Orchidaceae

Formosa Orchidea, Pleione


Orchidea di Formosa, Pleione

Formosa Orchidea, Pleione, Pleione formosana


Botanica

Nome latino: Pleione formosana Sinonimi : Pleione bulbocodioides, Pleione pricei

Famiglia: Orchidee, Orchidaceae
Origine: Tibet, Cina, Taiwan (Isola di Formosa), India del Nord, Giappone

.
Tempo di fioritura:
Aprile

.
Colore del fiore: rosa chiaro
.
Tipo di pianta : Orchidea temperata
.
Tipo di vegetazione : bulbo

.
Tipo di fogliame: deciduo
.
Altezza: da 5 a 15cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: evitare l’esposizione al gelo, clima temperato, fino a 1°C

.
Esposizione : geniale

Tipo di terreno : miscela di sabbia grossolana, muschio di sfagno e lettiera di foglie o substrato di orchidea, ben drenato
.
Acidità del suolo: piuttosto acido
.
Umidità del suolo: da fresco a umido durante la stagione della crescita, asciutto all’esterno
.
.
Uso:
serra fredda, all’aperto in regione temperata, coltivazione in vaso largo e piatto

.
Piantare, reimpiantare:
reimpianto annuale in primavera prima della fioritura, piantagione all’aperto in aprile

.
Modalità di propagazione: divisione di pseudobulbi in marzo Dimensione: nessuna dimensione
.
Malattie e parassiti :
lumache, cocciniglie, ragni rossi


Generale

Pleione formosana è un’orchidea, una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Orchidaceae. È originaria delle foreste di media e alta montagna dell’isola di Taiwan. A volte una specie terrestre, ma soprattutto un litofita o un’epifita, Pleione formosana cresce sulla lettiera delle foglie della foresta, su una roccia muschiosa o possibilmente nella cavità di un tronco. Tra le 10-20 specie esistenti nel genere, Pleione formosana è certamente la specie più facile da coltivare. È anche comunemente venduto, a volte si trova nella sezione delle lampadine a molla dei centri di giardinaggio.


Descrizione della Pleiona Formosa

Pleione formosana è una piccola orchidea che produce grandi fiori. I suoi pseudobulbi semi interrati sono da ovoidali a conici, di colore marrone violaceo, larghi da 1 a 4 cm. Dalla base di questo pseudobulbo si sviluppano ogni anno 1 o 2 nuovi germogli, ciascuno con una singola foglia larga 5 cm e lunga fino a 30 cm, pieghettata e con nervature parallele. La foglia si sviluppa da un corto stelo, che porta anche uno, o più raramente due boccioli di fiori. I fiori e le foglie raramente superano i 15 cm di altezza, anche se il fiore dell’orchidea Formosa è largo dagli 8 ai 10 cm. Ha 3 sepali petaloidi e 2 lunghi petali rosa di 5-7 cm che incorniciano un imponente labello bianco, curvato nel tubo protettivo della colonna vertebrale sessuale. L’interno del labello è contrassegnato da strisce da marrone ad arancione.

La fioritura è anticipata tra marzo e aprile e avviene prima che le foglie siano completamente sviluppate. Una volta fertilizzati, i fiori producono baccelli di colore marrone allungato contenenti migliaia di semi polverosi.


Come si coltiva Formosa Pleione?

Pleiona formosana è coltivata in un substrato di orchidea a base di piccoli trucioli di corteccia di pino, mescolati con una lettiera leggera di foglie di bosco e un materiale che arieggia il terreno: pozzolana, perlite o muschio sintetico.

Il ciclo di crescita della Pleione formosa è molto caratteristico, ed è essenziale conoscerla per poterla coltivare con successo:

La crescita degli pseudobulbi (radici e steli frondosi) inizia a marzo. Non appena le radici e gli steli iniziano a svilupparsi, il terreno nella pleura non deve più essere disturbato. Questo inizio coincide con l’inizio delle annaffiature: le pleiona formosa vengono tolte dalla loro zona di svernamento e collocate in una serra fredda o in un locale leggermente fresco e luminoso (dove la temperatura non supera i 25°C), annaffiate regolarmente con acqua piovana, in modo che il substrato sia sempre umido. Se il vaso viene annaffiato settimanalmente, ogni due settimane l’acqua sarà arricchita con una dose insufficiente di fertilizzante liquido per orchidee. Quando non c’è più il rischio di gelo, il vaso delle orchidee può essere collocato all’esterno all’ombra e annaffiato fino a quando le foglie non sono appassite. Durante questa stagione, i nuovi pseudobulbi si addensano mentre i vecchi si atrofizzano, producendo all’apice qualche piccolo bulbo a foglia.

In autunno e in inverno (la stagione in cui lo pseudobulbo è nudo), Pleione deve essere conservato al riparo dal gelo (tra 1 e 7 °C durante il periodo di riposo e quasi asciutto senza eccessi), idealmente in un sacchetto chiuso con qualche substrato, nel vano frigorifero o in un garage al riparo dal gelo, anche al buio.


Come moltiplicare la pleione formosana?

I fili degli pseudobulbi possono essere separati l’uno dall’altro durante il periodo di riposo.

I bulbi trapiantati sono in grado di fiorire dopo 3 o 4 anni di coltivazione.


Specie e varietà di Pleione

Circa 20 specie di questo genere

  • Pleione limprichii , con fiori di salmone
  • Pleione praecox, con fiori rosa
  • Pleione maculata , in fioritura autunnale
  • Pleione forrestii , con fiori gialli

Mappe di piante dello stesso genere

  • Pleione forrestii , Pleione forrestii

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.