Fabaceae

Soia


Soia


Botanica

Nome latino: Glicina massima

.
Famiglia: Legumi, Fabaceae, Papilionaceae
Origine : Asia


da agosto a settembre

.
Colore del fiore: bianco

.
Tipo di impianto :
erbaceo

Tipo di vegetazione: annuale

.
Altezza:
da 50 a 70cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: gelo

.
Esposizione: soleggiato

.
Tipo di terreno:
tollerante, può anche tollerare la salinità
.
Acidità del suolo:
tollerante
.
Umidità del suolo :
normale

.
Uso:
verdure essiccate o fresche, foraggi, biocarburanti, olio, … Piantagione, vaso: primavera

Metodo di propagazione: piantina dimensione: lumache, muffa


Generale

La soia, Glycine max o Glycine soya , è un piatto annuale che appartiene alla famiglia delle Fabaceae o Papilionaceae. La soia è originaria dell’Asia. Oggi è la specie più coltivata al mondo. Infatti, il suo seme è uno dei più nutrienti: tra il 12 e il 20% di grassi e il 40% di proteine; accompagnato dal riso, costituisce un pasto completo.

Glycine maxa ha acquisito una grande importanza economica come foraggio per l’allevamento intensivo di bestiame, ma anche come biocarburante. Molti sottoprodotti, sia alimentari che non alimentari, sono ora realizzati con la soia.

Anche se la soia può essere usata per sostituire la carne o il latte, non bisogna dimenticare che il suo metodo di produzione, soprattutto in Sud America, è molto controverso: piante transgeniche, agricoltura intensiva che distrugge l’ambiente naturale…

Anche se di origine tropicale, alcune varietà di soia sono oggi coltivate in Francia, e Glycine maxsintrodujo nei nostri frutteti come ortaggi.


Descrizione della soia

A causa della sua moltitudine di varietà, Glycine max è abbastanza variabile. Produce una pianta cespugliosa, alta da 60 a 150 cm. Tutta la pianta è pelosa. La sua radice principale è in grado di crescere fino a una grande profondità (2m). Le sue foglie alterne sono trilobate. I grappoli di fiori si sviluppano nell’ascella delle foglie. Sono piccoli, rosa o bianchi, e a volte aperti solo al mattino. La fecondazione è essenzialmente autoimpollinante (si pensa che solo il 5% circa sia attraversato dagli insetti). Alcuni fiori si autofecondano senza aprire o addirittura sviluppare la corolla.

I semi di soia sono grandi, piatti e pelosi, spesso contengono 3 grandi semi e a volte sono difficili da aprire. Il colore dei semi a maturazione varia a seconda della varietà: giallo, nero, viola, bicolore, verde. Questi semi sono chiamati semi di soia.

Gycin: il più grande fissatore di azoto atmosferico grazie a un batterio simbiotico. Può crescere in un terreno piuttosto povero e arricchisce il terreno.


Verdure di soia

La soia come verdura:

  • in un vegetale secco. La soia viene raccolta a maturità. Devono essere cucinati prima del consumo. Si mangiano come fagioli secchi.
  • con verdure verdi. Oppure i baccelli vengono raccolti immaturi e piatti, come un fagiolo verde. Oppure i semi immaturi vengono raccolti come piselli, poi vengono chiamati edamame soia
  • .

  • seme germinato : anche se è una specie diversa da quella che di solito viene chiamata germogli di soia, Glycine max fa germinare dei buoni semi in 5 – 6 giorni, al buio. Per evitare confusione, dovrebbero essere chiamati germogli.


Importante: scegliere la varietà giusta

La varietà dipende dal tipo di ortaggio che si vuole raccogliere, ma soprattutto bisogna scegliere una varietà adatta alle nostre regioni fredde: precoce e adattata al ciclo di luce delle nostre alte latitudini.

  • Soia con guscio estivo: varietà giapponese di fagiolini che può essere mangiata intera nel baccello.
  • Soia edamame verde conchiglia: consommé verde
  • Fiskeby V soia: mangiata come un fagiolo, senza il guscio, fresca o secca. Si tratta di una varietà adatta alle regioni più fredde.
  • Soia edamame Black Pearl edamame, maturata in 86 giorni.
  • La soia dell’invidia, che può essere mangiata secca o semi-secca, è una soia che matura in 75 giorni.

Possiamo aspettarci nel prossimo futuro una selezione di varietà tedesche e francesi che si adatteranno perfettamente al nostro clima europeo.


Come si coltiva la soia?

La Glycine maxse è coltivata su terreni da acidi a moderatamente basici. Può resistere a terreni piuttosto poveri. Viene piantato in giardino dopo un raccolto mal coltivato (ad esempio zucchine, zucche). I semi di soia hanno bisogno di un’esposizione soleggiata o semi ombreggiata ma abbastanza calda, ad esempio al centro di una ciotola di verdure.

Richiede molta meno acqua rispetto al mais, ma il raccolto sarà migliore se sarà annaffiato correttamente alla fioritura e allo sviluppo dei baccelli. Tollera molto bene piccoli periodi di siccità tra due irrigazioni abbondanti. Le sue radici profonde trovano la loro strada migliore in un terreno piuttosto drenante. Glassato, viene seminato in primavera, al più tardi a metà maggio, per la raccolta in agosto-settembre-ottobre.


Come si seminano i semi di soia?

Il primo passo è quello di immergere i semi per 24 ore in acqua calda (temperatura della casa).

Poi Glycine max germina solo in un pavimento riscaldato ad almeno 10°. O il clima è abbastanza caldo da metà aprile a metà maggio per seminarlo nel terreno, oppure la piantina si precipita al caldo per guadagnare qualche settimana, e viene poi piantata in giardino quando il terreno si riscalda.

Dentro. I semi imbevuti vengono messi in un sacchetto trasparente, posti su una carta domestica imbevuta d’acqua, alla luce: germinano rapidamente. Prima che il germe venga incorporato nella carta, ogni grande seme germinato viene posto singolarmente in un vaso. I vasetti vengono lasciati alla luce ad una temperatura di 10-25°C. La crescita dei semi di soia è un po’ lenta.

Al momento del trapianto, il vaso viene rimosso dalla muffa e i semi di soia vengono piantati senza disturbare le radici, distanziandoli di almeno 10 cm l’uno dall’altro nelle file. Tra le file hanno bisogno di spazio, poiché il loro sistema radicale diventa importante, e hanno bisogno di un po’ di aerazione per evitare meglio le malattie.

Normalmente Glycine maxfleurit entro 2 settimane. Così, i semi maturano tutti allo stesso tempo. Per raccogliere i semi secchi e difficili da raccogliere, tutte le piante vengono tagliate a terra e battute.

L’apparato radicale della soia è in gran parte lasciato al suo posto: migliora il terreno decomponendosi.


Lo sapevi?

I germogli di fagioli che conosciamo di solito non sono veri germogli di soia, ma germogli di fagioli mung, Vigna radiataou Phaseolus aureus .


Specie e varietà di glicine

15.000 varietà coltivate in tutto il mondo secondo l’uso e le regioni di coltivazione.

Circa 30 specie di questo genere, quasi tutte australiane

  • Glycine tabacinaet La glicina tomentellasont si verifica anche in Asia
  • Microfilla glicina , foglia piccola

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.