Ulmaceae

Olmo cinese


Olmo cinese

Olmo cinese, Ulmus parviflora


Botanica

Nome latino: Ulmus Parviflora
Sinonimo: Ulmus chinensis
Famiglia: Ulmaceae
Origine: Cina, Giappone
Tempo di fioritura:
Marzo
Colore del fiore: molto duro, -24°C
Esposizione: semi ombreggiata in pieno sole
Tipo di terreno:
argilloso-silt, tollerante
Acidità del suolo:
da acido a moderatamente basico
Umidità del suolo:
da umido a moderatamente secco
Utilizzo:
solido, bordo, albero isolato, bonsai
Piantare, reimpiantare:
autunno, primavera
Metodo di propagazione:
talee, piantine


Generale

Ulmus parviflora , o Ulmus chinensis, l’olmo cinese, è un albero di piccole e medie dimensioni appartenente alla famiglia delle Ulmaceae. Ulmus parviflora è originario dell’Asia, in particolare del Giappone e della Cina. L’olmo ha sempre attratto i paesaggisti per la sua silhouette aggraziata e le piccole foglie; l’olmo cinese è noto anche per la sua adattabilità. Oltre ad essere molto resistente alla crescita, può resistere alla contaminazione. È un albero di città, oltre che una specie molto soddisfacente per guidare come un bonsai, ideale per i principianti.


Descrizione dell’olmo cinese

Ulmus parviflora , è un albero relativamente piccolo, alto circa 10 m, spesso largo quasi quanto l’altezza. Se maneggiato bene, forma una corona arrotondata, semisferica, sostenuta da un tronco basso, ampiamente aperto e decorativo. La sua corteccia è magnifica: nei toni del grigio chiaro, si sfalda in alcuni punti, rivelando una superficie arancione.
L’olmo cinese è molto ramificato: i rami sono inclinati e disposti in file parallele. I boschi sono quindi molto strutturati. Le foglie alterne sono piccole e spesse, ovali e leggermente seghettate, e pendono uniformemente dai rami. Sono semipersistenti e cadono se il tempo è molto freddo, ma persistono se l’inverno è mite.
Ulmus parvifloraflowers in marzo, poi produce samaras. I semi sono maturi in autunno.
Spesso di forma e foglia piuttosto variabile, quando gli olmi cinesi sono piantati in gruppi, è interessante scegliere una varietà, per una questione di uniformità.


La coltivazione di olmi cinesi in campo

Ulmus parviflorademands un’esposizione al sole a mezz’ombra. Molto resistente, è particolarmente tollerante alle condizioni di coltivazione. Sebbene preferisca i terreni freschi, sciolti e acidi a quelli leggermente alcalini, è in grado di resistere al calcare e a certe siccità. L’unica cosa che teme è il terreno intasato d’acqua e mal drenato.
L’olmo cinese si stabilisce nel giardino da ottobre a marzo, al di fuori del periodo del gelo. Dopo alcune innaffiature durante la stagione secca, diventa robusto e resistente alle malattie.


La cultura cinese dell’olmo nel bonsai

I suoi boschi e le sue piccole foglie, uniti alla sua robustezza, ne fanno una specie ideale per l’arte del bonsai. È anche comunemente venduto come bonsai. Non solo è molto armoniosa, ma è anche una delle specie più facili da mantenere. Resiste senza problemi alle potature ed è resistente a molte variazioni di coltura.
Ulmus parviflora , a volte confuso con Zelcova serrata , è un bonsai da esterno. Richiede una forte luminosità, diverse ore di sole diretto al giorno. Il vaso per bonsai deve essere annaffiato regolarmente, in modo che il substrato non si asciughi mai completamente tra un’annaffiatura e l’altra. L’acqua del rubinetto è accettabile per l’olmo cinese. L’acqua in eccesso nel barattolo viene svuotata ogni volta, quindi non deve essere lasciata in piedi nell’acqua. In estate, il fogliame apprezza uno spruzzo d’acqua sul lato inferiore delle foglie, che inumidisce e limita il possibile sviluppo degli acari (piccole macchie gialle sulle foglie).
In inverno, il bonsai Ulmus parvifloraen è resistente a -5 °C. Può essere conservato in serre fredde, al coperto o circondato da una protezione antigelo.


Specie e varietà di Ulmus

  • Ulmus americana , un albero molto grande
  • Ulmus glabra , olmo di montagna
  • Ulmus laevis , specie europea
  • Ulmus minor , specie europea di medie dimensioni
  • , l’olmo campestre, una specie tristemente devastata dalla peronospora dell’olmo
  • Ulmus Jacqueline Hillier, bellissimo ibrido nano di origine incerta
  • Ulmus parviflora Frosty, una forma di cespuglio
  • Ulmus parviflora Hokkaido, forma splendidamente ramificata
  • Ulmus parviflora Emer II, che può raggiungere i 13 m

Mappe di piante dello stesso genere

  • Olmo campestre, olmo nano , Olmo campestre

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.