gli alberi molto vecchi possono, anche se non superano i 12 m di altezza, diventare alberi con rami ampi e splendidi.


Dove e con cosa piantare il mio Acer griseum?

Solo piante di acer griseumse. Perfetto in un piccolo giardino, in mezzo a un bel prato con aiuole di piante perenni sullo sfondo, senza la concorrenza visiva di altri alberi. E ‘anche molto adatto per piccoli patii o terrazze (a condizione che siano luminose), mescolato con materiali (ponte di legno, ghiaia o pavimento in pietra, mobili in acciaio tagliato o in acciaio inox…).


Storia ed etimologia…

Fu introdotto da Ernest Wilson nel 1901. A volte sembra essere ancora legato alla specie nikoense ( Acer nikoensevar. griseum), che a sua volta ora si chiama maximowiczianum . Questa specie ( Acer maximowiczianum ) ha anche foglie trifogliate (ma meno tagliate) e risale al 1867 (entrambi i nomi sono di quell’epoca).


Lo sapevi?

Anche la corteccia di Acer griseumsert è un indicatore di salute: se non è esfoliata e rimane comune, è un segno di carenza. Pensate poi ad arricchire e soprattutto ad alleggerire il terreno, controllando che non si secchi troppo (concime fogliare).

Se il 95% dei semi di questo acero non germina, è perché soffre di partenocarpia, dal greco parthenocarpy, “vergine” e carpo, “frutto”. Il frutto si sviluppa come se il fiore fosse stato fecondato quando non lo è stato. Il frutto è poi senza semi (come una banana, per esempio). A quanto pare gli animali che mangiano i semi preferirebbero le vergini, trascurando totalmente gli altri che potranno svilupparsi senza problemi.


Specie e varietà di Acer

Il genere comprende circa 150 specie – il tipo specie

Mappe di piante dello stesso genere

  • Acero campestre, Acer campestre , Acero campestre
  • Acer palmatum , Acero di palma, Acero giapponese liscio
  • Acero platanoide , Acero piatto, Acero bianco, Acero bianco, Falso sicomoro, Acero norvegese
  • Acer pseudoplatanus , Acero sicomoro
  • Acer sempervirens , Acero crestato
  • Acer shirasawanum , Acero giapponese

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *