Asclepiadaceae

Asclepias syriaca Pappagallo Erba pappagallo, Bambù, Lattuga


Erba parrocchetto, erba guadua, lattuga comune


Botanica

Nome latino: Asclepias syriaca Sinonimi : Asclepias cornutii, A. apocinatum, A. capitellata, A. globosa

America del Nord


.

.
fiore

pianta erbacea rizomatosa
.
deciduo

.
1m a 1,50m Tossicità : Alcune parti della pianta possono essere mangiate cotte, altre sono tossiche come il lattice.


Piantagione e coltivazione

Resistenza: molto resistente, fino a -25°C

.
da soleggiato a mezz’ombra

.
bagnato e drenante
.
da acido a neutro
.
normale

.
solido, contenitore, cibo, decorazione, fibra naturale

.
primavera, autunno

semina in aprile-maggio, separazione di gruppi o taglio in primavera potatura: nessuna potatura malattie e parassiti : mosche bianche


Generale

L’asclepia siriaca , detta anche pericot o cotone idrofilo, è una pianta erbacea, rizomatosa e perenne, appartenente alla famiglia delle asclepias siriaca . Questa pianta è originaria dell’America del Nord, dove cresce in aree aperte come le terre desolate o i bordi delle strade. È sfuggita anche alla coltivazione nell’Europa meridionale. Tra i suoi fiori molto profumati e i suoi corpi fruttiferi a forma di gemme giocose, l’ittero è una pianta molto popolare. Tuttavia, poiché mostra un vigore impressionante quando viene moltiplicato e ripiantato spontaneamente, è meglio metterlo in un grande vaso.


Descrizione dell’erba del pappagallo

La siriaca di Asclepias è una pianta alta da 1m a 1,50m. Ogni anno rimuove dal terreno steli alti e robusti con foglie grandi e opposte lunghe 25 cm. La sua foglia è da ovale a oblunga, segnata da una spessa vena bianca nella parte superiore e che cade sul retro. L’erba del parrocchetto contiene lattice appiccicoso. In inverno i suoi steli aerei muoiono.

Asclepias syriaca sviluppa lunghi rizomi traccianti che spiccano qua e là. Può diventare invasiva dopo diversi anni.

La fioritura dura tutta l’estate. Centinaia di fiori sono raccolti in umbels in cima ai rami. La struttura dei piccoli fiori è strana, caratterizzata da una corona composta da segmenti conici. Questi fiori sono nettariferi e miele. Attirano molti insetti impollinatori, ma a volte intrappolano anche quelli più piccoli.

Di solito da ogni ombelico si sviluppano solo pochi frutti. Questi spessi baccelli si sviluppano a forma di pappagallo appollaiato. I baccelli sono coperti da piccole punte flessibili. Una volta maturi, si aprono in semi piatti e di seta lunga, la famosa “ovatta”, diffusa dal vento e dall’acqua.


Come viene coltivato il cotone?

Aclepias syriacaa ha bisogno di un terreno umico e drenante, da acido a neutro. Teme sia il calcare che i terreni troppo compatti. L’erba del parrocchetto ha bisogno di molto sole per fiorire e crescere.

Il cotone comune è meglio coltivato in grandi contenitori e non ha bisogno di protezione durante l’inverno in quanto è resistente a -25°C.

Partendo da una pianta acquistata, il trapianto viene effettuato senza distruggere la palla di radice, in quanto teme di disturbare le radici, poiché attorno ad essa viene semplicemente aggiunto del terreno in eccesso. La fornitura d’acqua è regolare e se la pianta ha bisogno di essere innaffiata, sarà innaffiata con acqua piovana se l’acqua del rubinetto è troppo dura.


Le relazioni tra piante e insetti sono strettamente monitorate

L’asclepia siriaca è studiata per i suoi complessi rapporti con gli insetti, in particolare per le sue reazioni di stimolazione (corrispondenti al nostro sistema immunitario) verso gli erbivori. In questo modo, produce diverse sostanze per proteggersi a seconda degli attacchi che deve respingere.

Il monarca che si nutre del comune seme di cotone assorbe le sostanze prodotte dal seme, rendendolo tossico per gli uccelli, ma limitandone notevolmente la fertilità. Un altro esempio: a livello radicale, l’erba del latte favorisce lo sviluppo di insetti predatori che dovrebbero mangiarla.


Come moltiplicare l’erba del pappagallo?

La siriaca di Asclepias è succulenta e a volte una pianta emerge lontano dalla pianta principale. Questa ventosa può essere rimossa in autunno o in primavera, mantenendo una zolla di terra intorno ad essa, in quanto il comune tordo non tollera danni alle radici.

Scrofa. I semi germinano dopo una stratificazione a freddo di almeno 3 settimane: seminare in un vaso in superficie, coprire con ghiaia, acqua, mettere in frigorifero, chiudere in un sacchetto per 3 settimane. Dopo questa stratificazione a freddo, portare il vaso da seme ad una temperatura minima di 18°C; i semi germogliano nei mesi successivi. Non appena possibile, le piantine vengono trapiantate singolarmente. Ci sono perdite, in quanto non resistono bene ai trapianti.


Lo sapevi?

I giovani germogli a 3 o 4 cm dall’estremità del gambo vengono mangiati cotti, come gli asparagi. I giovani baccelli di 3 cm di lunghezza si mangiano anche cotti.

Le infiorescenze cotte in boccio (come i broccoli) hanno un gusto piacevole .

L’erba del parrocchetto è stata studiata per essere utilizzata nella produzione di gomma dal suo lattice.

Il lattosio produce un succo profumato che attira molti insetti come le farfalle, tra cui le farfalle monarca e le api.

Gli aironi sono utilizzati per riempire alcuni prodotti come piumoni o cuscini.


I più bei parrocchetti!

Quando appendi la frutta al bordo di un bicchiere con il piede e la aggiungi con l’eyeliner, ti sembra davvero di vedere un pappagallo.

Inviaci le tue foto più belle!

I parrocchetti di Ghislaine
I pappagallini di Caterina
I pappagalli di Francoise
I pappagallini di Daniele
I pappagallini di Nicole
I parrocchetti di Marinette


Specie e varietà di Alghe da latte

Il genere comprende più di 100 specie

  • Asclepie tuberose , piante perenni a fiore d’arancio
  • Asclepias incarnata , con fiori rosa
  • Asclepias curassavica , Alghe da latte di Curaçao

Mappe di piante dello stesso genere

  • Asclepias curassavica , Alghe da latte di Curaçao

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *