Aceraceae

Acero schiaffeggiato, acero liscio giapponese


Acero palma, acero giapponese

Fogliame granato Acer palmatum Dissectum.


Botanica

Nome latino: Acer palmatum

.
Famiglia: Aceraceae
Origine : Giappone, Cina, Corea

Tempo di fioritura: aprile, maggio

.
Colore del fiore: giallo rossiccio
.
Tipo di impianto :
cespuglio

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
deciduo

.
Altezza:
da 4 m a 10 m secondo le varietà


Piantagione e coltivazione

Resistenza: (da -10 a -20 °C) La resistenza al freddo è variabile tra le cultivar, è anche più sensibile al freddo nei terreni pesanti.

Esposizione: da sole a mezz’ombra, l’ombra piena è accettata.

Tipo di terreno: una miscela di terriccio di erica in un terreno argilloso siliceo dà i migliori risultati, così come un buon terreno forestale.

Acidità del suolo: acido (pH 5 a 6)
.
Umidità del suolo:
fresco, leggermente umido
.
Uso:
letto di erica, sottobosco, isolato in un prato, contenitore

.
Piantare, reimpiantare:
preferibilmente in autunno

.
Modalità di propagazione: semina, sul posto o in vasi da fiori all’aperto, semi raccolti in autunno e stratificati per tutto l’inverno nella sabbia appena umida supportata. Le colture si propagano per innesto laterale sotto corteccia in novembre (riservato ai professionisti) o per germinazione in agosto (possibile per i dilettanti). Potatura: mai al di fuori del periodo tra novembre e marzo, tranne che su legno morto. Rimuovere delicatamente i germogli in eccesso o fuori posto.

Malattie e parassiti : resistente a parassiti e malattie, a volte afidi Interesse di Facebook Twitter


Generale

Piccolo albero o grande cespuglio, è possibile dubitare. Tuttavia, ciò su cui tutti sono d’accordo quando si parla di aceri giapponesi è la loro incomparabile eleganza e l’incomparabile splendore del loro colore autunnale. Questa è probabilmente la tonalità arancione più sorprendente della pianta. Il gioiello del vostro giardino, da offrirvi senza indugio.

L’elegante portamento naturale della palma d’acero giapponese e la sua lenta crescita invitano a sceglierla senza esitazione per accendere un piccolo e un po’ sofisticato giardino cittadino. È, naturalmente, l’alberello perfetto per le scene di ispirazione orientale, Zen o feng shui. Accompagna i piccoli soggetti con alcune azalee giapponesi e felci che faranno miracoli. In uno spirito più libero, è uno dei migliori compagni dei rododendri, ammorbidendo il loro aspetto un po’ massiccio e migliorando perfettamente la loro fioritura. Collocare piante più grandi in fondo alle aiuole di erica per ombreggiare rododendri, azalee e cachi. Considerare di piantare un gran numero di giacinti alla base degli aceri giapponesi. Il momento migliore per questo è in primavera, quando i fiori blu dei bulbi fanno emergere il verde tenue o il viola delle giovani foglie ancora rugose.

Schiarite le varietà con fogliame viola, a volte un po’ scuro, con coperture di terra dorata ( Lysimachia nummularia Aurea) per esempio o erba. Un effetto molto chic, ma più opaco, si ottiene combinando l’acero viola con il fogliame grigio argenteo ( Artemisia ludoviciana , Ballota , Lychnis , Stachys Stachys Bizantino , Nepeta , ecc. ).

Sul balcone, le numerose varietà nane sono ideali in vasche di 40 cm o più (evitare l’esposizione a sud). Per essere sicuri che tutto sia perfetto, piantate degli annuari a mezzo guscio, come la verbena, alla base del vostro acer palmatum.


Le giovani foglie del mio acero giapponese sono tutte distese. Si è perso?

Ha semplicemente sofferto per la siccità o è stato esposto a un’intensa luce solare. L’acero palma giapponese è molto sensibile alla mancanza d’acqua, soprattutto se coltivato in vaso o come bonsai. La minima quantità di luce solare provoca anche un’ustione delle foglie. In caso di forte calore, fate attenzione a non finire l’acqua, senza cadere nell’eccesso opposto e annegare!


Lo sapevi?

I frutti dell’acero sono molto decorativi. Hanno il bel nome di Samaras. Sono frutti alati di colore bruno-rossastro (elicottero), raggruppati in coppia. Le ali sono curve e molto estese. I fiori, invece, sono di scarso interesse.

La parola latina acer, che significa “acuto”. Ha dato ai francesi un po’ di acerrimo. L’albero deve il suo nome al fatto che il suo legno veniva utilizzato nell’antichità per fabbricare lance.

Nel linguaggio dei fiori, l’acero simboleggia la riserva e l’indipendenza dello spirito.


Specie e varietà di Acer

Il genere comprende circa 150 specie Le varietà naturali di Acer palmatum:

  • Acer palmatum Dissectum (sinonimo: Acer Dissectum), di forma tondeggiante, con steli arcuati, ha foglie profonde e finemente tagliate che diventano dorate in autunno.

  • Acer palmatum Dissectum Atropurpureum, simile al precedente, ma con foglie rosso-violetto.

I piccoli:

  • Acer palmatum Beni-tsukasa è un piccolo arbusto dal portamento morbido e disinvolto, le cui minuscole foglie gialle nascono alte 2 m
  • Acer palmatum Il carminio è un arbusto basso vigoroso ma compatto con un portamento eretto, spesso cresce come un bonsai, alto tra 1,5 e 2 m

Il più grande (+ 3 m) :

  • Acer palmatum Bloodgood, con vegetazione compatta forma un albero globoso lungo 10 cm, rosso-violaceo, cinque foglie con lobi profondi che in autunno diventano rosso vivo, alte da 3 a 4 m

Mappe di piante dello stesso genere

  • Acero campestre, Acer campestre , Acero campestre
  • Acer griseum , Acero grigio, acero di corteccia di carta, acero cannella
  • Acero platanoide , Acero piatto, Acero bianco, Acero bianco, Falso sicomoro, Acero norvegese
  • Acer pseudoplatanus , Acero sicomoro
  • Acer sempervirens , Acero crestato
  • Acer shirasawanum , Acero giapponese

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *